Mar 20, 2011
1219 Views
0 0

Libia, coalizione a cinque Italia compresa per l’operazione Odyssey Dawn

Written by

E’ stata lanciata ieri 19 marzo 2011 l’operazione Odyssey Dawn contro bersagli all’interno della Libia allo scopo di proteggere i civili dagli attacchi condotti dalle forze di Muammar Gheddafi.

Una coalizione a cinque, composta da assetti militari di Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Italia e Canada, ha dato applicazione al dettato delle Nazioni Unite che con la risoluzione del Consiglio di Sicurezza n.1973 del 17 marzo scorso autorizza all’adozione di tutte le misure necessarie alla protezione dei civili e alle aree occupate dagli stessi.

L’operazione è cominciata con l’azione delle forze aeree francesi contro mezzi terrestri ieri 19 marzo poco dopo le 17 ora italiana ed è proseguita con il lancio di circa 110 missili Tomahawk verso obiettivi in Libia da navi e sottomarini statunitensi nel Mediterraneo per l’attuazione della no-fly zone.

La Joint Task Force Odissey Dawn è condotta dalla USS Mount Whitney dal Mar Mediterraneo. In questa fase iniziale delle operazioni ci sono 24 unità navali coinvolte, appartenenti a Italia, Canada, Francia e Regno Unito (foto/UD DoD).

Ieri il vice ammiraglio americano Bill Gortney, direttore del Joint Staff, ha condotto una conferenza stampa sull’operazione Odissey Dawn (da cui è stata tratta la slide della capacità navale alleata) illustrando i dettagli iniziali di quella che sarà un’operazione complessa.

Articoli correlati:

Emergenza Libia in Paola Casoli il Blog

Fonte: Globalsecurity

Foto: U.S. Department of Defense/Globasecurity

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza