Set 26, 2012
48 Views
0 0

La Polonia vuole comprare settanta elicotteri per il suo esercito

Written by

É il primo ministro polacco Donald Tusk a delineare pubblicamente la necessità in termini numerici di elicotteri militari della Polonia. La dichiarazione del primo ministro, relativa alla decisione di comprare 70 elicotteri per l’Esercito polacco in un’ottica di accelerazione dell’ammodernamento dei mezzi in dotazione, compare oggi sull’agenzia polacca PAP.

Si tratta di una dichiarazione che appare come un passo significativo da parte della Difesa, dato che la Polonia, come ex stato del blocco orientale, ha ancora 250 elicotteri dell’era sovietica da sostituire nei prossimi anni.

La consegna dei primi elicotteri è attesa per il 2014, ha detto Tusk, parlando di un costo gigantesco, ma evitando di fornire precisazioni. I conti, tuttavia, sono presto fatti se si pensa che a marzo la gara d’appalto lanciata dalla Polonia per 26 elicotteri multiruolo per l’esercito si aggirava tra i 360 e i 720 milioni di euro.

In Polonia sono presenti due impianti di produzione di elicotteri, uno italo-britannico, l’AgustaWestland, e l’altro americano, la Sikorsky Aircraft.

L’AgustaWestland ha comprato nel 2010 la PZL Swidnik, che produce gli elicotteri Sokol usati nelle operazioni di soccorso sia dai vigili del fuoco che dall’esercito. Nei programmi della AgustaWestland c’è la produzione di elicotteri AW 109, AW 119, AW 139 e pezzi dell’AW 101 a Swidnik, nel sud della Polonia.

La Sikorsky, da parte sua, ha cominciato a produrre la nuova versione di Black Hawk S70i per l’esportazione nell’impianto PZL Mielec, anch’esso nel sud della Polonia.

Entrambe le aziende potrebbero essere interessate dalla richiesta formulata pubblicamente oggi da Tusk.

La Polonia è membro NATO dal 1999 e fa parte dell’Unione Europea dal 2004.

Articoli correlati:

AgustaWestland in Paola Casoli il Blog

Sikorsky in Paola Casoli il Blog

Fonte: AFP via DefenseNews

Foto: topnews.in

Article Categories:
Forze Armate