Set 26, 2011
467 Views
0 0

L’Iran si sta dotando di un sistema missilistico avanzato migliore dell’S-300 russo e di un elicottero da combattimento più tecnologico del Lynx della Westland

Written by

Un sistema missilistico “più avanzato dell’S-300 russo”, come ha annunciato il comandante della base militare di Khatam-ol-Anbiya riportato dal Tehran Times, e un elicottero da combattimento navale e terrestre, dalla “tecnologia avanzata” e molto simile al Lynx della Westland, secondo il generale Hooshang Yari, comandante della Iranian Infantry Air Division.

Ecco a cosa sta lavorando l’Iran secondo un articolo di Armed Forces International.

Poco più di una ventina di giorni fa, l’Aiea, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, aveva già manifestato preoccupazione per l’intenzione dell’Iran di sviluppare un missile nucleare. E lo aveva  scritto in un rapporto che la Reuters aveva visionato lo scorso 2 settembre. Ora sembra che il progetto iraniano sia in fase di lavorazione.

Il sistema missilistico attulamente in lavorazione, il Bavar 373, sarebbe una derivazione del sistema russo S-300 (foto rt.com), la cui costruzione era stata vietata all’Iran da un embargo occidentale. La versione attuale, che rinnova il vecchio sistema nato negli anni Sessanta, è equipaggiata con tre diversi tipi di missili idonei a contrastare una gran varietà di minacce.

Per quanto riguarga l’elicottero, fa sapere Armed Forces International, le informazioni sono invece molto limitate e lasciano capire che si potrebbe trattare di un elicottero simile ai Sea King e ai Lynx costruiti a Yeovil dalla Westland, con capacità di combattimento navale e terrestre. Non è certo che si possa trattare dell’elicottero iraniano Shahed 285 della Hesa (foto Avia Dejà Vu) già presentato nel 2009.

Fonti: Armed Forces International, Reuters, Tehran Times

Foto: rt.com, crimso.msk.ru

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza