Mar 24, 2020
102 Views
0 0

TAAC-W, RS: attività CIMIC a Herat per educazione, agricoltura e sport

Written by

Il contingente italiano della missione in Afghanistan Resolute Support (RS), attualmente su base 132^ Brigata corazzata Ariete al comando del generale di brigata Enrico Barduani, ha effettuato nei giorni scorsi alcune significative donazioni in favore di altrettanti enti e istituti che operano in delicati settori chiave della società afgana, ha fatto sapere con un comunicato odierno lo stesso contingente.

In questo modo, i militari italiani del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), incaricati prioritariamente di fornire addestramento, consulenza e assistenza alle istituzioni e alle Forze di Sicurezza locali, proseguono nel sostenere la popolazione dell’Afghanistan, impegnata nel difficile processo di normalizzazione e di sviluppo della propria società.

Più in dettaglio si apprende che una prima donazione, di libri e materiale didattico per bambini, è stata effettuata in favore dell’orfanatrofio di Herat, mentre una seconda donazione, di materiali scolastici, d’arredo e di consumo, ha interessato il Dipartimento dell’Educazione di Herat, da cui dipendono tutti gli istituti educativi pubblici della provincia afgana, per sostenere le attività dei plessi che si trovano a operare in condizioni di maggiore difficoltà.

Un ulteriore intervento è stato compiuto a beneficio del Dipartimento dell’Agricoltura, Irrigazione e Allevamento di Herat, ente cui il contingente italiano fornisce supporto dal 2005, spiega il TAAC-W.

In questo caso sono stati donati materiali e attrezzature agricole per sostenere il lavoro dei contadini locali e delle loro famiglie.

Inoltre, una donazione di materiali ed equipaggiamenti sportivi è stata eseguita in favore del Dipartimento dello Sport di Herat, per promuovere l’impegno e l’abitudine, in particolare dei giovani, nella pratica di sane attività ricreative e sociali.

Il generale Barduani, presente alle donazioni, ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto da tutti gli enti beneficiari dei progetti di assistenza del TAAC-W, rimarcando come, anche grazie al loro continuo e coraggioso impegno, le condizioni di vita nella società afgana siano in costante netto miglioramento.

Tutte le attività, organizzate e condotte dal personale della Cooperazione civile e militare (CIMIC) del TAAC-W, si inquadrano nell’ambito dei progetti di assistenza promossi dal contingente in termini di supporto alle istituzioni e alla società civile afgana, con particolare attenzione per le fasce più vulnerabili della società.

Il TAAC-W, Comando NATO a guida italiana, in cui operano uomini e donne dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, della Marina Militare e dell’Arma dei Carabinieri, è responsabile nell’ambito dell’operazione Resolute Support della parte occidentale dell’Afghanistan, che comprende le province di Herat, Badghis, Farah e Ghor, per un’estensione territoriale pari all’intero Nord Italia e una popolazione di circa quattro milioni di abitanti, ricorda il comunicato stampa.

È composto da militari di 8 nazioni (Albania, Ungheria, Lituania, Romania, Slovenia, Ucraina, Stati Uniti d’America, oltre all’Italia) che operano con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle istituzioni e delle Forze di Sicurezza afgane, impegnate nella creazione di adeguate condizioni di sicurezza e prosperità per la popolazione locale.

Fonte e foto: TAAC-W RS

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate