Giorgio Rainò

CME Puglia: CalendEsercito 2020, i Soldati al centro di un processo di trasformazione continuo

Si è tenuta il 4 dicembre scorso, nell’Aula Magna Attilio Magno del Politecnico di Bari, la presentazione del CalendEsercito 2020, quest’anno intitolato “Soldati” e “dedicato a coloro che hanno scelto di servire in armi la Patria con lealtà e orgoglio, capaci di sacrificare la propria vita per la difesa del nostro Paese e il bene della collettività”, fa sapere con un comunicato stampa il Comando Militare Esercito (CME) Puglia.

L’opera è un viaggio attraverso tutte le componenti dell’Esercito ed è stata una preziosa occasione per celebrare le Armi, i Corpi e le Specialità, ripercorrendone le origini, i compiti, le caratteristiche di impiego e il contributo in termini operativi.

Il calendario 2020 vuole sottolineare come, indipendentemente dall’epoca, tutte le Armi mantengono essenzialmente le proprie peculiarità pur vivendo un processo di trasformazione continuo, generato dalla necessità di adattarsi all’evolversi della minaccia, attualmente caratterizzata sempre più da indeterminatezza.

L’evento, che si è svolto alla presenza di autorità civili e militari e a una folta platea di giovani universitari e studenti delle scuole medie superiori, è stato aperto da un concerto eseguito dalla Banda della Brigata Meccanizzata Pinerolo, diretto dal Maestro Luogotenente Carlo Resta.

Durante il messaggio di saluto il Rettore del Politecnico di Bari, Prof. Ing. Francesco Cupertino, ha espresso “viva soddisfazione circa la bella riuscita dell’evento, ringraziando l’Esercito di aver scelto il Politecnico, tra l’altro fiore all’occhiello in Italia e in Europa per quanto attiene la ricerca e l’innovazione, come sede della presentazione del calendario dell’Esercito in Puglia”.

Grande interesse, fa sapere il CME Puglia, è stato suscitato dagli interventi del dott. Sergio Fontana, Presidente di Confindustria Bari/Barletta, Andria Trani, che ha servito l’Esercito nei ranghi della Brigata Paracadutisti Folgore; del dott. Angelo Giliberto, Presidente del CONI Puglia, già Artigliere, facente parte del gruppo sportivo di Forza Armata; del perito industriale Luigi Arbore, Presidente del Consorzio ARMEC, ex ufficiale di fanteria, e del Dott. Andrea Tedeschi, giornalista di TRM Network, più volte inviato al fianco dei nostri soldati.

“Ognuno degli ospiti ha raccontato con orgoglio l’esperienza vissuta nella Forza Armata, riportando, oltre i positivi ricordi, talvolta nostalgici, un mai assopito attaccamento all’Istituzione Militare”, si legge dal comunicato stampa.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Militare dell’Esercito in Puglia, si è soffermato sul mese di aprile del calendario, dedicato alla Cavalleria, sua Arma di appartenenza, ricordando con un pizzico di nostalgia i lunghi periodi trascorsi a bordo dei carri.

Nel prosieguo del suo intervento, il Generale Rainò, ha posto l’accento sul ruolo fondamentale dell’individuo, che l’Esercito vuole mantenere al centro del suo percorso di sviluppo tecnologico, evidenziando che, per la Forza Armata, la sicurezza del personale assume un’importanza fondamentale: la ricerca e l’innovazione tecnologica, infatti, sono principalmente finalizzate a migliorare le capacità e la protezione del singolo e delle Unità, sottolinea il CME Puglia.

Parte del ricavato delle vendite del CalendEsercito 2020, per la prima volta, contribuirà a sostenere l’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani ed i Militari di Carriera dell’Esercito (O.N.A.O.M.C.E.). L’Opera Nazionale assiste, attualmente, circa 500 orfani di Ufficiali, Sottufficiali, Graduati nonché dei militari di truppa, a ciascuno dei quali eroga sussidi annuali per la formazione scolastica e per particolari necessità di carattere economico-familiare.

L’evento è stato moderato dalla dott.ssa Cristina Ferrigni, giornalista di Tele Bari, e dal Magg. Mauro Lastella, Capo Sezione Pubblica Informazione del Comando Militare Esercito Puglia.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: oggi a Bari la presentazione regionale di CalendEsercito 2020

Si tiene oggi, 4 dicembre, alle 11.45 a Bari, la presentazione regionale del CalendEsercito 2020.

L’evento avrà luogo nell’aula magna Attilio Alto del Politecnico di Bari, fa sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia, con il seguente programma (fonte CME Puglia):

   ore 11.20: Concerto della Banda della Brigata “Pinerolo”;

   ore 11.45 presentazione del CalendEsercito 2020, interverranno:

    Ing. Francesco Cupertino, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari;

    Gen. Giorgio Rainò, Comandante Militare dell’Esercito in Puglia;

    Sergio Fontana, Presidente di Confindustria Bari/Bat;

    Angelo Giliberto, Presidente CONI Puglia;

    Luigi Arbore, A.D. Armec Turbo;

    Andre Tedeschi, Giornalista TRM network;

Moderano:

    dottoressa Cristina Ferrigni, giornalista televisiva di Tele Bari;

    Mauro Lastella, Capo Sezione Pubblica Informazione del Comando Militare Esercito Puglia;

    ore 12.40 termine presentazione/spazio media.

“L’Esercito – spiega il CME Puglia – ha voluto dedicare il suo prodotto editoriale per eccellenza, il CalendEsercito, ai ‘Soldati’, a coloro che hanno scelto di servire in armi la Patria con lealtà e orgoglio, capaci di sacrificare la propria vita per la difesa del nostro Paese e il bene della collettività. L’Esercito sente la grande responsabilità di mantenere la persona al centro del suo percorso di sviluppo tecnologico, necessario per restare al passo coi tempi e superare le sfide che la Nazione gli ha affidato”.

Parte del ricavato delle vendite del CalendEsercito 2020, per la prima volta, si apprende, contribuirà a sostenere l’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani e i Militari di Carriera dell’Esercito (O.N.A.O.M.C.E.).

L’Opera Nazionale assiste, attualmente, circa 500 orfani di Ufficiali, Sottufficiali, Graduati nonché dei militari di truppa, a ciascuno dei quali eroga sussidi annuali per la formazione scolastica e per particolari necessità di carattere economico-familiare, conclude il CME Puglia.

Fonte: CME Puglia

Foto: Esercito Italiano

Sbocchi Occupazionali: CME Puglia e Confindustria Bari firmano protocollo d’intesa

Un importante accordo tra il Ministero della Difesa e Confindustria di Bari e Barletta-Andria-Trani (BAT) è stato siglato il 29 novembre scorso, si apprende dal Comando Militare Esercito (CME) Puglia.

I firmatari si impegnano in base a questo accordo a collaborare per creare il matching tra il personale iscritto al progetto Sbocchi Occupazionali e l’impresa, si apprende.

Si tratta di un progetto in cui si concretizza l’impegno del Ministero della Difesa al fine di agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani militari congedati.

Il progetto ha il compito di porre i volontari che si congedano nelle migliori condizioni per una ricerca attiva di inserimento nel mondo del lavoro attraverso un percorso strutturato, posto in essere, per quanto attiene la regione Puglia, dal CME Puglia attraverso la Sezione Sostegno alla Ricollocazione Professionale.

Nell’ambito di tale progetto il CME Puglia organizza sul territorio pugliese svariate attività, tra cui corsi di formazione e protocolli d’intesa, quale, appunto, quello recentemente firmato.

Il Presidente di Confindustria di Bari e BAT, dott. Sergio Fontana, a presentazione dell’evento ha dichiarato “che è ben lieto di essere stato protagonista di questo accordo in quanto le Forze Armate offrono alle imprese un’ottima opportunità di reperire risorse umane qualificate e affidabili dotate di expertise utili nelle industrie come il possesso di patenti speciali, possibilità d’impiego nel settore security, competenze informatiche e soprattutto soft skills”.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Militare dell’Esercito in Puglia, ringraziando il dott. Fontana per la sinergia instaurata, ha evidenziato come il Ministero della Difesa si impegni attivamente nel seguire il personale militare anche dopo la cessazione del servizio attivo, esprimendo viva soddisfazione per i risultati finora ottenuti.

L’accordo, ratificato nella Sede di Confindustria di Bari e BAT, ha visto presenti al tavolo, oltre al Generale Rainò e al dott. Fontana, il Tenente Colonnello Mauro Ocone, Capo Sezione Sostegno alla Ricollocazione Professionale, il dott. Giuseppe Bisceglie, responsabile dell’Area lavoro e welfare di Confindustria, la dott.ssa Donatella Gaudioso e il Magg. Mauro Lastella, responsabili della comunicazione istituzionale degli enti firmatari.

Fonte e foto: CME Puglia

La Pinerolo e il CME Puglia visitati dal SSSD Angelo Tofalo, che il 4 novembre tornerà a Bari

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa (SSSD) Angelo Tofalo è a Bari per una due giorni di visite ai reparti e ai comandi della Difesa, si è appreso da un comunicato stampa di ieri, 28 ottobre, della Brigata Pinerolo.

Il giro di incontri è iniziato ieri mattina, 28 ottobre, al Comando Scuole dell’Aeronautica Militare e Terza Regione Aerea, dove il Generale di Squadra Aerea Aurelio Colagrande ha illustrato al Sottosegretario i principali compiti legati alla selezione, al reclutamento, all’addestramento e alla formazione militare, professionale e culturale del personale dell’Aeronautica Militare.

Questo, si legge dal comunicato, è uno dei tre Comandi di Vertice dell’Aeronautica Militare che dipendono dal Capo di Stato Maggiore. Quello di rango più alto nella regione Puglia, preposto pertanto ad assicurare le funzioni territoriali e di collegamento con gli Enti e le Amministrazioni Territoriali.

A seguire, il Sottosegretario Tofalo ha incontrato le donne e gli uomini della Brigata Pinerolo, “eccellente realtà operativa dell’Esercito Italiano”, nonché prima e unica Unità dell’Esercito che già risponde ai requisiti di Forza NEC (Network Enabled Capabilities), sottolinea il comunicato stampa.

Con il Comandante, Generale di Brigata Giovanni Gagliano, il Sottosegretario ha approfondito le principali attività operative e addestrative in corso e quelle future.

La brigata Pinerolo è una presenza importante nella regione con circa 4.900 militari e strutture distribuite in tutta la Puglia. Tre delle caserme, specifica la Brigata, sono state incluse nel programma “Caserme Verdi”.

Per il Sottosegretario di tratta di “una grande Unità impegnata a 360 gradi nella difesa dello Stato, degli spazi euroatlantici ed euromediterranei; fiore all’occhiello dell’Esercito, con 197 anni di storia e una forte connotazione tecnologica, sottolineando poi che “investire in equipaggiamenti e mezzi tattici vuol dire, soprattutto, garantire la sicurezza, e in molti casi salvare la vita, dei nostri ragazzi impegnati sul territorio nazionale e nelle missioni internazionali, per la sicurezza collettiva”.

Il sottosegretario Tofalo ha poi assistito a un esercizio tattico sulle caratteristiche operative della Forza NEC che accrescono le capacità dell’Esercito: questo progetto interforze congiunto Difesa e Industria, spiega il comunicato, punta ad abbattere i tempi di comunicazione e di acquisizione delle informazioni nelle operazioni militari grazie a nuove tecnologie informatiche, tra le quali il programma Soldato Sicuro.

“Ho voluto fortemente ringraziare e salutare tutto il personale e complimentarmi per il livello di addestramento e i traguardi raggiunti. Sono tanti gli impegni che portano avanti, in Italia e all’estero, e riescono a farlo grazie a una grande motivazione e tanto spirito di sacrificio”, ha detto Tofalo rivolgendosi al personale.

Un’altra realtà importante sul territorio è il Comando Militare Esercito (CME) Puglia, diretto dal Generale di Brigata Giorgio Rainò.

Nel corso degli anni questo Ente si è trasformato per essere sempre più aderente alle esigenze del comparto Difesa in continua evoluzione.

Oggi, grazie alle sue strutture dislocate sul territorio e per le attività svolte dal personale militare e civile, ha evidenziato il Sottosegretario, “rappresenta il più importante elemento di coesione tra popolazione civile e Forze Armate. Infatti, è l’interfaccia esclusiva dell’Esercito sul territorio pugliese”.

Inoltre, l’Ente dell’Esercito assiste le famiglie dei militari caduti in servizio o colpiti da gravi infortuni e malattie: in Puglia sono complessivamente 110, si apprende. “Questo è un servizio fondamentale, per far sentire la vicinanza delle istituzioni ai familiari. Stiamo parlando di un importante punto di riferimento per tutta la popolazione, ha detto il Sottosegretario Tofalo.

Altri aspetti primari, a cura del Comando, sono la promozione dei reclutamenti e il sostegno alla ricollocazione professionale: i militari che hanno terminato il servizio nelle Forze Armate possono aderire al progetto Sbocchi Occupazionali (link articoli), che oggi vede iscritti oltre 5.307 ex VFP1 e VFP4. Si tratta di una banca dati messa a disposizione delle aziende private locali che possono consultarla per ricercare determinate figure professionali.

Nel pomeriggio, il Sottosegretario Tofalo ha fatto visita alla Legione Carabinieri Puglia, che ha alle dipendenze i Comandi Provinciali Carabinieri di Bari, Foggia, Taranto, Brindisi e Lecce. A ricevere il Sottosegretario, il Comandante, Generale di Brigata Alfonso Manzo.

“Al termine di questa intensa giornata – ha dichiarato il Sottosegretario Tofalo – ho approfondito la conoscenza di assetti pregiati della Difesa che, sebbene diversi tra loro per attività svolte e competenze, lavorano in sinergia e sanno ‘fare sistema’ per il bene dei cittadini!”

Nella giornata di oggi, si apprende, il Sottosegretario Tofalo rappresenterà il Governo alla “Prima Giornata Nazionale della lotta alla contraffazione”, organizzata dal Consiglio Nazionale per la Lotta alla Contraffazione e all’Italia Sounding, di cui è membro. Un evento che si terrà nella Legione Allievi Finanzieri della Guardia di Finanza e vedrà protagonisti gli studenti delle scuole di secondo grado.

Il Sottosegretario Tofalo sarà a Bari il 4 novembre prossimo, con il Presidente della Camera, per la celebrazione del “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: Brigata Pinerolo

CME Puglia: all’Expo 2000 il Gen Rainò riceve il Premio Miggiano

Si svolge a Miggiano, in provincia di Lecce, l’“Expo 2000 Industria, Artigianato, Agricoltura e Turismo”, evento espositivo di grande interesse per tutto il Salento che attrae a sé migliaia di visitatori, fa sapere oggi, 19 ottobre, il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa.

A inaugurare la mostra, si apprende, il Sindaco di Miggiano, Michele Sperti, il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta, il Presidente della provincia di Lecce, Stefano Minerva, il Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, Gen. B. Giorgio Rainò, i Sindaci delle città limitrofe e numerose autorità politiche e parlamentari.

La cerimonia di inaugurazione è coincisa con l’assegnazione del “Premio Miggiano” che viene conferito, su delibera dell’amministrazione comunale miggianese, a chi si è particolarmente distinto nel mondo della cultura, dell’industria e delle istituzioni, fa sapere il CME Puglia.

Il Premio, giunto alla sua ventesima edizione, è stato assegnato, per l’anno 2019, al Generale Giorgio Rainò “per l’impegno profuso per la Patria e per l’attenzione mostrata al territorio”, si legge dal comunicato.

Come ormai da tradizione consolidata, durante il periodo fieristico il CME Puglia, per implementare le esigenze di prossimità, ha allestito un proprio stand allo scopo di diffondere la cultura della difesa e descrivere le possibilità professionali offerte dall’Esercito.

Sono stati più di duecento i giovani che si sono accostati finora all’infopoint dell’Esercito che, mostrando grande interesse per la Forza Armata, hanno chiesto informazioni sui vari concorsi indetti, con particolare attenzione a quello per Volontario in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) e per le Scuole Militari (Nunziatella e Teuliè).

Presente presso l’Infopoint, si apprende dal comunicato stampa, anche “Rivista Militare”, periodico ufficiale della Forza Armata fondato nel 1856 con lo scopo di divulgare i temi della difesa, le attività svolte dagli uomini e dalle donne dell’Esercito e descrivere progetti in essere. A tal proposito, nell’ultimo numero, si apprende dal comunicato, l’inserto “caserme verdi”: uno studio per la realizzazione di grandi infrastrutture dal basso impatto ambientale e idonee a garantire condizioni di benessere al personale.

“Expo 2000 – conclude il comunicato del CME Puglia – rappresenta un altro importante momento per rafforzare il rapporto tra Esercito e società, permettendo di instaurare, soprattutto con i più giovani, un rapporto diretto con gli uomini e le donne della Forza Armata”.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: successo di visitatori al Salone di Orientamento Aster Puglia

“I militari dell’Esercito hanno registrato, nei soli primi due giorni di apertura, circa 900 contatti di giovani, segno tangibile di come la Forza Armata sia percepita positivamente dalle giovani generazioni”, scrive in un comunicato stampa odierno il Comando Militare Esercito (CME) Puglia a proposito del Salone di Orientamento Aster Puglia, “una delle più grandi fiere pugliesi, organizzata dal 15 al 17 ottobre, dedicata all’orientamento dei giovani in uscita dalle scuole superiori di secondo grado, che permette di poter fare matching tra domanda e offerta”.

Il personale del CME Puglia e dell’11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, che sinergicamente ha costituito un infopoint presso il quartiere fieristico di Foggia in occasione della Aster Puglia, ha infatti registrato un grande afflusso di visitatori.

In particolare, si apprende, gli studenti hanno dimostrato particolare interesse per il concorso quale Volontario in Ferma Prefissata di 1 anno (VFP1), che permette di fare un’esperienza unica e di acquisire competenze spendibili nella carriera militare, nelle forze di polizia e anche in campo civile.

Particolarmente apprezzate dal Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, le varie richieste pervenute dai docenti di effettuare conferenze scolastiche nei rispettivi istituti.

“La presenza dell’Esercito ad Aster Puglia conferma la vicinanza dei giovani al mondo militare e consolida i rapporti tra istituzioni militari e civili”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: ricordato il Ten Col Maldacea, fondatore della Croce Rossa a Bari

Si è svolta a Bari, al Cimitero Monumentale, la cerimonia di commemorazione del 134° Anniversario della nascita del Comitato della Croce Rossa Italiana di Bari avvenuta nel 1885 ad opera del Ten Col dell’Esercito Moisè Maldacea, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia in un comunicato stampa del 2 ottobre scorso.

“Un uomo dal percorso storico militare molto avvincente quello del Ten. Col Maldacea”, scrive il CME Puglia.

Nato a Foggia il 16 aprile 1822, si arruolò a soli 17 anni nel IV Reggimento “Principessa” dell’Esercito borbonico. In seguito, aderì alla “Giovine Italia”, rischiando la fucilazione per cospirazione. Combatté al fianco di Giuseppe Garibaldi e prese parte alla spedizione dei Mille. Fu ferito a Calatafimi il 15 maggio 1860 e, una volta ristabilitosi, fu tra i più valorosi combattenti a Milazzo e a Volturno, ricevendo la Medaglia d’Argento al Valor Militare. Successivamente passò nel Regio Esercito e si congedò con il grado di Tenente Colonnello, trasferendosi con la famiglia a Bari dove visse fino alla sua morte avvenuta il 21 aprile 1898.

La cerimonia, organizzata dal Comitato di Bari della Croce Rossa Italiana, in sinergia con il CME Puglia, si è svolta nella sede cittadina della Croce Rossa Italiana, dove la Presidente, dottoressa Consiglia Margiotta, ha consegnato al Sindaco di Bari, Ing Antonio De Caro, al Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante del CME Puglia, e ad altre cariche politiche e imprenditoriali del territorio, il Riconoscimento “Amico del Comitato di Bari della C.R.I.”

“Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, ringraziando la Presidente Margiotta per aver voluto dare risalto alla figura di un militare dell’Esercito quale è stato il Ten Col. Maldacea, ha espresso viva soddisfazione per la sinergia instaurata con la Croce Rossa e per il proficuo apporto che tale collaborazione dà a tutte le istituzioni”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

 

CME Puglia: alla 83^ Fiera del Levante le realtà operative dell’Esercito

“Uno stand pieno di novità quello che l’Esercito ha allestito in occasione della 83^ Edizione della Fiera del Levante, che ha visto avvicendarsi, nei nove giorni di esposizione, oltre 220.000 visitatori”, scrive il Comando Militare Esercito (CME) Puglia in un comunicato stampa del 23 settembre.

Lo stand coordinato dal CME Puglia ha visto la partecipazione della Brigata Pinerolo, con lo schieramento degli assetti di Soldato Futuro e di mezzi in mostra statica e il Comando dei Supporti Logistici che ha integrato il personale appartenente agli Infoteam.

Circa 2.400 visitatori, tra adulti e bambini, si sono cimentati in piena sicurezza sia nell’arrampicata sportiva di una parete di roccia di circa 8 metri allestita dalla Brigata Alpina Taurinense, sia nel percorso di Military Fitness, circuito ginnico tratto dall’addestramento militare, sotto la guida degli istruttori della Brigata Paracadutisti Folgore.

Novità assoluta della 83^ Edizione la presenza dell’Ufficio Simulazione e Tecnologia per l’Addestramento, grazie al quale i visitatori hanno potuto cimentarsi nella guida virtuale di veicoli tattici e la partecipazione di “Rivista Militare” periodico trimestrale dell’Esercito Italiano di informazione e aggiornamento culturale sui temi della Difesa.

Tra i numerosi visitatori degli stand dell’Esercito anche autorità nazionali e locali, che hanno espresso parole di stima e di ringraziamento per l’attività che l’Esercito svolge a tutto campo, apprezzando sia i materiali in mostra statica che la parte interattiva dedicata alla simulazione e allo sport.

Grande soddisfazione per la riuscita dell’evento, è stata espressa dal Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Militare Territoriale dell’Esercito in Puglia, che ha evidenziato come il numero di visitatori presso lo stand ci faccia comprendere come l’Esercito è percepito dalla popolazione: un’organizzazione versatile e interoperabile, in grado di intervenire a tutto campo, dalle operazioni “ad alta intensità” a quelle di stabilizzazione sino ai concorsi a supporto della collettività nazionale.

Lo stand realizzato dal CME Puglia nella Fiera del Levante ha rappresentato un’occasione per fornire al visitatore una visione delle varie realtà operative dell’Esercito dislocate nelle diverse aree geografiche della penisola.

Fonte e foto: CME Puglia

 

CME Puglia: l’Esercito alla 83^ Edizione della Fiera del Levante con il simulatore VTLM Lince

“Anche quest’anno, come oramai di consuetudine, l’Esercito parteciperà, dal 14 al 22 settembre, alla 83^ edizione della Fiera del Levante, che è uno degli eventi espositivi più importanti del centro sud Italia”, fa sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa odierno.

Lo stand della Forza Armata, che sarà allestito in via Venezia (in prossimità del fontanone centrale) e nel padiglione 173, avrà come tema conduttore l’evoluzione tecnologica dei mezzi e dei materiali in dotazione all’Esercito e l’uso dei simulatori, sempre più diffuso nell’ambito addestrativo, al fine di ridurre l’impatto ambientale.

In particolare, lo stand, organizzato dal CME Puglia, ospiterà alcuni mezzi ed equipaggiamenti in dotazione alla Brigata Pinerolo e al Comando dei Supporti Logistici, tra cui il veicolo blindato medio Freccia, l’obice di artiglieria FH-70, il robot di ricognizione, droni e l’equipaggiamento del “Soldato futuro”, già in dotazione agli uomini della Brigata pugliese.

Tra gli assetti schierati ci saranno due novità assolute in Puglia, assicura il comunicato: il simulatore di guida per il VTLM Lince – grazie al quale il visitatore potrà entrare materialmente nel mezzo per guidarlo virtualmente in area operativa – e la presenza di Rivista Militare, periodico nato nel 1856 ed edito dall’Esercito dedicato a diffondere i temi della difesa e della sicurezza, in tutte le varie sfaccettature, da quelle storiche a quelle tecnico professionali.

Lo stand sarà basato essenzialmente sull’interazione con il pubblico, spiega il CME Puglia, infatti l’area espositiva si aprirà con le attività dinamiche poste in essere dalla Brigata Paracadutisti Folgore e dalla Brigata Alpina Taurinense.

I visitatori potranno scalare una parete artificiale di roccia con l’aiuto di istruttori alpini, ovvero confrontarsi con il percorso di Military Fitness con i Paracadutisti della Folgore.

Per l’occasione, il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, ha evidenziato come quest’anno l’allestimento sia stato ulteriormente arricchito di nuovi assetti, ponendo l’accento sulla cultura e sull’attenzione verso l’ambiente e restando sempre “di più insieme” grazie ai dispositivi interattivi.

“Un modo di vivere qualche bel momento in compagnia dell’Esercito inserito nella campionaria barese”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: l’Esercito tra terra e mare, tra podismo e vela

“Con la cerimonia dell’Alzabandiera tenutasi presso il Circolo della Vela di Bari, ha avuto inizio il Campionato Italiano Giovanile di Vela in doppio, una importante manifestazione che ha coinvolto oltre 500 atleti e circa 250 imbarcazioni”, scrive il Comando Militare Esercito (CME) della Puglia in un comunicato stampa del 5 settembre.

Per l’occasione il CME Puglia, oltre a patrocinare l’evento velistico, ha organizzato, in stretta sinergia con il Comando Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER SPT) e con la Brigata Pinerolo, un’attività podistica non competitiva, aperta a tutti, con lo scopo di consolidare i rapporti tra la cittadinanza e l’Esercito e promuovere lo sport in tutte le sue sfaccettature.

Nella città di Bari, con le vele a solcare le onde, sul litorale che va da “Pane e Pomodoro” a “Torre Quetta”, atleti e non potranno correre o passeggiare con l’Esercito “all’allenamento autogestito di corsa” a partire dalle ore 8.30 del 6 settembre.

Alla corsa, che si svolge anche grazie all’Ufficio Grandi Eventi del Comune di Bari, parteciperanno, oltre ai militari del presidio, cittadini e associazioni combattentistiche e d’arma, con l’immancabile presenza dell’Associazione Nazionale Bersaglieri e della ASD Fiamme Cremisi.

Ad allietare l’evento le note della Banda della Brigata Pinerolo, fa sapere il comunicato, che si esibirà sulla spiaggia di Pane e Pomodoro alle 10.30.

All’attività podistica, svolta per la prima volta in contemporanea in 27 città da Bolzano a Palermo, sedi di Reparti del Comando Forze Operative Terrestri di Supporto, parteciperanno circa 10.000 persone tra militari e civili.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia ha evidenziato che per la Forza Armata lo sport rappresenta una componente essenziale, in quanto indispensabile sia per il mantenimento dell’efficienza operativa sia al benessere psicofisico dell’individuo.

Nell’augurare “buon vento” a tutti, ha inoltre sottolineato come nel patrocinare i Campionati italiani giovanili di vela in doppio l’Esercito rimanga aderente al suo motto “noi ci siamo sempre e di più insieme” anche con la Federazione Italiana Vela.

Fonte e foto: CME Puglia