Ott 28, 2011
128 Views
0 0

Giuramento volontarie al 235° RAV Piceno. Foto

Written by

Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina e onore a tutti i doveri del mio stato per la difesa della patria e la salvaguardia delle libere istituzioni.

E’ questa la formula di giuramento pronunciata stamane nella caserma Clementi di Ascoli Piceno dalle 302 allieve del 235° reggimento addestramento volontari (RAV) Piceno.

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito generale di corpo d’armata Giuseppe Valotto (nella foto con il comandante della Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, generale Giuseppe Gay), presente alla cerimonia, ha commentato: “L’Esercito è una istituzione altamente formativa e soprattutto leale, affidabile, pulita e trasparente, che poco pochissimo chiede e che per contro tanto, tantissimo dà, anche in termini di vite umane”.

La formula solenne di giuramento delle allieve conclude le nove settimane della prima fase di addestramento e prelude al prossimo ingresso in reparto delle volontarie, la cui provenienza geografica segala una netta preponderanza di sud e isole (63%), mentre il centro e il nord si attestano rispettivamente al 26% e all’11%.

Prevale il titolo di studio di diploma quinquennale (circa 89%), le laureate sono un 5% circa, mentre le volontarie con licenza media e qualifica professionale sono rispettivamente il 4% e il 2%.

Articolo correlato:

Giuramento delle volontarie al 235° RAV Piceno alla presenza del Capo di stato maggiore dell’Esercito generale Valotto (28 ottobre 2011)

Fonte: stato maggiore Esercito

Foto: stato maggiore Esercito

Article Categories:
Forze Armate