Gen 3, 2013
444 Views
0 0

L’Iran conclude l’esercitazione navale Velayat 91, vessillo di autodifesa e deterrenza

Written by

La deterrenza, pilastro portante della dottrina militare iraniana, e l’ostentazione della strenua capacità di autodifesa sono stati gli elementi che hanno costituito la ratio dell’esercitazione navale Velayat 91, appena conclusa dall’Iran.

Così ha tenuto a sottolineare il contrammiraglio Habibollah Sayyari della Marina Militare Iraniana, dichiarando che “tra gli obiettivi dell’addestramento c’era la dimostrazione della capacità delle Forze Armate Iraniane e della Marina di difendere le acque territoriali e gli interessi nazionali tramite la creazione di una stabile dimensione di sicurezza nella regione, oltre che veicolare un messaggio di pace e amicizia nei confronti degli stati vicini”.

La Velayat 91, quest’anno durata sei giorni contro i dieci dell’edizione precedente del dicembre 2011, ha avuto luogo tra lo stretto di Ormuz e il golfo di Aden nell’ambito di circa un milione di metri quadrati. Nel corso del training sono stati provati anche equipaggiamenti di produzione iraniana.

Martedì, quinto giorno di esercitazione, il contrammiraglio Amir Rastegari, portavoce della Velayat 91, ha riferito che ben una trentina di intrusioni nell’area esercitativa da parte di drone e aerei spia a caccia di informazioni sull’esercitazione in corso  sono state bloccate dalle Forze Iraniane, in particolare dalle unità di superficie della Marina e dalla base di difesa aerea di Khatam al-Anbiya.

Fonti: PressTV, LeakSource

Foto: PressTV, LeakSource

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza