Intersos

L’Esercito a Santa Croce Effetto Notte: inaugura Paola Cortellesi. Il programma dettagliato 9-26 luglio

Paola Cortellesi Sarà Paola Cortellesi, con il regista Riccardo Milani, ad aprire giovedì 9 luglio la rassegna Santa Croce Effetto Notte, realizzata dal MIBACT, Direzione Generale per il Cinema – Direzione Generale dello Spettacolo dal Vivo – Soprintendenza del Polo Museale Regionale Lazio – Soprintendenza Speciale per il Colosseo il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma, e dall’Esercito Italiano – Museo Storico della Fanteria.

Proiezioni cinematografiche, visite archeologiche e museali, spettacoli e concerti delle principali bande militari, incontri con registi, attori, artisti, due serate di grande spettacolo dedicate al Centenario della Prima Guerra Mondiale: dal 9 al 19 luglio nell’area attigua alla Basilica di Santa Croce in Gerusalemme, il pubblico potrà partecipare a titolo gratuito a un ricco e variegato programma di iniziative.

CONFERENZA STAMPA SANTA CROCE EFFETTO NOTTE V EDIZIONENell’arena Mibact si terrà “Schermi Italiani”, una selezione dei migliori film italiani della stagione in corso e incontri con registi e attori, tra cui Paola Cortellesi, Riccardo Milani e Raoul Bova, che apriranno la rassegna il 9 luglio, Walter Veltroni, Felice Laudadio, Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Alessandro Gassman, Luigi Lo Cascio, Barbora Bobulova, Francesco Munzi, Michele Alhaique, Edoardo Falcone, Nicola Ragone.

In più, una novità: le proiezioni proseguiranno dal 20 al 26 luglio con “Amarcord 35mm”, 14 grandi film italiani in pellicola, per rendere omaggio ai grandi classici della tradizione cinematografica italiana.

La rassegna è realizzata con il sostegno di Luce Cinecittà e del Centro Sperimentale di Cinematografia; si avvale della collaborazione del SNGCI, dell’Archivio Storico del Cinema Italiano, con la partecipazione della Parrocchia di Santa Croce in Gerusalemme.

Con l’adesione della ONG Intersos.

Ha il patrocinio del Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il programma dettagliato degli eventi (fonte Comando Militare della Capitale)

Commemorazioni della Prima Guerra Mondiale

Saranno realizzate due serate celebrative del centenario della Prima Guerra Mondiale, con il patrocinio della Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri:

– 9 luglio evento inaugurale nel parco del Museo della Fanteria, con la messa in scena della pièce teatrale Palle girate e altre storie (dietro le quinte della grande guerra) di Michele D’Andrea.

Al termine della serata alle 22.00 sarà proiettato il film di Riccardo Milani Scusate se esisto! con la partecipazione del regista, di Paola Cortellesi e Raoul Bova.

– 11 luglio serata a cura del Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo, con il concerto del Coro Lirico Italiano diretto da Renzo Renzi, del Coro Inni e Canti di Lotta di Giovanna Marini diretto da Sandra Cotronei, e dell’Ensemble di fiati I Cameristi di Roma, Chitarra Andrea Oggioni. Presenta Arturo Stalteri; “e noi quella notte sparammo alle stelle – tregua di Natale 1914” scritto e interpretato da Rosalba Panzieri; contributi speciali da Archivio Luce e Discoteca di Stato; la serata si concluderà con la proiezione del film Torneranno i prati del Maestro Ermanno Olmi.

Proiezioni cinematografiche e incontri con artisti registi e attori

Schermi italiani

La Direzione Generale per il Cinema-MIBACT propone dal 9 al 19 luglio Schermi Italiani, una selezione della stagione cinematografica 2014/15, realizzata con il sostegno di Luce Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, e dal 20 al 26 luglio Amarcord 35mm, dove per una settimana sarà possibile vedere e rivedere sul grande schermo alcuni classici del nostro cinema proiettati in pellicola.

La Sala Mibact si propone dunque come una vera città del cinema dell’estate romana.

Schermi italiani propone il 9 luglio il film di Riccardo Milani Scusate se esisto! con la partecipazione del regista, di Paola Cortellesi e Raoul Bova.

Il 10 luglio una serata tutta noir con Anime Nere di Francesco Munzi, film vincitore quest’anno di 9 David di Donatello, e l’opera prima di Michele Alhaique Senza nessuna pietà.

