Lug 22, 2014
90 Views
0 0

Marina Militare, antipirateria: il caccia Doria salpa stamane per l’op Atalanta e dirige a Gibuti, dove il 6 agosto il contrammiraglio Rando assumerà il comando operazione

Written by

Oggi, martedì 22 luglio, alle 10, il caccia Andrea Doria della Marina Militare salpa dalla stazione navale Mar Grande di Taranto per prendere parte all’operazione Atalanta per il contrasto alla pirateria e dirigere alla volta di Gibuti, dove il prossimo 6 agosto il contrammiraglio Jὓrgen Zur Mȕhlen, della Marina tedesca, cederà il comando dell’operazione al contrammiraglio Guido Rando della Marina Militare Italiana.

La cerimonia vedrà l’Italia assumere per la terza volta il comando dell’operazione Atalanta da quando, nel dicembre 2008, fu approvata dal Consiglio dell’Unione Europea per contrastare il fenomeno dilagante della pirateria marittima.

Quale Force Commander della Task Force 465, al momento composta da 4 fregate (1 olandese, 2 spagnole e 1 tedesca) nonché da una rifornitrice di squadra tedesca, l’ammiraglio Rando si avvarrà di uno staff internazionale formato da 34 ufficiali e sottufficiali appartenenti a 12 differenti nazioni (Belgio, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Olanda, Portogallo, Romania, Serbia e Spagna).

Nave Doria, sotto il comando del capitano di vascello Gianfranco Annunziata, ha un equipaggio di 208 tra uomini e donne comprensivo dei team specialistici della brigata marina San Marco, del Gruppo Operativo Subacquei e della Sezione elicotteri, che disporrà di un elicottero EH 101.

Il comandante in capo della Squadra navale, ammiraglio Filippo Maria Foffi, saluterà personalmente l’equipaggio di nave Doria, in un momento di incontro per significare l’importanza della missione per la  Marina Militare e per l’Italia.

La Marina Militare è attualmente presente nel Corno d’Africa con il caccia Mimbelli, impegnata dallo scorso 6 febbraio nell’operazione NATO Ocean Shield per il contrasto alla pirateria.

Articoli correlati:

L’operazione Atalanta in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza