Padova

COMFODINORD: la sfida dell’innovazione nel 2° seminario sulla comunicazione a Padova

20151029_COMFODINORD_2 seminario comunicazione (2)Il 29 ottobre scorso si è svolto a Padova, nella sede del Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODINORD), il “2° Seminario informativo sulla Comunicazione: gli effetti strategici, la comunicazione come scienza”.

Nella sala riunioni del Comando di Padova, dopo un indirizzo di saluto rivolto all’uditorio e ai relatori da parte del Comandante di COMFODI – NORD, generale Bruno Stano, il seminario si è sviluppato nell’arco della giornata con un approfondimento di alcune tematiche che caratterizzano il mondo dell’informazione, illustrato da qualificati esponenti del mondo universitario e della pubblica informazione.

20151029_COMFODINORD_2 seminario comunicazione (1)All’incontro ha partecipato personale militare e civile del Comando di Padova, degli enti da questo dipendenti, dei Comandi e Reparti presenti nel capoluogo euganeo e dei rappresentanti dei principali uffici stampa cittadini.

I lavori sono stati aperti con l’intervento “La comunicazione come nuova scienza” del professor Renato Stella, ordinario di Sociologia della Comunicazione di massa presso l’Università degli studi di Padova e Presidente del corso di laurea in Comunicazione.

Sono intervenuti, successivamente, Paola Casoli, giornalista esperta di Difesa e blogger, con “L’affermazione dei blog quali nuovi media”, e Luigi Bacialli, direttore di Rete Veneta, con “Nascita e sviluppo delle televisioni commerciali”, a chiusura della prima fase.

20151029_COMFODINORD_2 seminario comunicazione (3)Il seminario è proseguito con gli approfondimenti pomeridiani a cura di Andrea Romoli, giornalista Rai, che ha parlato di “Informazione al servizio della vittoria”, e di Gianandrea Gaiani, Direttore di Analisi Difesa, con il suo intervento intitolato “Trasparenza e operazioni militari”, che ha concluso questo secondo appuntamento interamente dedicato alla comunicazione e all’informazione organizzato dal COMFODINORD.

Articoli correlati:

Il COMFODINORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODINORD

20151029_COMFODINORD_2 seminario comunicazione (5)

COMFODI-NORD: da due anni punto di riferimento per 62 province del Centro-Nord

COMFODI-NORD_gen Bruno Stano_PadovaCompie due anni il Comando Forze di Difesa Interregionale-Nord (COMFODIN-NORD), con sede a Padova, che ha avuto origine il 1° ottobre 2013 dalla fusione del Comando Forze di Difesa (1°) di Vittorio Veneto e del Comando Militare Esercito Veneto di Padova. Da allora, fa sapere lo stesso COMFODI-NORD in un suo comunicato stampa, “è divenuto un punto di riferimento sia nell’ambito dell’organizzazione militare sia del tessuto cittadino”.

Ieri mattina, 5 ottobre, nella caserma Oreste Salomone di Padova, è stato celebrato il 2° anniversario della sua costituzione. Il COMFODI-NORD, retto dal generale Bruno Stano, ha la responsabilità di coordinare i concorsi, operativi e non, nella parte centro-settentrionale della Penisola. Si tratta di un’area pari a 152mila chilometri quadrati, che comprende dieci regioni amministrative e sessantadue province.

In virtù della propria funzione di coordinamento di tutte le unità della Forza Armata dislocate in questa ampia area di giurisdizione, il Comando è l’unico interlocutore diretto delle prefetture della zona, nel caso si renda necessario l’intervento dell’Esercito per particolari situazioni di emergenza.

Inoltre, dal COMFODI-NORD dipende la divisione Friuli con le sue tre brigate: Pozzuolo del Friuli, con sede a Gorizia; Ariete, con sede a Pordenone; Friuli, con sede a Bologna. Tutte unità fortemente impegnate sia in ambito nazionale che internazionale.

Nel corso del 2015 il COMFODI-NORD, oltre a coordinare i numerosi interventi degli artificieri di sette dei dodici reggimenti genio dell’Esercito nell’attività di bonifica del territorio da ordigni bellici inesplosi, continua a svolgere la propria incessante azione di comando e controllo sia per l’esposizione universale EXPO 2015, in corso a Milano, sia nell’ambito dell’operazione Strade Sicure.

Gli oltre 1.600 uomini impiegati, schierati in tredici città del centro-nord Italia, forniscono il proprio importante concorso alle Forze di Polizia nel pattugliamento delle città, nella vigilanza esterna a centri di accoglienza o a siti particolarmente sensibili tra i quali spicca, per l’importanza strategico-nazionale che riveste, il cantiere della TAV in Val Susa.

Articoli correlati:

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODI-NORD

Pink Run di Padova: il COMFODI-NORD alla corsa podistica a favore del reparto di oncoematologia pediatrica e delle donne vittime di violenza

Foto 1 - La "PINK RUN" a Padova

Foto 1 – La “PINK RUN” a Padova

Nella serata di domenica 24 maggio, nella splendida cornice di Prato della Valle a Padova, si è svolta la sesta edizione della Pink Run, la corsa podistica non competitiva di beneficenza riservata alle sole donne che ha lo scopo di raccogliere fondi a favore di due importanti ONLUS: Casa Viola, luogo protetto e sicuro gestito dal Gruppo Polis che si occupa delle donne vittime di violenza, e Team For Children, che opera nei reparti ospedalieri di oncoematologia pediatrica di Padova e Vicenza.

All’evento sportivo, che ha visto la partecipazione di oltre 3.600 donne, ha partecipato anche la componente femminile dell’Associazione Sportiva Dilettantistica (ASD) Esercito COMFODI-NORD, formata da personale militare e civile dell’alto comando di Padova e capitanata dal Comandante, generale Bruno Stano.

Articoli correlati:

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODI-NORD

COMFODI-NORD: nella Giornata del personale civile della Difesa il riconoscimento all’importante elemento della struttura

Si è svolta oggi 25 maggio, nel Centro culturale Altinate – S. Gaetano di Padova, la “Giornata del Personale Civile della Difesa”. La cerimonia, iniziata con la lettura del messaggio augurale del Ministro della Difesa, è proseguita con la consegna di medaglie di benemerenza e i relativi diplomi per l’anzianità di servizio raggiunta: venti, trenta o quaranta anni lavorativi.

Una novantina circa i dipendenti civili della Difesa in forza presso i diversi Enti militari delle Forze Armate dislocati nel Veneto che hanno partecipato alla giornata di premiazione.

La cerimonia ha visto anche la presenza del Direttore generale del personale civile della Difesa, dottoressa Enrica Preti e del Comandante delle Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI-NORD), generale Bruno Stano. L’evento ha significato un momento di giusto riconoscimento alla componente civile della Difesa, importante pedina nella complessa struttura ordinativo-organizzativa delle Forze Armate Italiane.

20150525_COMFODI-NORD_Giornata del pers civ della Difesa (4)Articoli correlati:

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

La Giornata del personale civile della Difesa 2014 in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODI-NORD

20150525_COMFODI-NORD_Giornata del pers civ della Difesa (2)

20150525_COMFODI-NORD_Giornata del pers civ della Difesa (1)

“L’Esercito marciava…” a Padova: arrivano le staffette da Trento, Bologna e Rimini

locandina L'Esercito marciava“L’Esercito marciava…”, ovvero la serie di eventi organizzata dall’Esercito Italiano in occasione del centenario dall’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, raccoglie domani a Padova le staffette provenienti da Trento, Bologna e Rimini.

La staffetta, dopo aver attraverso il territorio italiano commemorando così simbolicamente la chiamata a raccolta di chi ha combattuto la Prima Guerra Mondiale, si concluderà nell’evento finale di Trieste il prossimo 24 maggio 2015.

Il programma dettagliato, fornito dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI-NORD), prevede per domani, 22 maggio, a Padova, con inizio alle 10, l’organizzazione di una “Cittadella militare” composta da diversi reggimenti italiani con l’esposizione di mezzi, equipaggiamenti e strutture sportive, che attenderà l’arrivo dei tedofori (ore 11 circa).

Ecco il programma:

•   ore 10:00 – Alzabandiera

• ore 10:30 – Inaugurazione della “Cittadella militare” composta da diversi reggimenti italiani cheespongono mezzi militari, equipaggiamenti e strutture sportive

•   A seguire arrivo delle staffette provenienti da Trento, Bologna e Rimini

Articoli correlati:

“L’Esercito marciava…” in Paola Casoli il Blog

La staffetta e gli eventi di “L’Esercito marciava…” in Paola Casoli il Blog

Il Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODI-NORD

“L’Esercito marciava…” da Bolzano in direzione Trento e poi Padova

lungo il percorsoÈ partito questa mattina, 21 maggio, da piazza IV novembre, sede del Comando Truppe Alpine (COMALP), il primo tedoforo della staffetta del Reparto Comando e Supporti Tattici Tridentina che, dopo 65 chilometri percorsi per lo più sulle strade ciclabili della regione nell’ambito dell’itinerario alpino della corsa, giungerà in serata (alle 18.00) a Trento per cedere il testimone agli alpini del 7° reggimento di Belluno, che a loro volta proseguiranno fino a Padova.

La Città del Santo costituisce l’ultimo traguardo intermedio prima della tappa finale che, dopo oltre 4.200 chilometri percorsi senza soluzione di continuità, di giorno e di notte, porterà la Bandiera Nazionale a Trieste il 24 maggio.

Partenza da Bolzano“L’Esercito marciava…” è il nome evocativo del progetto realizzato dall’Esercito italiano partito lo scorso 11 maggio da Trapani e che si concluderà a Trieste nella serata del 24 maggio (link articoli in calce).

Nell’ambito di questa iniziativa, oltre 600 militari stanno portando il Tricolore attraverso il territorio nazionale, correndo ininterrottamente per 4.200 chilometri per ricordare l’ingresso in guerra dell’Italia e riscoprire il sacrificio di un popolo, di un’intera nazione.

Gli staffettisti del Reparto Comando e Supporti Tattici TridentinaDall’11 maggio 2015 lungo tutta la Penisola una staffetta di soldati, partendo da cinque diverse località (Trapani, Lecce, Cagliari, Aosta e Bolzano), e correndo ininterrottamente, ha attraversato vie, borghi, paesi, sacrari e città fino a giungere, la sera del 24 maggio, a Trieste in piazza Unità d’Italia dove l’evento musicale, condotto dal professor Umberto Broccoli, in piazza Unità d’Italia, chiuderà ufficialmente l’intera manifestazione.

Articoli correlati:

“L’Esercito marciava…” in Paola Casoli il Blog

La staffetta e gli eventi di “L’Esercito marciava…” in Paola Casoli il Blog

Il Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

passaggio del testimone tra gli staffettisti

staffettista impegnata nella corsa

consegna del testimone da parte del Comandante delle Truppe Alpine

uscita dal Comando Truppe Alpine

COMFODI-NORD: alzabandiera nel 154° anniversario dell’Esercito e nel Centenario Grande Guerra

COMFODI-NORD_gen Bruno Stano_PadovaDomani mattina, lunedì 4 maggio, alle 8.30, alla presenza delle Autorità civili e militari di Padova si svolgerà la tradizionale cerimonia di Alzabandiera presso la caserma Piave, sede del Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI – NORD) comandato dal generale Bruno Stano.

Il tradizionale appuntamento assume quest’anno un valore aggiunto sia in ragione del 154° Anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano, sia perché inserito nelle commemorazioni del Centenario della Grande Guerra, come sottolinea lo stesso comando nel suo comunicato stampa.

Articoli correlati:

Il 154° anniversario dell’Esercito Italiano in Paola Casoli il Blog

Il Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto (d’archivio): COMFODI-NORD

Il COMFODI-NORD con i suoi atleti alla Maratona di Sant’Antonio

ASD Esercito COMFODI-NORDDomani, domenica 19 aprile, l’associazione sportiva dilettantistica (ASD) Esercito Comfodi-Nord parteciperà alla 16^ edizione della Maratona di Sant’Antonio.

Il gruppo sportivo del Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI-NORD) è composto da personale militare e civile in servizio presso la storica caserma Piave di Padova, sede del comando, e vedrà impegnati i propri atleti nei tre tracciati previsti: la maratona di 42 chilometri, la mezza maratona di 21 chilometri e la Stracittadina di 10 chilometri.

L’associazione sportiva, benché costituita di recente, ha già partecipato a varie manifestazioni podistiche, tra cui la 44^ edizione della Stramilano 2015, svoltasi domenica 29 marzo scorso nel capoluogo lombardo (link articolo in calce).

Articoli correlati:

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

La Stramilano in Paola Casoli il Blog

Stramilano 2015: NRDC-ITA gruppo più numeroso; Voloire: salva di cannone prima della TF Expo (30 marzo 2015)

Fonte e foto: COMFODI-NORD

COMFODI-NORD, coordinatore sicurezza Expo 2015: alzabandiera con il Petrarca Rugby e i ragazzi del Camerini-Rossi di Padova

20150401_COMFODI-NORD_alzabandiera_gen Bruno Stano_Petrarca Rugby_caserma Piave_Padova (4)Ieri mattina, 1° aprile, nel chiostro trecentesco della caserma Piave, sede del Comando Forze di Difesa Interregionale Nord (COMFODI – NORD), si è svolta la tradizionale cerimonia di Alzabandiera alla presenza del generale Bruno Stano, comandante dell’ente, delle principali autorità civili e militari di Padova e di una rappresentanza di studenti provenienti dall’istituto Camerini – Rossi.

Gli studenti hanno partecipato con l’occasione a un ciclo di lezioni di carattere storico e socio-educativo, tenute da personale del comando, delle onlus Giotto e Opera Immacolata Concezione di Padova.

20150401_COMFODI-NORD_alzabandiera_gen Bruno Stano_Petrarca Rugby_caserma Piave_Padova (2)L’evento, che ha visto la partecipazione della squadra Petrarca Rugby di Padova, è proseguito con la visita degli ospiti alle nuove strutture di controllo operativo del Comando, che coronano un ampio programma di ammodernamento dei locali voluto dal generale Stano.

I sistemi tecnologici e informatici di ultima generazione recentemente acquisiti consentono a tutti gli operatori di monitorare, 24 ore su 24, i principali settori di intervento del Comando nell’Italia centro-settentrionale, quali la bonifica di ordigni bellici inesplosi, il concorso alle forze di Polizia nell’operazione Strade Sicure o l’impiego dei reparti dell’Esercito in caso di calamità naturali.

20150401_COMFODI-NORD_alzabandiera_gen Bruno Stano_Petrarca Rugby_caserma Piave_Padova (3)L’alto Comando di Padova, sottolinea la nota stampa del COMFODI-NORD, sarà l’ente deputato dagli organi centrali a coordinare gli oltre 600 uomini che l’Esercito fornirà in concorso alle forze di polizia per implementare la cornice di sicurezza in occasione di EXPO 2015 a Milano.

Al termine della cerimonia il generale Stano, unitamente a una rappresentanza di militari del comando e della squadra del Petrarca Rugby e a personale dell’Associazione di promozione sociale Team for Children, si sono recati presso la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova per “donare un sorriso” ai bambini ricoverati, regalando le uova pasquali.

Articoli correlati:

20150401_COMFODI-NORD_alzabandiera_gen Bruno Stano_Petrarca Rugby_caserma Piave_Padova (1)COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

Le cerimonie dell’Alzabandiera in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFODI-NORD

Qui fa freddo sul serio: lettere della WWII dalla Russia a Padova grazie ad Ass Arma Aeronautica e Alpini

20150210_Qui fa freddo sul serio_Padova_Ass Arma Aeronautica_Ass Alpini“Qui fa freddo sul serio”, scriveva un soldato della Seconda Guerra Mondiale dal fronte russo ai suoi cari. Così i militari italiani in Russia comunicavano alle famiglie in patria la loro quotidianità bellica al fronte, affidando alla posta le loro righe.

Ora quell’intero corpus di lettere e cartoline militari scritto dai soldati italiani in Russia è esposto in originale a Padova grazie all’Associazione Arma Aeronautica di Padova, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Alpini.

La collezione “Qui fa freddo sul serio”, il cui corpus principale è appunto costituito da lettere e cartoline militari in originale scritte dai militari italiani in Russia durante la Seconda Guerra Mondiale, è esposto da domani, 11 febbraio, in una grande sala del Museo Storico della Terza Armata nel Palazzo Camerini di Padova dopo che il generale Bruno Stano, comandante del COMFODI-NORD (Comando Forze Difesa Interregionale Nord), ne ha concesso l’utilizzo.

Con i documenti presentati, sottolinea il comunicato stampa dell’Associazione Arma Aeronautica, si vogliono portare ai visitatori le parole dirette dei protagonisti, senza alcuna intermediazione: né quella degli studiosi, né quella dei pur importanti scrittori-testimoni che sono anche loro, in qualche misura, dei mediatori. Il titolo stesso della collezione è appunto tratto dalla lettera di un soldato.

I tragici avvenimenti in terra di Russia possono qui essere visti dalla base: le sofferenze delle persone, le preoccupazioni per le famiglie, i presagi su come andranno le cose. Gli scritti portano i segni del vaglio della censura che eliminava non solo notizie ma anche riflessioni che non dovevano venire diffuse in patria. I nostri soldati, però, riuscivano spesso a far trapelare qualcosa: con un disegnino, una parola scritta in un angolo, la scrittura a rovescio e altri piccoli espedienti.

La speranza è che tutti i visitatori possano rendersi conto che queste vicende e queste persone sono esistite, facendo leva sulla forza, anche emotiva, che le tracce documentali spesso hanno.

La mostra si inquadra nella commemorazione della Battaglia di Nikolajewka con la quale le nostre truppe uscirono dalla sacca seguita al crollo del fronte del Don. Dopo quella battaglia mancarono all’appello 84.830 italiani: 10.030 riuscirono a tornare dalla prigionia, in 74.800 morirono in quelle steppe.

La collezione sarà presentata domani, mercoledì 11 febbraio, alle 10.30, nella sede del Museo Storico, in via Altinate, 59 (Palazzo Camerini), e sarà aperta al pubblico fino al prossimo 2 marzo. Sarà presente all’evento il curatore della mostra, dottor Luca Collodel.

La collezione ha già registrato un notevole successo di pubblico nel corso delle presentazioni avvenute in tutte le municipalità del veneziano, in particolare nelle prestigiose sedi della Torre di Mestre e della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo di Venezia centro storico.

Articoli correlati:

Il COMFODI-NORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Associazione Arma Aeronautica – Padova