TAAC-W, RS: a Bala Balouk si consolidano le Forze afgane con il supporto degli advisor italiani

“Le Forze afgane, assistite dagli advisor italiani, hanno consolidato la loro presenza ed esteso il controllo nel distretto di Bala Balouk nella provincia di Farah, fa sapere con un comunicato stampa il Train, Advise and Assist Command West (TAAC-W), attualmente su base brigata Taurinense al comando del gen Massimo Biagini, operativa nell’area occidentale dell’Afghanistan nell’ambito della missione a guida NATO Resolute Support.

Sono oltre 130, si apprende in dettaglio, gli advisor italiani inviati dal TAAC-W che hanno portato a termine la seconda fase di consulenza e assistenza avanzata ai comandi delle forze di sicurezza afgane (ANDSF) impegnati nella provincia di Farah nell’ambito della “Khalid”, la campagna messa a punto dal governo di Kabul per estendere e garantire la sicurezza nelle aree sensibili, in cui il controllo delle forze di sicurezza è più complesso.

L’Expeditionary Advisory Package (EAP) del TAAC-W, composto da militari italiani e della coalizione, ha operato per circa due settimane nella base avanzata “Thompson” a contatto diretto le forze di sicurezza afgane, a cui hanno fornito consulenza e assistenza per la fase organizzativa e di condotta dell’operazione “Zafar 44” nel distretto di Bala Balouk a prosecuzione delle attività svolte ad agosto nell’area ovest di Farah, ritenuta cruciale per la stabilizzazione dell’intera regione occidentale (link articolo in calce).

L’EAP è stato pianificato secondo i principi cardine della Security Force Assistance (SFA).

“Le attività svolte da Esercito e Polizia afgane, oltre 800 uomini impiegati, hanno determinato un netto miglioramento della sicurezza dell’area – spiega il TAAC-W – mettendo in evidenza l’efficacia dell’addestramento e della consulenza ricevuti dagli advisor della missione Resolute Support; fattori che hanno inoltre permesso alle ANDFS di incrementare la loro autonomia nelle fasi di pianificazione e di condotta”.

Tra i risultati conseguiti dall’operazione Zafar 44, come riferito dal Comandante della 2° Brigata, protagonista dell’operazione insieme alle unità della Polizia, il disinnesco di oltre 16 ordigni esplosivi improvvisati (IED) e il rinvenimento di materiale per il confezionamento di altri ordigni.

In quest’ottica, l’attività esterna di Train, Advise e Assist per le Forze di Sicurezza locali ha rappresentato per il contingente italiano – “forte della grande esperienza acquisita negli anni e delle capacità professionali specifiche maturate in fase di preparazione della missione”, sottolinea il comunicato – il risultato di anni di lavoro e addestramento svolto in sinergia con le controparti locali, per le quali l’esperienza degli advisor dell’Esercito e dei Carabinieri ha consentito l’innalzamento degli standard operativi.

L’operazione Resolute Support (RS) ha il compito principale di continuare ad addestrare, consigliare e assistere le ANDSF, le quali hanno assunto in toto la responsabilità di garantire la sicurezza del proprio Paese, per renderle sempre più aderenti ed efficaci alla funzione che ricoprono.

Articoli correlati:

TAAC-W, Herat: fly-to-advise nella provincia di Baghdis, dove è forte la minaccia terroristica a 5 anni dalla transition (5 agosto 2017)

Il TAAC-W in Paola Casoli il Blog

La brigata Taurinense in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: TAAC-W