Dic 11, 2017
66 Views
0 0

MNBG-W: realizzati progetti CIMIC dai sicuri effetti sugli sbocchi occupazionali nei settori chimico e informatico

Written by

Il Multinational Battle Group West (MNBG-W) a guida italiana, su base 3° reggimento Artiglieria da Montagna della brigata Alpina Julia, ha recentemente realizzato una serie di progetti della Cooperazione Civile – Militare (CIMIC) a vantaggio della popolazione locale, fa sapere con una nota stampa del 7 dicembre lo stesso MNBG-W.

I progetti realizzati sono finalizzati a migliorare le dotazioni scolastiche a favore di 8 scuole attive in altrettanti villaggi della municipalità di Dragash e a implementare il laboratorio informatico della scuola di Malisevo, con una donazione di 33 computer.

Nella sede della municipalità di Dragash, si apprende in dettaglio, alla presenza dell’Assessore all’istruzione, Hajri Ramadani, ha avuto luogo una simbolica cerimonia di donazione di materiale didattico per il laboratorio di chimica destinato alle scuole dei villaggi di Bllaq, Brodosan, Brod, Bellobrad, Llapushnik, Dragash, Restelica e Krushevo.

La stessa cerimonia si è poi svolta nella scuola di Malishevo, dove il col Enzo Ceruzzi, comandante del MNBG-W, e il col Franco Di Santo, Direttore del Centro Amministrativo d’Intendenza, alla presenza del sindaco di Malisevo, Ragip Begaj, hanno ufficializzato la consegna del materiale informatico.

Le autorità locali hanno ringraziato il contingente italiano da sempre molto attivo nell’ambito della formazione delle giovani generazioni di studenti kosovari.

In particolare, il Sindaco di Malisevo ha sottolineato l’importanza dell’impegno a favore di centinaia di ragazzi che, grazie alle attenzioni della Difesa italiana, avranno l’opportunità di migliorare la propria formazione scolastica nel settore scientifico.

Tale incentivo avrà effetti concreti e sostenibili sui futuri sbocchi occupazionali della società kosovara nell’ambito della ricerca scientifica e della gestione dei laboratori del settore chimico e informatico.

Il MNBG-W, ricorda la nota stampa, è un comando interforze e multinazionale composto da militari provenienti da 4 nazioni (Austria, Italia, Moldavia e Slovenia) che opera secondo quanto definito dalla risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

In particolare, i compiti seguono precise linee direttrici riferite alla protezione del Monastero di Decani, patrimonio mondiale dell’UNESCO, al monitoraggio della libertà di movimento nell’area occidentale del Kosovo, allo sviluppo di attività addestrative ed esercitazioni tese al miglioramento dell’interoperabilità tra militari provenienti da nazioni diverse, all’attuazione di pattuglie congiunte con le Forze di Sicurezza Kosovare e le Forze Armate Serbe in prossimità e lungo la linea di demarcazione tra il Kosovo e la Serbia e allo svolgimento di progetti CIMIC per lo sviluppo economico e sociale dell’area balcanica.

Articoli correlati:

Il MNBG-W in Paola Casoli il Blog

Il 3° rgt Artiglieria da montagna in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: MNBG-W

Article Categories:
Forze Armate · Kosovo