Il 12 luglio saranno protagonisti Luigi Lo Cascio e Alessandro Gassman, interpreti di Il nome del figlio di Francesca Archibugi e I nostri ragazzi di Ivano De Matteo.

Sono in programma, inoltre, i tre film italiani che hanno partecipato all’ultimo Festival di Cannes, Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, Mia madre di Nanni Moretti e Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino.

E ancora altre tre opere prime, Vergine giurata di Laura Bispuri, Se Dio vuole di Edoardo Falcone, Short Skin – I dolori del giovane Edo di Duccio Chiarini e il secondo lavoro di Roan Johnson Fino a qui tutto bene.

Completano il programma di Schermi italiani il film di Saverio Costanzo Hungry Hearts, I bambini sanno di Walter Veltroni, Noi e la Giulia di Edoardo Leo, La nostra terra di Giulio Manfredonia e il cortometraggio che si è aggiudicato il “Nastro d’Argento 2015” Sk–Sonderkommando di Nicola Ragone.

Domenica 19 luglio chiude questo spazio Il giovane favoloso di Mario Martone.

Numerose le partecipazioni alle serate di registi e attori, tra i quali Paola Cortellesi, Raoul Bova, Barbara Bobulova, Francesco Munzi, Michele Alhaique, Edoardo Falcone, Nicola Ragone.

Amarcord 35mm

Dal 20 al 26 luglio, nell’arena cinematografica e sempre a ingresso gratuito, continueranno le proiezioni con “Amarcord 35mm”. Per una settimana sarà possibile vedere e rivedere sul grande schermo alcuni classici del nostro cinema proiettati in pellicola.

Lunedì 20 luglio apre la rassegna Carlo Verdone con due suoi film culto, Compagni di scuola e Borotalco. Martedì 20 luglio è la volta di Paolo Virzì con Ferie d’agosto e La bella vita. A due grandi autori del cinema italiano sono dedicate le giornate del 22 e del 23 luglio, rispettivamente a Valerio Zurlini (La prima notte di quiete e La ragazza con la valigia) e a Pier Paolo Pasolini (La ricotta e Accattone). Il 24 luglio sarà un venerdì all’insegna del brivido con L’uccello dalle piume di cristallo di Dario Argento e La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati, mentre sabato 25 luglio vedrà protagonista Monica Vitti con due suoi film fra i più amati: La Tosca di Luigi Magni e La ragazza con la pistola di Mario Monicelli. “Amarcord 35mm” chiude domenica 26 luglio con un omaggio a Federico Fellini: Roma e Le notti di Cabiria.

Museo storico della Fanteria – Spettacoli Concerti Mostre

L’Esercito Italiano aprirà, a partire dalle ore 19.00, i Musei Storici della Fanteria e dei Granatieri di Sardegna che custodiscono vive testimonianze del valore di molte generazioni di italiani che hanno contribuito, fino all’estremo sacrificio, allo sviluppo di un’identità nazionale, alla crescita sociale, culturale e democratica. In particolare presso il Museo Storico della Fanteria sarà visitabile una mostra temporanea dedicata a Gabriele D’Annunzio.

Nei giardini dello stesso Museo saranno esposti alcuni mezzi militari storici, provenienti dal Museo della Motorizzazione Militare, e alcuni cimeli di notevole interesse storico provenienti dal Museo dei Bersaglieri e dall’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio.

Esercito Italiano propone inoltre un ricco programma di concerti delle principali bande musicali dei Corpi Militari e delle Specialità dell’Esercito: Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Esercito Italiano, Marina Militare, Brigata Granatieri di Sardegna, Scuola Trasporti e Materiali.

Inoltre sono in programma altri concerti e spettacoli come l’esibizione del Coro Salvo D’Acquisto; lo spettacolo “Noi il pane l’abbiamo baciato” di e con Rosalba Panzieri; “Raccontando la Traviata” con la orchestra Armelis diretta dal Maestro Fulvio Creux, e la partecipazione del soprano Carmela Maffongelli, del tenore Daniele Penco e del baritono Enrico Paoletti; il concerto per pianoforte di Franco Zennaro; l’esibizione del Coro Eretum Jazz Singers; lo spettacolo teatrale “La fortuna con la effe maiuscola” di Eduardo De Filippo con la compagnia “Insieme per caso”; il concerto “Canti di amore e guerra” con la voce di Graziella Antonucci e la chitarra di Marco Quintiliani.

Il 16 luglio, nell’area archeologica si svolgerà l’esibizione della Fanfara a cavallo del Reggimento “Lancieri di Montebello” (8°).

Area archeologica e visite guidate

La Soprintendenza Speciale per il Colosseo e il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma offre l’apertura straordinaria dell’intera area con visite guidate gratuite, alle ore 19.00, tutti i giorni; il 16 luglio alle ore 18.30; 12 luglio in sostituzione sarà visitabile la ricostruzione di un campo militare romano allestito nell’area archeologica.

In occasione dei lavori di restauro del Tempio di Venere e Cupido, nel 2014 è stato effettuato un piccolo saggio di scavo, che ha permesso di ricalcolare le misure della struttura ed è stata realizzata una applicazione multimediale che permette di vedere su smartphone e tablet il monumento ricostruito interamente. Questa applicazione sarà presentata al pubblico per la prima volta in occasione della manifestazione.

Sono stati realizzati anche nuovi pannelli didattici in italiano e in inglese per migliorare la visita alle strutture conservate.

Domenica 12 la visita al complesso archeologico sarà sostituita da ricostruzioni storiche e laboratori didattici a cura della Legio XXX “Ulpia Victrix”; a partire dalle ore 18,00 sarà possibile visitare un piccolo campo militare romano di epoca imperiale e alcuni tavoli espositivi a tema che illustreranno alcuni aspetti tecnologici dell’epoca. Un tavolo sarà dedicato alla chirurgia e alla medicina, mentre altri due tavoli alle tecniche decorative dell’affresco e del mosaico.

Museo degli Strumenti musicali

Il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, attualmente in via di ristrutturazione, ospiterà degli intrattenimenti musicali nell’androne della Palazzina Samoggia.

Saranno utilizzati il monumentale organo napoletano del 700 collocato al piano terra del Museo, ed uno strumento musicale estremamente raro e particolare appartenente alle collezioni museali, un autopiano a coda Steinway&Sons funzionante sia come normale pianoforte, sia come pianoforte totalmente automatico mediante l’utilizzo di congegni a rulli perforati; per l’occasione saranno utilizzati rulli originali con musiche di Johann Sebastian Bach, di Fryderyk Chopin, e di Georges Bizet.

La Basilica di Santa Croce in Gerusalemme e gli annessi orti saranno visitabili in apertura straordinaria notturna fino alle ore 22.30.

Programma dettagliato 9/19 luglio 2015

Giovedì 9 luglio

Spettacoli e Concerti
20.00 Presentazione della serata e della manifestazione
20.15 Palle girate e altre storie (dietro le quinte della grande guerra) di e con Michele D’Andrea
Schermi Italiani
21.00 Teatro Mobile in Ascesa e caduta della città di Mahagonny di Bertolt Brecht e Kurt Weill
22.00 Scusate se esisto! di Riccardo Milani con Raoul Bova, Paola Cortellesi, Ennio Fantastichini

Venerdì 10 luglio

Spettacoli e Concerti
19. 30 Coro polifonico Salvo D’Acquisto in “Canti della Patria”
20. 15 Concerto della Banda della Polizia di Stato
Schermi Italiani
21.15 Anime nere di Francesco Munzi con Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane, Barbora Bobulova
23.00 Senza nessuna pietà di Michele Alhaique con Pierfrancesco Favino, Greta Scarano, Claudio Gioè, Adriano Giannini, Ninetto Davoli

Sabato 11 luglio

Spettacoli e Concerti
20.15 Concerto della Banda della Brigata Granatieri di Sardegna
Schermi Italiani
21.15 Serata MIBACT dedicata alla Prima Guerra Mondiale Anna Magnani in ’O surdato ‘nnammurato; Concerto del Coro Lirico Italiano e del coro del Laboratorio dei Modi contadini di Giovanna Marini, Scuola Popolare di Musica di Testaccio con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica; Performance “La notte del Natale 1914” interpretata da Rosalba Panzieri; Contributi speciali da Archivio Luce e Discoteca di Stato.
22.30 torneranno i prati di Ermanno Olmi con Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti.

Domenica 12 luglio

18.00 Esibizione LEGIO XXX “ULPIA VICTRIX”
Spettacoli e Concerti
20.15 Noi il pane l’abbiamo baciato spettacolo sulla Grande Guerra di e con Rosalba Panzieri con l’accompagnamento musicale della Banda della Scuola Trasporti e Materiali
Schermi Italiani
21.15 Il nome del figlio di Francesca Archibugi con Alessandro Gassman, Luigi Lo Cascio, Valeria Golino, Rocco Papaleo, Micaela Ramazzotti
23.00 I nostri ragazzi di Ivano De Matteo con Alessandro Gassman, Luigi Lo Cascio, Giovanna Mezzogiorno, Barbora Bobulova

Lunedì 13 luglio

Spettacoli e Concerti
20.15 Raccontando La Traviata
Orchestra di fiati “Armelis” diretta da Fulvio Creux; soprano Carmela Maffongelli, tenore Daniele Penco, baritono Enrico Paoletti
Schermi Italiani
21.15 Sk – Sonderkommando di Nicola Ragone – Corto Nastro d’Argento 2015
21.30 Il racconto dei racconti di Matteo Garrone con Salma Hayek,Vincent Cassel, Toby Jones, John C. Reilly, Alba Rohrwacher

Martedì 14 luglio

Spettacoli e Concerti
20.15 Concerto per pianoforte del maestro Franco Zennaro
Schermi Italiani
21.15 Mia madre di Nanni Moretti con Margherita Buy, John Turturro, Giulia Lazzarini, Nanni Moretti
23.00 Vergine giurata di Laura Bispuri con Alba Rohrwacher, Flonja Kodheli, Lars Eidinger

Mercoledì 15 luglio

Spettacoli e Concerti
20.15 Concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri
Schermi Italiani
21.15 Short Skin – I dolori del giovane Edo di Duccio Chiarini con Matteo Creatini, Francesca Agostini, Nicola Nocchi, Miriana Raschillà, Bianca Ceravolo
22.45 I bambini sanno di Walter Veltroni

Giovedì 16 luglio

Spettacoli e Concerti
19.00 Esibizione della Fanfara a cavallo del Reggimento Lancieri di Montebello (8°)
20.00 La fortuna con l’effe maiuscola di Eduardo De Filippo Compagnia “Insieme per caso”
Schermi Italiani
21.15 Noi e la Giulia di Edoardo Leo con Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Carlo Buccirosso
23.15 La nostra terra di Giulio Manfredonia con Iaia Forte, Stefano Accorsi, Sergio Rubini, Debora Caprioglio, Bebo Storti

Venerdì 17 luglio

Spettacoli e Concerti
19.30: Coro Polifonico Eretum Jazz Singers
20.15: Canti di amore e guerra – voce di Graziella Antonucci, chitarra Marco Quintiliani
Schermi Italiani
21.15 Se Dio vuole di Edoardo Falcone con Marco Giallini, Alessandro Gassman, Laura Morante
22.45 Fino a qui tutto bene di Roan Johnson con Paolo Cioni, Paolo Giommarelli, Alessio Vassallo, Guglielmo Favilla, Silvia D’Amico.

Sabato 18 luglio

Spettacoli e Concerti
20.15 Concerto della Banda dell’Esercito
Schermi Italiani
21.15 Hungry Hearts di Saverio Costanzo con Adam Driver, Alba Rohrwacher, Roberta Maxwell
23.15 Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino con Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, Paul Dano, Jane Fonda

Domenica 19 luglio

Spettacoli e Concerti
20.15 Concerto della Banda della Marina Militare
Schermi Italiani
21.15 Il giovane favoloso di Mario Martone (2014, 137′), Elio Germano, Michele Riondino, Massimo Popolizio, Anna Mouglalis, Isabella Ragonese

Programma Amarcord 35mm 20/26 luglio

Dal 20 al 26 luglio nella Sala Mibact continueranno le proiezioni, sempre a ingresso gratuito.
Per una settimana sarà possibile vedere e rivedere sul grande schermo alcuni classici del nostro cinema proiettati in pellicola su grande schermo.

Lunedì 20 luglio

ore 21.15 Compagni di scuola di Carlo Verdone (1988, 118’)
ore 23.15 Borotalco di Carlo Verdone (1982, 118’)

Martedì 21 luglio

ore 21.15 Ferie d’agosto di Paolo Virzì (1996, 108’)
ore 23.00 La bella vita di Paolo Virzì (1994, 92’)

Mercoledì 22 luglio

ore 21.15 La prima notte di quiete di Valerio Zurlini (1972, 132’)
ore 23.30 La ragazza con la valigia di Valerio Zurlini (1960, 103’)

Giovedì 23 luglio

ore 21.15 La ricotta (ep. di Ro.Go.Pa.G.) di Pier Paolo Pasolini (1962, 35’)
ore 22.00 Accattone di Pier Paolo Pasolini (1961, 116’)

