Mar 14, 2013
133 Views
0 0

I Paesi Bassi elevano l’allerta terrorismo

Written by

“La probabilità di un attacco terroristico nei Paesi Bassi o ai danni di interessi olandesi all’estero è aumentata”, ha affermato il National Coordinator for Security and Counterterrorism (NCTV). Per questo il livello di allerta terrorismo nei Paesi Bassi è stato elevato ieri, 13 marzo, al grado di “considerevole”, ritenendo significativo il rischio di una radicalizzazione dell’estremismo islamico in seguito all’incremento del numero di militanti islamici che si spostano dai Paesi Bassi alla Siria.

Il rischio, ha spiegato l’agenzia, è che gli estremisti che si battono per un Islam radicale all’estero possano ritornare e “spingere altri, nei Paesi Bassi, a seguire le loro orme”.

I cambiamenti politici in Nord Africa e nel Medio Oriente hanno creato lo spazio per l’espansione dei gruppi islamici radicali, mettendo in difficoltà le capacità delle forze di sicurezza, afferma la NCTV. Una vera e propria minaccia a cui la polizia e i servizi di intelligence olandesi hanno risposto con il dispiegamento di personale extra.

I Paesi Bassi, pur non essendo mai stati oggetto di attentati clamorosi, sono stati colpiti nove anni fa dall’omicidio del regista olandese Theo van Gogh (foto), assassinato ad Amsterdam da Mohammed Bouyeri, un estremista islamico, cittadino olandese figlio di un musulmano marocchino, esponente del Gruppo Hofstad, che ha agito per vendicare alcune immagini ritenute offensive del cortometraggio di van Gogh sulla condizione femminile nell’Islam, Submission.

Fonte: Reuters

Foto: Theo van Gogh colpito a morte/thefileroom.org

Article Categories:
Sicurezza