Feb 3, 2014
220 Views
0 0

Maltempo, aumentano militari impiegati: a Fiumicino ora sono 50, a Cortina si aggiungono cinque istruttori di alpinismo, nel trevigiano è all’opera il CIMIC di Motta di Livenza

Written by

A Fiumicino è salito a cinquanta il numero dei militari dell’Esercito che stanno operando da ieri sera nell’abitato di Isola Sacra in soccorso alla popolazione colpita dal maltempo.

I genieri dell’Esercito, stanno utilizzando 7 motopompe idrovore, mezzi movimento terra, camion per il trasporto dei materiali di risulta ed attrezzature specialistiche per interventi in caso di pubbliche calamità. Inoltre, gli stessi stanno posizionando sacchetti a terra per il contenimento delle acque presso il centro anziani di largo Borsellino a Fiumicino e con le macchine movimento terra stanno ripristinando la viabilità nei pressi del centro commerciale Parco Leonardo.

Sul fronte dell’emergenza neve, arriveranno in serata a Cortina d’Ampezzo, in aggiunta ai circa 120 alpini già all’opera nel bellunese, cinque istruttori di alpinismo che grazie alle loro particolari abilità tecniche, avranno il compito di liberare dalla neve i tetti a rischio di cedimento, in concorso alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco.

Inoltre, circa 30 militari dell’Esercito del NATO CIMIC Group (Civil and Military Cooperation) di Motta di Livenza, da qualche ora, sono impiegati con lo scopo di pattugliare e monitorare gli argini dei fiumi Livenza e Monticano nel trevigiano.

Anche nelle prossime ore i mezzi speciali del genio dell’Esercito continueranno a operare lungo tutta la penisola per soccorrere i cittadini in difficoltà e per agevolare il ripristino della viabilità nelle zone colpite dal maltempo. L’Esercito in queste situazioni, ancora una volta, costituisce una risorsa per il Paese e uno strumento a disposizione dell’intera comunità nazionale.

Articoli correlati:

L’emergenza maltempo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Esercito

Article Categories:
Forze Armate