Lug 16, 2010
118 Views
0 0

Saranno gli aerei senza uomini le primedonne di Farnborough

Written by

Ha due motori da trecento cavalli che gli permettono di trasportare fino a duecento chili di armamento alla sua altitudine operativa di crociera di quasi venti chilometri. Può raggiungere una velocità di circa duecentosettanta chilometri all’ora e condurre missioni di quattro giorni. Segni particolari: non trasporta esseri umani e ha una propulsione a idrogeno.

E’ questo il punto forte dell’Unmanned Aerial Vehicle (UAV) presentato dalla Boeing, il Phantom Eye dalle credenziali amiche dell’ambiente e oggi più che mai tanto care agli americani. Un mezzo di raccolta di informazioni dall’alto di rotte irraggiungibili dagli aerei civili, destinato a dare un ulteriore impulso al tradizionale modo di fare la guerra.

E’ invece totalmente specializzato nel combattimento l’Unmanned Combat Aerial Vehicle (UCAV) della Bae Systems presentato negli stessi giorni. Si tratta di un drone estremamente manovrabile grazie all’ala a delta, capace di uscite intercontinentali e quasi invisibile ai radar.

Si chiama come il dio del tuono dei Celti, Taranis, e ha entusiasmato il ministro britannico della Strategia di Sicurezza Internazionale, Gerald Howarth, che lo definito un “progetto veramente innovatore, il primo nel suo genere nel Regno Unito”.

Taranis è stato progettato per essere un UCAV autonomo, in grado di effettuare le proprie scelte pur restando guidato e controllato da un operatore a terra. Un inquietante progetto della Bae Systems che oltre al ministero della Difesa britannico ha coinvolto le aziende QinetiQ, GE Aviation Systems e Rolls-Royce per un costo di 140 milioni di sterline.

I primi passi del Phantom Eye e del Taranis saranno sul palcoscenico del salone di Farnborough, che aprirà i battenti lunedì 19 nell’omonima località a sudovest di Londra, mentre i primi voli sono previsti per entrambi all’inizio del 2011.

Fonte: Armed Forces International

Foto: Armed Forces International

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza

Comments to Saranno gli aerei senza uomini le primedonne di Farnborough