Lug 24, 2020
77 Views
1 0

Il TAAC-W di Resolute Support ha ricevuto la visita del COM RS Gen Miller

Written by

“Il Comandante della missione Resolute Support (RS), Generale (USA) Austin Scott Miller, ha fatto visita nei giorni scorsi al Train Advise and Assist Command West (TAAC-W) di Herat, il Comando NATO a guida italiana, attualmente su base 132^ Brigata corazzata Ariete, responsabile nell’ambito della missione della parte occidentale dell’Afghanistan”, ha fatto sapere con un comunicato stampa di oggi, 24 luglio, lo stesso TAAC-W.

Il Gen Miller“che è giunto a Camp Arena accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa afgano, Generale Yasin Zia, dal Direttore del National Directorate of Security (NDS), Ahmad Zia Saraj, e da alcuni alti Ufficiali della missione NATO”, si legge dal comunicato – ha prima voluto essere aggiornato dal Comandante del TAAC-West, Generale di Brigata Enrico Barduani, sulle principali questioni relative alla sicurezza dell’area, facendo anche il punto di situazione sull’emergenza COVID-19 nella regione, che risulta essere una delle aree del paese più duramente colpite dalla pandemia.

Il Comandante di Resolute Support ha quindi colto l’occasione per elogiare i recenti ottimi risultati, ottenuti dagli advisor italiani nell’addestramento delle forze di sicurezza afgane.

“Successivamente – fa sapere il TAAC-W – è stato accolto il Generale Abdul Arghandiwal, che proprio nei giorni scorsi ha assunto il Comando del 207° Corpo d’Armata afgano, unità mentorizzata dal TAAC-West”.

Si è tenuta una riunione (shura) durante la quale il Comandante di RS e i leader afgani hanno ampiamente discusso delle criticità relative alla sicurezza del territorio e della situazione di efficienza dei reparti del 207° che operano nella regione.

Il Gen Barduani ha inoltre potuto illustrare tutte le più importanti attività che il contingente italiano ha posto in essere a favore delle forze di difesa e di sicurezza afgane, nonché le iniziative finalizzate al sostegno delle autorità politiche locali.

La missione NATO Resolute Support è composta da militari di 39 nazioni, con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle istituzioni e delle forze di sicurezza afgane, al fine di renderle autosufficienti e in grado di provvedere autonomamente alla salvaguardia del paese e dei propri cittadini.

“Il contributo italiano, espresso con personale e mezzi di Esercito, Aeronautica, Marina e Carabinieri, ha consentito finora alla regione ovest dell’Afghanistan di raggiungere standard di sicurezza e sviluppo tra i più elevati nel paese”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: TAAC-W RS

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate