Tiro

UNIFIL, Libano: due progetti CIMIC rendono più facile la vita di Tiro e Tibnine con lampioni e campo da calcio

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tibnin  (2)È lo stesso Sector West (SW) di UNIFIL, attualmente su base brigata Friuli, a dare comunicazione delle ultime – ma solo in ordine di tempo – attività in supporto alle istituzioni e alla popolazione locale.

Due progetti di cooperazione civile-militare (CIMIC), realizzati dal contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base brigata aeromobile Friuli, sono stati inaugurati nella città di Tiro e nel villaggio di Tibnine la scorsa settimana.

Nel dettaglio, a Tiro sono stati installati 50 lampioni a energia solare sul lungomare, che contribuiranno alla sicurezza stradale e alla vivibilità della città, mentre a Tibnine – in compartecipazione con l’amministrazione locale – è stato costruito un campo da calcio per favorire i momenti di aggregazione e l’attività sportiva dei giovani locali. Durante l’inaugurazione di quest’ultimo progetto è stato anche donato abbigliamento e materiale sportivo, offerto dalla ditta italiana Macron, al club sportivo locale.

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tiro 3 (2)Al comandante del settore ovest di UNIFIL, generale Salvatore Cuoci, presente a entrambi gli eventi, le autorità locali hanno espresso apprezzamento e ringraziamento per il lavoro svolto quotidianamente dai caschi blu italiani, sentimento condiviso dalla popolazione e testimoniato dalla pubblica consegna della cittadinanza onoraria di entrambi i comuni.

Le attività in supporto alle istituzioni e alla popolazione locale vengono svolte quotidianamente dal contingente italiano di UNIFIL, in attuazione dei compiti assegnati dalla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite.

Articoli correlati:

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tiro 3 (1)La brigata Friuli in Paola Casoli il Blog

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il CIMIC in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tibnin  (5)

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tiro 3 (3)

20150918_SW UNIFIL_gen Salvatore Cuoci_progetto CIMIC Tbinin

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tibnin  (4)

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tibnin  (3)

20150918_SW UNIFIL_CIMIC_Tibnin  (1)

UNIFIL, Sector West: non c’è stabilizzazione senza sviluppo infrastrutturale. Due le strade sistemate dal CIMIC

20150821_UNIFIL SW_sviluppo infrastrutture (2)Due cerimonie hanno ufficialmente concluso i progetti sviluppati dalla cooperazione civile-militare (CIMIC) del contingente italiano in Libano per la sistemazione di due strade nei comuni di Tura e Rumaish, fa sapere un comunicato stampa del Sector West di UNIFIL.

Si tratta di opere di allargamento e di asfaltatura di strade che rientrano nell’ambito dello sviluppo infrastrutturale delle municipalità del Libano del Sud.

Questi progetti si aggiungono a una serie di interventi per i quali l’Italia si è costantemente impegnata, ritenendo lo sviluppo infrastrutturale della zona a sud del fiume Litani di fondamentale importanza per la stabilizzazione e il mantenimento della pace nell’area.

20150821_UNIFIL SW_sviluppo infrastrutture (3)Il presidente della Unione delle municipalità di Tiro, Abed El Mohssen El Husseini, ha espresso al generale Salvatore Cuoci, comandante del contingente italiano, la profonda stima e il sincero ringraziamento della popolazione per quanto portato a termine dai caschi blu italiani. Il sindaco di Tura, Mohammad Dhainy, dal canto suo, ha tenuto a sottolineare come il contingente italiano abbia non solo deciso il progetto, ma lo abbia anche seguito costantemente nel suo sviluppo e nella sua corretta realizzazione

Il supporto alle autorità locali e il ristabilimento delle condizioni per l’assistenza alla popolazione sono tra i compiti principali assegnati ad UNIFIL dalla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze Armate Libanesi (LAF).

20150821_UNIFIL SW_sviluppo infrastrutture (1)Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il CIMIC in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL Sector West

20150821_UNIFIL SW_sviluppo infrastrutture (4)

UNIFIL, Sector West: eco-compatibilità nei progetti dei caschi blu italiani per Tiro

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (7)E’ con l’inaugurazione di una strada nel comune di Ma’rakah per il collegamento della città con il vicino villaggio di Yanuh, prevista sin dal 1968 e mai realizzata dalle autorità locali, che si conclude una settimana densa di avvenimenti per i progetti sviluppati a favore della popolazione del sud del Libano, fa sapere un comunicato stampa odierno del contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base brigata aeromobile Friuli al comando del generale Salvatore Cuoci.

La cooperazione civile-militare (CIMIC) del Sector West di UNIFIL ha infatti portato a termine la cosegna di nuove strade nei comuni di Dahira e Al Balayyad, mentre ieri, 13 agosto, si apprende, è stato inaugurato un impianto di illuminazione stradale a energia solare nel comune di Yarin.

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (4)Si sottolinea in quest’ultimo caso l’aspetto ambientale del progetto, che mira non solo a garantire alla municipalità una maggior sicurezza stradale attraverso l’illuminazione della via principale, ma anche a introdurre il concetto di eco-compatibilità nella realizzazione.

Durante le cerimonie di inaugurazione le autorità locali, tra queste in particolare Abed Al Mohsen Al Husseini, Presidente della Unione delle Municipalità di Tiro, hanno espresso profonda gratitudine e apprezzamento nei confronti dei caschi blu italiani, definendoli come parte integrante del tessuto sociale del sud del Libano.

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (1)Il supporto alle autorità locali e il ristabilimento delle condizioni per l’assistenza alla popolazione sono tra i compiti principali assegnati a UNIFIL dalla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze Armate Libanesi (LAF).

Articoli correlati:

Il Sector West UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il CIMIC in Libano in Paola Casoli il Blog

La brigata Friuli in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL Sector West

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (8)

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (6)

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (5)

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (3)

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (2)

20150814_Sector West UNIFIL_quattro progetti per Tiro (10)

UNIFIL, Sector West: “modello operativo vincente nonostante tensioni”, dichiara il ministro Pinotti

20150803_Il Ministro della Difesa passa in  rassegna la Guardia di OnoreIeri, 3 agosto, il ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, accompagnato dal Capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, è arrivato in Libano per una visita al Comando della missione UNIFIL e al Contingente italiano schierato nel sud del paese, si apprende dallo stesso Sector West.

Giunti a Naqoura, nel quartier generale di UNIFIL, il Ministro e il Capo di stato maggiore della Difesa, sono stati accolti dal generale Luciano Portolano che, in qualità di Capo Missione e Comandante delle Forze ONU nel Libano Meridionale, ha fatto il punto di situazione sullo stato di avanzamento della Risoluzione 1701, passando in rassegna le principali tematiche legate alla sicurezza e alla stabilità dell’area.

20150803_Il Ministro della Difesa saluta i  militari del contingente italiano a ShamaNel corso dell’incontro il Ministro ha sottolineato come la missione UNIFIL continui a essere, sotto la guida italiana, un “modello operativo” vincente in grado di assicurare un periodo di stabilità senza precedenti nonostante il Libano sia stretto nella morsa di tensioni profonde e di pericolosi focolai che attraversano il Medio Oriente, tra cui le recenti tensioni nel Golan e la guerra civile in Siria.

La visita del Ministro è proseguita nel pomeriggio con un sorvolo in elicottero dell’area di operazione di UNIFIL lungo la Blue Line, che separa il Libano da Israele per un tratto di circa 120 chilometri dove si concentra lo sforzo principale degli oltre 10mila Caschi Blu nel garantire il pieno rispetto della risoluzione 1701.

Il ministro Pinotti ha incontrato nella base Millevoi di Shama gli uomini e le donne del Contingente Italiano che operano nel Sector West di UNIFIL, a guida brigata aeromobile Friuli, sotto il comando del generale Salvatore Cuoci, esprimendo loro parole di compiacimento per l’impegno profuso e i risultati conseguiti che incontrano il plauso incondizionato della popolazione locale e delle autorità libanesi, sottolinea il comunicato stampa.

2015003-Il Ministro Pinotti firma l'Albo d'Onore_SW UNIFILIl viaggio del Ministro nel Libano del Sud si è concluso con la visita al sito archeologico della città di Tiro, oggetto di recenti interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza a cura della Coperazione Civile Militare Italiana (CIMIC), tesi alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico – culturale libanese.

Articoli correlati:

L’area archeologica di Tiro in Paola Casoli il Blog

Il Sector West in Paola Casoli il Blog

La brigata Friuli in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Sector west UNIFIL

UNIFIL, Sector West: centinaia di flaconi di farmaci consegnati dal contingente italiano alle organizzazioni sanitarie del Libano meridionale

20150724_UNIFIL_SW_donazione farmaci (3)Centinaia di flaconi di soluzioni elettrolitiche e di glucosio sono state donate tramite il contingente italiano dall’associazione Sacro Ordine Militare Costantiniano di San Giorgio dell’Emilia Romagna, regione di provenienza della brigata aeromobile Friuli, che dal 13 aprile è al comando del Settore Ovest della missione UNIFIL nel sud del Libano, si apprende dal comunicato stampa datato 24 luglio dello stesso contingente.

La donazione di materiale farmaceutico all’ospedale delle Forze Armate Libanesi di Beirut, alla Croce Rossa e all’ospedale pubblico di Tiro è avvenuta nella base di Shama, nel Libano del sud, sede del comando del Sector West di UNIFIL.

20150724_UNIFIL_SW_donazione farmaci (2)La cerimonia è avvenuta alla presenza del comandante del Sector West, generale Salvatore Cuoci, che rivolgendosi ai rappresentanti delle tre organizzazioni ha ribadito l’impegno del contingente italiano mirato al sostegno delle istituzioni e della popolazione locale.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La brigata Friuli in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

20150724_UNIFIL_SW_donazione farmaci (1)

UNIFIL, Sector West: punto di situazione sulla popolarità del contingente militare a Tiro, nel sud del Libano

20150615_SW UNIFIL_com gen Salvatore Cuoci incontra la municipalità di Tiro_Libano (5)Il Comandante del Sector West (SW) di UNIFIL e del contingente italiano, generale Salvatore Cuoci, è intervenuto nei giorni scorsi a una riunione delle municipalità locali che si è tenuta nella città di Tiro, nel Libano del sud, area di responsabilità dell’SW.

L’incontro, cui hanno preso parte i rappresentanti di tutte le municipalità del comprensorio guidati dal Presidente dell’Unione, Abed El Mohssen El Husseini, è stato anche l’occasione per fare un punto di situazione sulla percezione del contingente da parte della popolazione locale.

20150615_SW UNIFIL_com gen Salvatore Cuoci incontra la municipalità di Tiro_Libano (3)Il presidente El Husseini, nel corso della riunione, ha espresso gratitudine e compiacimento al generale Cuoci per la vicinanza e la continua attenzione del contingente italiano nei confronti della popolazione libanese, sottolineando il profondo legame che unisce le due nazioni.

Il Comandante del Sector West ha ricambiato a nome di tutto il personale del settore la stima e la riconoscenza espressa dai sindaci libanesi.

Il supporto alle autorità locali e l’assistenza alla popolazione sono tra i compiti principali assegnati a UNIFIL dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e al supporto alle Forze Armate Libanesi (LAF), compiti per i quali i militari della brigata Friuli, per la terza volta impiegati nella Terra dei Cedri, si sono a lungo addestrati e preparati.

20150615_SW UNIFIL_com gen Salvatore Cuoci incontra la municipalità di Tiro_Libano (6)Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La brigata aeromobile Friuli in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

20150615_SW UNIFIL_com gen Salvatore Cuoci incontra la municipalità di Tiro_Libano (2)

UNIFIL, Sector West: circolare in sicurezza sulle strade grazie all’attività di CIMIC, Civil Affairs e fondazione Be Hadi di Tiro

20150508_UNIFIL SW_sicurezza stradale  (5)Venerdì mattina, 8 maggio, in occasione della settimana mondiale della sicurezza stradale promossa dalle Nazioni Unite, si è tenuta, nella sede del comando del Settore Ovest, un’attività di sensibilizzazione organizzata dal Civil Affair office di Unifil in stretta collaborazione con la cooperazione civile militare (CIMIC) della Joint Task Force Lebanon e con la fondazione “Be Hadi” di Tiro.

L’iniziativa mirava a insegnare le basi del sistema di gestione del traffico, le leggi e le regole per prevenire gli incidenti, al fine di agevolare la pubblica circolazione in un’adeguata cornice di sicurezza.

20150508_UNIFIL SW_sicurezza stradale  (1)All’attività, a cui hanno preso parte 120 studenti provenienti da varie scuole del sud del Libano, ha visto, in veste di educatori e dimostratori, la International Military Police e i Carabinieri, con il supporto del dipartimento mezzi civili di Unifil.

Presenti all’evento il generale Salvatore Cuoci, comandante del Sector West, che ha dato il benvenuto agli organizzatori e agli studenti, il presidente e la vicepresidente della fondazione Fadi e Lena Gebran e la signora Svetlana Geoffic dell’ufficio Affari Civili di Unifil.

L’evento si è concluso con la distribuzione da parte di UNIFIL di un triangolo di emergenza per tutti gli studenti intervenuti.

Articoli correlati:

Il CIMIC in Libano in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Sector West UNIFIL

20150508_UNIFIL SW_sicurezza stradale  (2)

20150508_UNIFIL SW_sicurezza stradale  (3)

20150508_UNIFIL SW_sicurezza stradale  (6)

20150508_UNIFIL SW_sicurezza stradale  (4)

UNIFIL, Libano: le energie rinnovabili al centro di un workshop dei caschi blu italiani del Sector West nella base Millevoi di Shama

I caschi blu del contingente italiano di UNIFIL, attualmente su base brigata Ariete al comando del gen Fabio Polli, hanno ospitato nei giorni scorsi nella base Millevoi di Shama, sede della Joint Task Force Lebanon (JTF-L), un importante workshop sul tema delle energie rinnovabili.

L’iniziativa, promossa da UNIFIL Civil Affairs e dalla componente CIMIC di UNIFIL Sector West, è stata realizzata in collaborazione con il ministero dell’Acqua e dell’Energia libanese e l’Unione delle Municipalità di Tiro.

Durante i lavori sono state illustrate le strategie nazionali libanesi in campo energetico e presentati i progetti per l’incremento delle capacità del paese nel settore delle energie rinnovabili. In particolare, dopo gli approfondimenti tecnici sulle criticità del comparto dovute, in prevalenza, a carenze strutturali, i convenuti hanno adottato alcune raccomandazioni, rivolte ai sindaci del territorio presenti in sala, relative all’utilizzo dell’energia solare per l’illuminazione pubblica delle strade, per le esigenze di riscaldamento e per altri usi.

All’evento, oltre al Presidente dell’Unione delle Municipalità di Tiro, Abdul Mohsen Al-Husseini e a numerosi sindaci, hanno partecipato il consigliere del ministro dell’Acqua e dell’Energia libanese, Joseph Al Assad,  il vicepresidente del Lebanese Center for Energy Conservation, Ziad Zein, il capo del Civil Affairs di UNIFIL, Albagir Adam e il Comandante del Sector West di UNIFIL, generale Fabio Polli, il quale nel suo intervento di apertura dei lavori ha sottolineato l’importanza del convegno, evidenziando come UNIFIL rivolga particolare attenzione alle tematiche energetiche e di salvaguardia e conservazione ambientale.

Articoli correlati:

La JTF-L in Paola Casoli il Blog

La brigata Ariete in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

Libano-Missione peacekeeper: oggi al Vittoriano l’inaugurazione della mostra dell’Istituto di cultura italo-libanese con il patrocinio della Difesa

Il sottosegretario alla Difesa, onorevole Domenico Rossi, inaugura alle 11 di oggi, 4 aprile, nel Sacrario delle bandiere del Vittoriano, la mostra fotografica “Libano – Missione Peacekeeper” alla presenza delle più alte cariche istituzionali libanesi in Italia e dei vertici delle Forze Armate Italiane.

La mostra, che viene presentata dall’Istituto di Cultura Italo Libanese in collaborazione con l’Esercito Italiano e con il patrocinio del ministero della Difesa, prende spunto dall’omonima iniziativa della brigata aeromobile Friuli, fa sapere il comunicato dell’Istituto di cultura.

L’esposizione è stata ideata, progettata e realizzata nei mesi scorsi dalla brigata Friuli che, durante la missione Leonte XIII, ha raccolto foto e testimonianze della presenza italiana in Libano nell’ambito della missione UNIFIL dal 1979 a oggi, organizzandole in un percorso storico-fotografico presentato per la prima volta a Tiro, in Libano, e successivamente, al rientro in patria dell’unità, nel comune di Bologna, sede della brigata aeromobile.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni, tranne il lunedì, fino al 13 aprile prossimo, con orari 9.30 – 15.00 e ingresso gratuito.

Gli sponsor  dell’evento, fa sapere il comunicato dell’Istituto culturale italo-libanese, sono Giemme, Iveco Defence, Agusta e Lovers.

Fonte: Istituto Culturale Italo Libanese

Foto: Il Vittoriano è di wikimedia

UNIFIL, Libano: i caschi blu italiani alla celebrazione del World Water Day. Un pino piantato nella terra di Tiro come simbolo del legame con il popolo libanese

I caschi blu italiani della Joint Task Force Lebanon (JTF-L), su base brigata Granatieri di Sardegna, hanno partecipato il 27 marzo scorso alla celebrazione della Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day),  ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 durante l’Earth Summit di Rio de Janeiro con lo scopo di promuovere un uso attento e critico delle risorse idriche.

La celebrazione si è svolta nel centro culturale Beit Al-Mamlouk di Tiro, nei pressi delle antiche rovine romane, fa sapere il comunicato stampa del Sector West di UNIFIL (United Nations Interim Force In Lebanon).

In tale contesto, si apprende, oltre 550 bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni hanno visitato gli stand formativi allestiti e sono stati intrattenuti dai peacekeeper italiani con una serie di attività ludico-educative volte a creare una piacevole atmosfera di armonia e integrazione.

Al termine della giornata il Comandante della Joint Task Force Lebanon, generale Maurizio Riccò, e il sindaco di Tiro, Hassan Dbouk, hanno partecipato a una breve cerimonia durante la quale è stato simbolicamente piantato un albero di pino, a testimoniare i forti vincoli di amicizia che legano il personale di UNIFIL e il popolo libanese.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La JTF-L in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL Sector West