Ago 23, 2011
125 Views
0 0

Non sarà che le pensioni dei militari siano troppo alte?

Written by

Il riferimento qui è alle pensioni dei militari statunitensi. Non sarà che siano troppo alte, si chiede un articolo dell’Associated Press?

In un momento in cui si sta tirando la cinghia, con un settore militare sempre meno popolare e non sempre equo nei confronti di chi è in servizio, non sarà che percepire la metà dello stipendio dai quarant’anni in poi per tutto il resto della vita sia un po’ troppo generoso?

Il conto è presto fatto. Andare in pensione dopo vent’anni di servizio significa lasciare le armi a trentotto anni con una pensione mensile pari a metà dello stipendio, retribuita da subito e vita natural durante. Come fare per assicurarsi tale tranquillità? Semplice, dice l’articolo, “basta arruolarsi”.

Considerato poi che se si resta in servizio oltre i vent’anni, precisamente fino almeno a un totale di trentacinque anni di servizio, la pensione si alza fino a raggiungere l’87,5% dello stipendio, si legge, ecco che entrare nell’esercito significa fare l’affare della propria vita.

A mettere i puntini sulle i, anzi, a spulciare i dollari fino ai centesimi delle paghe dei militari, ci ha pensato una commissione di esperti in vari settori, tutti ad alto livello: dall’executive management alla corporate governance, dalle risorse umane alla tecnologia e alla sanità.

A commissionare tale studio, in linea con la frugalità imposta ai lavoratori dal periodo di crisi economico-finanziaria, ci ha pensato invece il Pentagono, provocando timori e perplessità non solo tra i militari in pensione, ma anche tra quelli in servizio attivo.

Per carità, stiamo parlando di un sistema rimasto invariato da cento anni, essendo stato ideato in un periodo in cui la vita umana non era così lunga e in un momento in cui di seconda possibilità di lavoro, o di riciclo, usando termini contemporanei, ancora non se ne parlava. Ora però le cose sono cambiate. Si vive più a lungo e si ricomincia volentieri un’altra carriera di lavoro a quaranta o a cinquant’anni.

Certo però che lo studio degli esperti non ha preso in considerazione l’impatto dell’eventuale applicazione di riduzioni nel calcolo delle pensioni: a questo punto non potrebbe diventare meno allettante arruolarsi, dice l’articolo, visto che si mette a rischio la propria vita combattendo in prima linea per il proprio paese? E considerato che molto spesso le esperienze combat inficiano la qualità della vita irrimediabilmente?

Ma poi, saranno ancora d’accordo i civili a lavorare per mantenere ex militari quarantenni che nel frattempo intraprendono una carriera civile?

Niente paura, ha chiarito il Pentagono, si è trattato solo di uno studio. Ma intanto il sasso è stato lanciato.

Fonte: AP

Foto: Grandpa Simpson dal blog Keith’s Sports Journal

Article Tags:
· · · · · · ·
Article Categories:
Forze Armate