Ago 25, 2013
143 Views
0 0

Carteggio. Il gen Mosca, Comiliter: documentazione caratteristica, il rischio della qualifica generosa

Written by

È la compilazione della documentazione caratteristica l’oggetto della “personale n.18” del generale Alberto Mosca, comandante del Comiliter di Padova, che il 25 gennaio 1964 ha affrontato la spinosa questione della stesura delle note caratteristiche.

Momento che, sottolinea il generale, trova il comandante assolutamente solo di fronte alla realtà e, soprattutto, alla aderenza ad essa. Attribuire, infatti, qualifiche che non trovano riscontro con quanto concretamente rappresentato nella vita professionale reale risulta dannoso sia nel bene che nel male.

Ricorda il generale Mosca che anni prima un “’bello spirito’ non si spiegava perché l’Italia non dichiarasse la guerra al resto dell’Universo dal momento che disponeva di un Esercito nel quale la stragrande maggioranza degli Ufficiali era costituita da autentici ‘fenomeni’ […] era l’epoca del tutti ‘ottimi con elogio’. Essere solo ‘ottimi’ gettava nella costernazione. Il ‘buono con tre’ era un uomo finito”.

Pur con l’entrata in vigore delle nuove qualifiche il momento della documentazione caratteristica continua a rappresentare un punto cruciale. E probabilmente lo è ancora oggi.

Per continuare a leggere la circolare Mosca clic

Il carteggio del generale Alberto Mosca in Paola Casoli il Blog

Circolari fornite da Vincenzo Ciaraffa

Article Categories:
Carteggi