Venerdì 24 luglio

ore 21.15 L’uccello dalle piume di cristallo di Dario Argento (1975, 127’)
ore 23.30 La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati (1976, 110’)

Sabato 25 luglio

ore 21.15 La Tosca di Luigi Magni (1973, 104’)
ore 23.00 La ragazza con la pistola di Mario Monicelli (1968, 102’)

Domenica 26 luglio

ore 21.15 Roma di Federico Fellini (1972, 120’)
ore 23.15 Le notti di Cabiria di Federico Fellini (1957, 110’)

Fonte e foto: Comando Militare Esercito della Capitale

Bambini soldato in Congo e in Mali, INTERSOS ne parla oggi a Bari

“Il fenomeno dei bambini soldato – fa sapere INTERSOS, l’organizzazione umanitaria onlus fondata nel 1992 – colpisce più di 300mila bambini in tutto il mondo. Combattenti, schiave sessuali, raccoglitori di cibo, legna e acqua: bambini e bambine costretti a subire e perpetrare violenze che cancellano l’infanzia”.

Dal 2010 l’associazione è presente nella Repubblica Democratica del Congo per costruire scuole con l’obiettivo di togliere i bambini alla guerra, per garantire loro l’accesso all’educazione e il diritto al futuro. Con più di 100 operatori locali, INTERSOS raggiunge i bambini più vulnerabili, quelli più esposti al rischio dell’arruolamento, e i bambini ex soldato, che sono riusciti a uscire dalle forze armate e che hanno bisogno di sostegno psicosociale per il reinserimento a scuola e nelle famiglie.

Dal 2012 INTERSOS ha raggiunto anche il Mali, per far fronte con un centro di riabilitazione all’emergenza degli adolescenti arruolati nelle milizie armate.

A dare testimonianza della vita quotidiana di questi bambini e adolescenti, oggi pomeriggio a Bari, il responsabile educazione di INTERSOS, Paul Kakule Vyasongya, che ha lavorato nella Repubblica Democratica del Congo come responsabile dei progetti di educazione per i bambini più vulnerabili, incontrando volti e storie delle piccole vittime della guerra. Ora, è responsabile educazione in Mali.

Paul espone “Le storie e le immagini dal campo” oggi a Bari, alle 17.30, presso il Centro Padri Comboniani, dando testimonianza diretta del lavoro che INTERSOS svolge per arginare e scardinare il fenomeno dei bambini soldato.

Fonte: INTERSOS Puglia

Foto: INTERSOS

Mali, guerra e crisi. L’Intersos distribuisce kit prima necessità, difficile tracciare spostamento profughi

Sta aumentando il profilo di rischio del Mali, sia dal punto di vista dell’azione militare che nell’ottica umanitaria. L’organizzazione per l’emergenza umanitaria Intersos ha fatto sapere lo scorso 29 gennaio che “nell’area di Mopti le famiglie dispongono di cibo solamente per due settimane, poi le scorte non basteranno”.

La guerra sta sconvolgendo il nord del paese, fa sapere l’organizzazione, che chiede sostegno alla propria azione, ma l’emergenza che colpisce la maggioranza della popolazione è la crisi alimentare: il Sahel è afflitto da mesi di siccità accompagnata da prezzi del cibo sempre più alti.

Non è bastato il buon raccolto del 2012 nel sud, si apprende, a risollevare le condizioni di moltissime famiglie nel nord, che si sono trovate di fronte a un doppio problema per la sicurezza alimentare: la siccità e l’occupazione delle milizie ribelli. Le conseguenze della guerra rendono difficile l’approvvigionamento del nord, molti corridoi di distribuzione degli aiuti sono inaccessibili e la carenza di cibo crea allarme per l’impatto creato su una popolazione impoverita e malnutrita già da lungo tempo. Nella regione desertica del Sahel ogni anno circa 300mila bambini perdono la vita per effetto della malnutrizione, fa sapere Intersos che continua l’azione di assistenza agli sfollati nelle province di Mopti e Sevarè, zona di cerniera tra nord e sud del paese, con distribuzione di kit di prima necessità per poter dormire, cucinare e lavarsi.

“Le persone arrivano in autobus o a piedi portando con loro pochissimi effetti personali e sono bisognose di tutto. Sono accolte dalle famiglie residenti, già messe a dura prova dalle prime ondate di sfollati. Circa 5mila nuovi sfollati sono andati a sommarsi ai 230mila che trovano riparo dalla guerra. Il lavoro di raccolta dati dei bisogni e delle vulnerabilità, svolto dal nostro staff in queste settimane – specifica Intersos – rende possibile oggi portare aiuto a chi è in maggiore stato di necessità e urgenza”. Ma è importante sostenere l’azione di emergenza in un momento in cui le ritorsioni peggiorano lo stato generale di insicurezza.

“Seguiamo da vicino il caso di 26 donne ricoverate all’ospedale pubblico di Mopti, 6 di loro sono vittime di uno stupro di gruppo. Sono lontane dalle loro famiglie e necessitano di sostegno per poter trascorrere il periodo di ricovero ospedaliero”, spiega Federica Biondi, coordinatrice dell’intervento umanitario di Intersos in Mali.

A mettere in grave pericolo la sicurezza dei bambini, soprattutto nelle zone rurali, sono gli ordigni inesplosi, i cosiddetti UXO. Sembra ne siano rimasti molti sul terreno ed è una questione da affrontare immediatamente per evitare nuove vittime. In aggiunta, dall’inizio della guerra molte scuole sono state danneggiate e le lezioni interrotte, lasciando senza educazione migliaia di bambini.

Gli sfollati finora assistiti da Intersos indicano di voler rientrare a casa appena le condizioni di sicurezza lo permetteranno. Il flusso di persone che dal nord fuggono verso il sud è accompagnato da un movimento, ancora limitato, di persone verso nord, a partire dalla capitale Bamako, nelle zone liberate dall’esercito francese e maliano. “Bisogna prepararsi per il possibile ritorno di oltre 230mila sfollati e poi di 150mila rifugiati”, sottolinea Marco Rotelli, Segretario generale di Intersos da Bamako.

“E’ molto complicato tracciare gli spostamenti in regioni così enormi e dove in molte aree l’accesso è ancora impossibile, l’esperienza insegna che la presunta calma nelle città nuovamente sotto controllo del governo maliano non è detto che si mantenga senza nuove violenze. Non possiamo escludere nuovi esodi e spostamenti nei paesi confinanti. Ancor più preoccupante la situazione delle zone non urbane del Mali, dove il disordine è prevedibile e molto meno controllabile, potrebbero verificarsi vendette, incursioni e rappresaglie, limitando la possibilità di assicurare assistenza umanitaria”, conclude Rotelli.

Intersos in Mauritania da marzo 2012 assiste i rifugiati dal Mali nel campo profughi di Mberra. Oggi oltre 55mila persone, soprattutto donne e bambine, vi trovano accoglienza e riparo.

Fonte: Intersos

Foto: Giornalettismo

In Pakistan emergenza pari ad Haiti e tsunami

Il più grande disastro al mondo. Huma Beg, regista di Islamabad, è rimasta impressionata dalla portata delle inondazioni che hanno colpito il Pakistan.

La sua testimonianza – riportata insieme a quella di un’altra donna, Noor Aftab della ong Shahina Aftab Foundation, da BBC online – narra di un paesaggio sconvolto.

Huma aveva girato un documentario nella valle dello Swat in luglio. Meno di un mese dopo si è ritrovata nello stesso posto a filmare quello che non c’era più. “Ma il peggio – dice – deve ancora venire. I problemi arriveranno in inverno e dureranno tutto l’anno”, questo a causa delle mancate vendite dei prodotti della terra che costituivano la fonte di reddito per i contadini della zona.

Per chi si è riparato nei villaggi in montagna, dunque, si tratta solo di posticipare di un poco la sofferenza. Mancano farina e zucchero. I volontari e le ong li stanno comperando per la popolazione colpita dal disastro.

In Italia l’Agenzia Italiana Risposta Emergenze (Agire) ha lanciato un appello lo scorso 20 agosto in favore delle popolazioni colpite. “Dopo oltre un mese di piogge monsoniche continue – si legge dal sito dell’agenzia – il Pakistan è in ginocchio. Diciassette milioni e duecentomila persone sono state colpite da quella che le Nazioni Unite hanno definito una catastrofe paragonabile al terremoto di Haiti e allo tsunami del 2004”.

I fondi raccolti sosterranno interventi di ActionAid, Cesvi, Intersos, Save the Children e Vis per la consegna di beni di prima necessità e kit igienico/sanitari.

Fonte: BBC; Agire

Foto: Huma Beg/BBC