31° reggimento Carri

Brigata Pinerolo: i Carristi donano sangue in occasione dell’anniversario della loro costituzione

Si è conclusa oggi, 8 ottobre, una campagna di donazione di sangue che ha visto la massiccia adesione delle donne e degli uomini del 31 ° Reggimento Carri di Lecce, si apprende da un comunicato stampa della Brigata Pinerolo. 

L’attività ha preso il via lo scorso 1° ottobre in occasione della ricorrenza della costituzione dei Carristi (1° ottobre 1927), specialità dell’Esercito che ora inquadra anche l’Arma di Cavalleria, spiega il comunicato.

Il 31° Reggimento Carri, raccogliendo l’appello dell’ospedale Antonio Perrino, ha organizzato le donazioni di sangue presso il nosocomio brindisino dove i militari dell’Esercito hanno spontaneamente fornito il proprio contributo.

“E proprio sulle orme dei carristi del passato, il 31° Reggimento Carri, unità alle dipendenze della Brigata Pinerolo, svolge oggi i compiti affidatigli con lealtà e profondo spirito di corpo, evidenziando anche uno spiccato lato umano che da sempre contraddistingue i militari dell’Esercito”, si legge dal comunicato.

Il Colonnello Cosimo Greco, Comandante del Reggimento, nel ringraziare le donne e gli uomini del 31° Carri che hanno partecipato all’attività di donazione, ha auspicato che tali iniziative solidali possano sempre più moltiplicarsi.

Oltre alla donazione presso l’Ospedale Perrino, il 31° Carri nel 2019 ha già contribuito con gesti di solidarietà in occasione della ricorrenza di San Giorgio, patrono dell’Arma di Cavalleria, donando sangue presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce e con una raccolta alimentare a favore della CARITAS diocesana leccese.

Fonte e foto: Brigata Pinerolo

Esercito: il 31° rgt Carri celebra il 78° anniversario delle gesta di Kopliku, la ‘Pasqua di sangue’

Si è svolta il 18 aprile, nella caserma “M.O. Nacci”, la cerimonia commemorativa dei fatti d’Arme di Kopliku (Albania), con la quale l’Esercito ha voluto ricordare le pagine eroiche scritte dai carristi del 31° Reggimento Carri durante gli eventi bellici dell’aprile 1941 sul suolo albanese.

È lo stesso Reggimento a darne notizia con un comunicato stampa.

In quei giorni di 78 anni fa, il 31°Carri attestato nella zona di Tirana ricevette urgentemente l’ordine di portarsi nell’area di Scutari perché truppe jugoslave erano in ammassamento a nord dell’Albania.

Il 15 aprile 1941 effettuò un attacco vero e proprio a cavaliere della rotabile Scutari-Kopliku-Ivanaj oltrepassando il Prroni That. Dopo un’iniziale azione delle artiglierie e dei controcarri nemici, i carri del 31° persistettero nella loro decisa azione costringendo il nemico alla fuga, ricorda il comunicato.

La battaglia di Kopliku fu vittoriosamente conclusa dal Reggimento che dovette contare tra le sue fila 20 caduti e 12 feriti, oltre alla distruzione di 20 carri.

L’evento viene storicamente ricordato come la “Pasqua di sangue”, perché proprio il 15 aprile di quell’anno ricorreva la Santa Pasqua.

Per i fatti d’Arme di quel periodo e per l’eccezionale valore dimostrato dai militari dell’Esercito, è stata conferita la Medaglia d’argento al Valor Militare allo Stendardo del 31° reggimento, oltre a 13 medaglie d’argento individuali, 16 di bronzo e numerose croci di guerra ai carristi.

In occasione della rievocazione, il Comandante di Reggimento, Colonnello Cosimo Greco, dinanzi a numerose autorità civili e militari, tra i quali il Prefetto della provincia di Lecce e il Comandante della Scuola di Cavalleria, ha ripercorso le vicende storiche del Reggimento esaltando le virtù dei carristi che, in terra straniera, seppero con profondo senso del dovere e sacrificio della propria vita scrivere le più gloriose e importanti pagine di storia dell’Esercito e delle sorti dell’Italia durante il secondo conflitto mondiale.

“Sulle orme dei carristi del passato, il 31° Reggimento Carri, unità alle dipendenze della Brigata Pinerolo, svolge oggi i compiti affidatigli con lealtà e profondo spirito di corpo, evidenziando in più occasioni, altresì, uno spiccato lato umano che da sempre contraddistingue i militari dell’Esercito”, scrive il 31° Carri.

Infatti, a conclusione del suo intervento, il Comandante di Reggimento ha voluto sottolineare le diverse iniziative solidali alle quali donne e uomini del 31° Carri hanno partecipato con slancio.

In particolare, in occasione della ricorrenza di San Giorgio, Patrono dell’Arma di Cavalleria, oltre 60 carristi hanno partecipato alla donazione di sangue presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce e a una raccolta alimentare a favore della Caritas diocesana organizzata dalla Scuola di Cavalleria.

Inoltre, si apprende, il Reggimento ha partecipato unanime all’iniziativa “Pasqua di solidarietà” dell’Associazione Onlus “Per un sorriso in più” che si occupa di assistenza materiale e morale a favore dei bambini affetti da leucemia e tumore e alla quale il Reggimento è legato da un forte legame di amicizia e collaborazione, conclude il comunicato.

Fonte e foto: 31° rgt Carri

Esercito, 31° rgt Carri: giochi e sorrisi al reparto di oncoematologia pediatrica del Fazzi di Lecce

Nei giorni a ridosso del Natale una rappresentanza del 31° reggimento Carri, unità alle dipendenze della brigata meccanizzata Pinerolo, si è recata all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce “per stringere in un fraterno e amichevole abbraccio i piccoli pazienti del Reparto di onco-ematologia pediatrica e donare loro giochi e sorrisi”, scrive il Reggimento nel comunicato stampa.

In tale occasione, il Comandante di Reggimento, col Cosimo Greco, ha consegnato, a nome dei Carristi, i proventi di una raccolta spontanea di fondi, svoltasi nel mese di dicembre, all’Associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica “Per un sorriso in più”.

L’ associazione Onlus è da anni presente sul territorio e fornisce supporto materiale e psicologico alle famiglie di bambini colpiti da casi di tumori o leucemie.

L’iniziativa, nata su proposta dei militari rappresentanti del COBAR (Consiglio Base di Rappresentanza) e accolta immediatamente con grande generosità dal personale del 31° reggimento Carri, ha rappresentato “un toccante momento di solidarietà e ha ulteriormente evidenziato la vicinanza dell’Esercito alle famiglie, ma soprattutto ai bambini ricoverati all’Ospedale Fazzi”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: 31° rgt Carri

Esercito: il 31° rgt Carri torna alle dipendenze della brigata Pinerolo

Stamane, 28 febbraio, nella Caserma Nacci di Lecce, sede del 31° reggimento Carri, è stato sancito il passaggio del reggimento dalle dipendenze della Scuola di Cavalleria a quelle della brigata Pinerolo durante la cerimonia di Alzabandiera, alla presenza del Comandante della Scuola di Cavalleria e Ispettore dell’Arma di Cavalleria, gen Fulvio Poli, e del Comandante della brigata Pinerolo, gen Gianpaolo Mirra, come fa sapere la stessa Brigata con un comunicato stampa odierno.

La riconfigurazione del reggimento rientra nell’ambito del progetto di riordino della Forza Armata, si apprende, che prevede una configurazione pluriarma delle Grandi Unità elementari.

Il 31° reggimento Carri, già alle dipendenze della brigata Pinerolo dal 2 ottobre 1997 al 1° gennaio 2011, nel recente passato è stato prevalentemente impegnato nella sperimentazione dei nuovi  materiali e sistemi d’arma acquisiti nell’ambito del programma Forza NEC (Network Enabled Capability).

Un momento della cerimonia

Il programma (link articoli in calce), ormai già in gran parte operativo, vede i militari della Pinerolo operare utilizzando nuovi automezzi, materiali ed equipaggiamenti in grado di assicurare il collegamento diretto e immediato del singolo militare con un centro decisionale condividendo informazioni e dati.

“Tale programma, ambizioso e innovativo, costituisce la punta di diamante dell’intero sistema di modernizzazione della componente terrestre della Difesa”, sottolinea il comunicato.

Il riordino del 31 °reggimento Carri, oltre a completare l’organico delle brigata Pinerolo, porterà anche a un graduale incremento della capacità operativa del Reggimento e rappresenterà un importante valore aggiunto per le future attività della Pinerolo.

Articoli correlati:

Il programma Forza NEC in Paola Casoli il Blog

La brigata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

La Scuola di Cavalleria in Paola Casoli il Blog

Il 31° rgt Carri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Pinerolo

Discorso al personale schierato

EUTM Mali: un corso sul Bastion ed elementi di Cavalleria per i militari maliani contro il terrorismo

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (3)In Mali, presso il Centre d’Instruction Multifunctionnel della 3^ Regione militare in Kati, i militari italiani della Light Armoured Training Team (LATT) stanno svolgendo il primo corso di addestramento per l’unità di Cavalleria maliana all’utilizzo del veicolo blindato Bastion.

I militari italiani, del reggimento Savoia Cavalleria (3°) di Grosseto e del 31° reggimento Carri di Lecce, del team multinazionale LATT, sono impegnati già da due settimane nell’addestramento del personale appartenente al 134eme escadron de reconnaissance di stanza in GAO, nell’area nord del paese.

I moduli del corso affrontati finora, oltre agli elementi basilari dell’unità di Cavalleria, sono stati le modalità di condotta per l’esplorazione, il contrasto alla minaccia degli ordigni esplosivi improvvisati (C-IED), rischio presente in particolare nell’area del Sahel, nonché la condotta di scorte convogli a favore di personale civile e militare, attività quest’ultima esercitata nell’area desertica lungo il fiume Niger.

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (6)Il corso specifico sul veicolo di nuova acquisizione, Bastion, è stato richiesto dallo stato maggiore Maliano per il proprio personale, che in questo momento è impegnato nel contrasto al terrorismo presente in quell’area e in futuro potrebbe significativamente contribuire al lavoro dei caschi blu dell’ONU della missione MINUSMA, nel nord del paese.

Il personale italiano si alterna sin dal 2013 nell’operazione EUTM – Mali (European Union Training Mission – MALI), il cui obiettivo è finalizzato all’addestramento del personale maliano, di tutte le Armi e specialità, per concorrere nella formazione di istituzioni credibili e stabili. Solo dall’anno scorso a oggi sono state addestrate dai militari italiani circa 400 unità maliane.

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (5)Articoli correlati:

EUTM Mali in Paola Casoli il Blog

Il reggimento Savoia Cavalleria (3°) in Paola Casoli il Blog

Il 31° reggimento Carri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: EUTM Mali via difesa.it

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (4)

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (3)

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (1)

20160222_EUTM Mali_corso Bastion (2)

Brigata Pinerolo: il COM 2° FOD, gen De Leverano, in visita a staff e reparti riceve aggiornamento sulla Forza NEC

20150826_gen De Leverano_visita presso il CARA di Bari PaleseIl comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), generale Luigi Francesco De Leverano, è in visita oggi, 26 agosto, alla brigata Pinerolo, come fa sapere la stessa unità in un suo comunicato stampa.

In questa sua prima visita allo staff del comando e ai reparti dipendenti, il gen De Leverano viene accompagnato dal comandante della brigata Pinerolo, gen Gianpaolo Mirra.

La grande unità, composta da sette reggimenti dislocati su tutto il territorio pugliese dalla Capitanata al Salento, sta sperimentando il progetto Forza NEC, ovvero l’utilizzo di nuovi materiali ed equipaggiamenti in grado di consentire al personale il collegamento diretto e immediato con il centro decisionale, condividendo informazioni e dati.

20150826_gen De Leverano_visita presso il CIENel corso di questa visita, il comandante del 2° FOD ha avuto l’occasione di ricevere un aggiornamento diretto e puntuale sui progressi di tale innovativa sperimentazione.

Oggi, si apprende, il generale De Leverano ha visitato anche il C.A.R.A. e il C.I.E. di Bari Palese, strutture presso le quali i militari della grande unità garantiscono la sicurezza nel contesto dell’operazione Strade Sicure. Nell’arco della giornata ha incontrato il Presidente della Regione Puglia, dottor Michele Emiliano. Durante l’incontro si è evidenziato come la brigata Pinerolo, con i suoi oltre 5.500 militari e relative famiglie, rappresenti una importante realtà perfettamente integrata nel tessuto socio-economico della Puglia.

20150826_Gen De Leverano al centro a destra il Comandante della PineroloLa giornata è proseguita con la visita al 7° reggimento Bersaglieri di Altamura e al 31° reggimento Carri di Lecce della Scuola di Cavalleria (che attualmente dipende funzionalmente dalla Pinerolo per gli aspetti connessi con la sperimentazione delle componenti che costituiranno i futuri equipaggiamenti della Forza Armata) .

La visita proseguirà domani, 27 agosto, presso il 9° reggimento Fanteria Bari con sede a Trani e l’82° reggimento Fanteria Torino con sede a Barletta, quest’ultimo primo reparto in Italia a essere alimentato con il nuovo veicolo blindato medio a 8 ruote motrici denominato Freccia, mezzo con cui il reggimento ha anche preso parte all’operazione ISAF in Afghanistan e che, attualmente, è in dotazione a tutti i reggimenti della brigata. Presso la sede dell’ 82° reggimento, il gen De Leverano incontrerà il sindaco della città di Barletta, dottor Pasquale Cascella.

20150826_gen De Leverano_un momento dell'incontro con il Governatore della PugliaLa visita si concluderà venerdì 28 agosto a Foggia, dove il comandante del 2° FOD visiterà il 21° reggimento Artiglieria Trieste, unità che attualmente è responsabile del Raggruppamento Puglia nell’ambito dell’operazione Strade Sicure, e l’11° reggimento Genio guastatori.

Proprio l’11° reggimento Genio è stato impegnato con i propri mezzi tecnici, durante il fine settimana di Ferragosto, nell’attività di soccorso alle località alluvionate della Calabria di Rossano Calabro e Corigliano.

I reggimenti del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale grazie alla loro capacità dual-use.

20150826_gen De Leverano_incontro con il Governatore della PugliaArticoli correlati:

La brigata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

La Forza NEC in Paola Casoli il Blog

Il 2° FOD in Paola Casoli il Blog

L’operazione Strade Sicure in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Pinerolo

20150826_com 2 FOD gen De Leverano_firma albo d'onore_brigata Pinerolo