Set 7, 2016
82 Views
1 0

Marina, cambio comando Mare Sicuro: al contrammiraglio Maffeis subentra il collega Torresi, il bilancio di tre mesi

Written by

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (13)Si è svolto ieri, 6 settembre, a bordo della fregata Fasan ad Augusta, in Sicilia, la cerimonia di avvicendamento del comando dell’operazione Mare Sicuro alla presenza del Comandante in Capo della Squadra Navale ammiraglio di squadra Filippo Maria Foffi, fa sapere la Marina Militare in un comunicato stampa di ieri, 6 settembre.

Il contrammiraglio Alberto Maffeis ha ceduto il comando dell’operazione Mare Sicuro al contrammiraglio Placido Torresi.

L’ammiraglio Maffeis passa le consegne dopo tre mesi, periodo durante il quale sono state 18 le navi della Marina che si sono alternate nell’operazione, con una presenza media giornaliera in mare di circa 950 militari e oltre 21.300 persone tratte in salvo.

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (12)Rispetto al bilancio del periodo di comando precedente (vedi link articolo in calce), si nota un ulteriore incremento della mole di lavoro degli uomini e donne della Marina nell’operazione in corso nel Mediterraneo centrale, con un forte  aumento del numero di migranti tratti in salvo.

L’operazione Mare Sicuro è stata varata dal governo a seguito dell’aggravarsi della crisi libica. Dal 12 marzo 2015 è stato schierato in mare un dispositivo aeronavale con la missione di svolgere, in applicazione della legislazione nazionale e degli accordi internazionali vigenti, attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale, al fine di assicurare la tutela degli interessi nazionali.

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (5)Il compito dell`operazione Mare Sicuro, alla luce dell`aggravarsi della minaccia terroristica, è quello di rafforzare quanto già in atto da parte delle navi della Marina Militare che operano nel Mediterraneo centrale, al fine di assicurare la tutela degli interessi nazionali mediante la protezione delle linee di comunicazione, delle navi commerciali, della flotta peschereccia italiana, delle fonti energetiche strategiche d’interesse nazionale e la sorveglianza delle formazioni jihadiste, come sottolinea il comunicato.

La presenza delle navi della Marina in alto mare assicura inoltre una cornice di sicurezza a tutti i mezzi navali impegnati nelle attività di ricerca e soccorso (SAR), in particolare a quelli delle Capitanerie di Porto, conclude il comunicato stampa della Marina.

Articoli correlati:

Marina, Mare Sicuro: il contrammiraglio Vitiello è avvicendato dal collega Maffeis (20 giugno 2016)

Mare Sicuro in Paola Casoli il Blog

La Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (1)

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (11)

 

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (9)

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (7)

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (8)

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (1)

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (10)

20160906_Mare Sicuro_cambio Maffeis-Torresi (3)

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza