Gen 20, 2014
143 Views
0 0

Marina Militare: Operation Smile, Fondazione Francesca Rava e Croce Rossa Italiana approdano in Africa con il 30° Gruppo navale per “Un mare di sorrisi” e interventi sanitari

Written by

In questi giorni, precisamente da venerdì scorso, 17 gennaio, la portaerei Cavour della Marina Militare Italiana si trova a Diego Suarez Bay in Madagascar, dove proseguirà la propria attività umanitaria fino al 23 gennaio.  È la Campagna navale Il Sistema Paese in movimento, una missione umanitaria promossa dalla Marina Militare in collaborazione con la Fondazione Operation Smile Italia Onlus , la Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus e il Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.

La sosta in Kenya dal 10 al 15 gennaio scorso, sia della portaerei Cavour che della rifornitrice Etna del Gruppo Navale Cavour, ha infatti rappresentato l’inizio della seconda fase della Campagna Navale Il Sistema Paese in Movimento.

Il team di medici e infermieri volontari di Operation Smile, supportato dal personale medico di bordo e dal Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana, ha effettuato a bordo del Cavour 21 controlli e 18 interventi chirurgici, oltre ad aver individuato tre casi più complessi da valutare nella sosta successiva a Città del Capo o al rientro in Italia. I piccoli pazienti operati sono stati dimessi in ottime condizioni, fa sapere la Marina Militare, e verranno sottoposti a un controllo post operatorio, nell’ospedale di Mombasa, entro la fine della settimana.

L’obiettivo del progetto Un mare di sorrisi, avviato già nello scorso maggio 2013 e ora in atto in questa missione itinerante in Africa, è quello di aiutare bambini e adulti affetti da labiopalatoschisi e da malformazioni o esiti di malformazioni della testa e del collo direttamente a bordo della portaerei Cavour, dove vengono accolti insieme con i loro familiari e dove possono essere operati gratuitamente nelle sale operatorie messe a disposizione della missione, con il prezioso ausilio dello staff medico di supporto.

A bordo della rifornitrice Etna un team di volontari della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus, composto da un oculista e tre optometristi, supportato nelle fasi di screening, accoglienza e intrattenimento da un team sanitario della Marina Militare e dal Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana,  nel corso della sosta ha visitato nei 2 studi optometrici e nel laboratorio di produzione di occhiali appositamente allestiti a bordo dalla Fondazione ben 392 bambini provenienti da scuole delle zone più povere e da un ospedale di Mombasa in collaborazione con Kenian Red Cross. Sono stati donati 95 occhiali per la correzione degli errori rifrattivi riscontrati, con montature nuove e lenti di prima qualità. La missione è  svolta con il contributo dei volontari di Federottica, AIMO, Albo degli optometristi, OGS.

Nel corso delle visite oculistiche effettuate, tra le principali patologie sono state riscontrate: 3 cheratiti, 4 atrofie ottiche, 5 cataratte, 1 toxoplasmosi retinica, alcune congiuntiviti e purtroppo un sospetto retino blastoma bilaterale in un bimbo di tre mesi.

L’attività umanitaria continua con la portaerei Cavour a Diego Suarez Bay in Madagascar dal 17 al 23 gennaio.

Articoli correlati:

Il Gruppo Navale Cavour della Marina Militare salpa da Civitavecchia alla volta del Continente africano (12 novembre 2013)

La Marina Militare e la Fondazione Francesca Rava in Paola Casoli il Blog

La portaerei Cavour in Paola Casoli il Blog

Operation Smile in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Article Categories:
Forze Armate