Brigata Pozzuolo: il 3° Guastatori si esercita in ambiente anfibio in uno scenario ad alta intensità con demolizione finale di un molo dal natante

Si è conclusa presso la base logistica-addestrativa di Muggia, a Trieste, l’attività addestrativa in ambiente anfibio del Genio condotta da una compagnia del 3° reggimento Genio Guastatori di Udine, ha fatto sapere ocn un comunicato stampa del 5 ottobre scorso la brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli.

L’attività, si apprende, è inserita nell’ambito dell’addestramento continuo delle forze dell’Esercito facenti parte del Capability Basket della Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare.

Il personale esercitato si è schierato nell’area esercitativa di Muggia dallo scorso 24 settembre 2018, dove ha condotto le attività di: nuoto operativo, ribaltamento del gommone, scuola voga, presa di costa, allestimento di un bivacco, marcia zavorrata e topografica.

A conclusione dell’addestramento anfibio, il personale del 3° Genio ha condotto un’esercitazione di contro mobilità specialistica che è culminata con un “raid anfibio” al fine di demolire un molo con cariche esplosive operando a bordo di un natante.

“L’addestramento costante – scrive la brigata Pozzuolo – garantisce la necessaria preparazione tecnico-professionale ed etica per affrontare con successo tutte le sfide e i compiti assegnati alle Unità della Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli sul territorio nazionale e nelle missioni all’estero. Durante le attività dinamiche si sviluppano competenze tattiche e si affinano quelle doti umane che possano servire a prendere decisioni e a portare a termine la missione assegnata in situazioni estremamente difficili, come quelle che si presentano nelle operazioni militari moderne”.

L’esercitazione è servita a perfezionare e mantenere le capacità del Genio in ambiente anfibio nel contesto delle azioni anfibie autonome proprie dell’Esercito o delle operazioni anfibie propriamente dette, tipiche dello sviluppo della Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare.

La fase conclusiva dell’attività è stata supervisionata dal Comandante della Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, Generale di Brigata Giovanni Parmiggiani, e dal Comandante del 3° reggimento Genio Guastatori di Udine, Colonnello Riccardo Maria Renganeschi.

Il 3° Genio è l’unica Unità dell’Arma del Genio inserita nella Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare di cui la Pozzuolo del Friuli è la principale fornitrice degli assetti Esercito per la Difesa, conclude il comunicato.

Fonte e foto: brigata Pozzuolo del Friuli