cambio comando

Brigata Friuli, cambio all’RCST: via il ten col Di Bisceglie, arriva il ten col Romano

Ieri, martedì 18 settembre, nella Caserma Mameli di Bologna si è celebrata la cerimonia di avvicendamento del Comandante del Reparto Comando e Supporti Tattici (RCST) Friuli, ha fatto sapere la brigata Friuli con un comunicato stampa di ieri.

Alla presenza del Comandante della Brigata Aeromobile Friuli, Generale di Brigata Salvatore Annigliato, il Tenente Colonnello Pasquale Di Bisceglie ha ceduto il comando al parigrado Mauro Romano, per assumere l’incarico di Capo Sezione Pubblica Informazione presso la stessa brigata Aeromobile, si apprende.

“Militari del Reparto Comando e Supporti Tattici Friuli, con voi ho passato i due anni e mezzo più intensi della mia vita professionale. Alla vostra giuda ho effettuato il periodo di comando più bello, perché solo il comando di uomini che lavorano incessantemente e soprattutto in silenzio e senza pretesa di riconoscimento, dà quel senso di appartenenza a una compagine professionale genuina e ricca di valori”: sono queste le parole con cui il ten col Di Bisceglie ha voluto salutare gli uomini e le donne del suo Reparto.

ll gen Annigliato ha rivolto al Comandante uscente parole di grande stima, elogiandone l’impegno quotidiano, l’estrema dedizione e l’onestà intellettuale ed esortato il personale del Reparto a mettere a disposizione del Comandante subentrante la stessa lealtà, abnegazione e intelligente partecipazione.

Articoli correlati:

La brigata Friuli in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata aeromobile Friuli

Savoia Cavalleria, cambio al vertice: il col Margheriti cede il comando al col Lustrino e va a guidare il reggimento allievi della Scuola Sottufficiali

Cambio al vertice per i Cavalieri paracadutisti del Savoia Cavalleria: “il prossimo 14 settembre, alla presenza del Prefetto di Grosseto, Sua Eccellenza Cinzia Teresa Torraco, del Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore, Generale di Brigata Rodolfo Sganga, e di numerose autorità civili e militari, avrà luogo il cambio del comandante del reggimento Savoia Cavalleria (3°), ha reso noto lo stesso Reggimento con un comunicato stampa dell’11 settembre.

La cerimonia, che al suo culmine vedrà il 104° Comandante, col Ermanno Lustrino, ricevere nelle sue mani lo Stendardo, si svolgerà in forma solenne contestualmente alla rievocazione dei fatti d’arme del 24 agosto 1942: il 103° Comandante, col Cristian Margheriti, nel salutare gli uomini e le donne che ha guidato con successo attraverso molteplici sfide, si porrà un’ultima volta alla loro testa, celebrando la carica eroica condotta 76 anni prima dalle Cravatte Rosse a Insbuscenskij.

Dopo un anno intenso, che lo ha visto condurre i suoi cavalieri paracadutisti dalle coste libanesi nell’ambito della missione internazionale Leonte XXIII ai capoluoghi toscani sotto l’egida dell’operazione Strade Sicure, il col Margheriti terrà ancora sguainata la sciabola del comando, preparandosi a guidare il reggimento allievi della Scuola Sottufficiali di Viterbo; per il col Lustrino invece, che torna a indossare la cravatta rossa dopo aver lasciato quattro anni fa il comando del 1° gruppo Squadroni esplorante, si prospetta un periodo di intensi impegni addestrativi e operativi, nell’ambito del completamento della trasformazione del reggimento in unità di cavalleria paracadutisti, specifica in dettaglio il comunicato.

Articoli correlati:

Il Savoia Cavalleria in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: rgt Savoia Cavalleria (3°)

COMFOP SUD, cambio al vertice: il gen De Leverano cede il comando al gen Castellano

Domani, venerdì 2 febbraio, con inizio alle 10.45, nella Sala dei Baroni del Castel Nuovo (Maschio Angioino) in Napoli, il Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano cederà il comando delle Forze operative Sud al Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, ha fatto sapere ieri lo stesso Comando delle Forze Operative Sud (COMFOP SUD).

La cerimonia si svolgerà alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano (CaSME), gen Danilo Errico.

Articoli correlati:

Il COMFOP SUD in Paola Casoli il Blog

Il gen De Leverano in Paola Casoli il Blog

Il gen Castellano in Paola Casoli il Blog

Fonte: COMFOP SUD

Foto: nella combo le foto dei Generali dai siti web istituzionali di Difesa ed Esercito

TAAC-W, Resolute Support: la brigata Sassari subentra alla Taurinense

Si è svolta nella mattinata di ieri, 14 dicembre, nell’aeroporto di Herat, la cerimonia di avvicendamento alla guida del Train Advise Assist Command West (TAAC W), il comando NATO multinazionale e interforze a guida italiana che opera nella regione occidentale dell’Afghanistan nell’ambito della Missione Resolute Support (RS).

La brigata alpina Taurinense, dopo sei mesi di addestramento, consulenza e assistenza a favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF) dell’ovest, è stata avvicendata dalla brigata Sassari, fa sapere il comunicato stampa dello stesso TAAC-W.

Alla cerimonia, presieduta dal vicecomandante di RS, gen Richard Cripwell, hanno partecipato l’Ambasciatore d’Italia a Kabul, Roberto Cantone, il comandante del Comando Operativo di vertice Interforze (COI), l’ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, e tutte le massime autorità civili e militari afgane della regione ovest.

Il gen Cripwell, nel suo intervento, ha ringraziato il comandante cedente, gen Massimo Biagini, e gli alpini schierati per gli eccellenti risultati conseguiti e ha formulato al gen Gianluca Carai, “e ai Dimonios della Sassari”, scrive il TAAC-W nel suo comunicato, gli auguri per il difficile e delicato compito che li attende.

Ripercorrendo le numerose attività condotte dal TAAC W nel semestre di responsabilità della Taurinense, il vicecomandante di RS ha voluto citare alcuni significativi successi, quali i quattro expeditionay advisory package (EAP) svolti a Farah, Shindand e Qala-eye-now; l’impegno a favore delle donne afgane e le iniziative intraprese per il contrasto alla corruzione nella pubblica amministrazione che, uniti alle campagne informative nelle scuole e nelle aree rurali contro la minaccia di ordigni improvvisati, hanno rappresentato una novità nell’attività di Train Advise and Assist (TAA).

Le attività di addestramento (Train) e di consulenza (Advise e Assist), che attualmente sono svolte dagli advisor del TAAC-West a favore delle ANDSF, hanno il duplice obiettivo di rendere le Forze di Sicurezza locali autonome nella gestione dello sviluppo professionale del proprio personale, e di formare nuovi istruttori (“train the trainers”), oltre che addestrare “specialisti” in materia di intelligence, di contrasto agli ordigni improvvisati, di impiego di mortai e artiglierie, di controllo dello spazio aereo e altro ancora, attraverso corsi mirati, seminari e simposi.

“Per il Comando della brigata Sassari si legge dal comunicato – si tratta ormai del quarto mandato in terra afgana, il primo dalla nascita della missione Resolute Support avvenuto il 1° gennaio 2015; contestualmente il 152º reggimento Fanteria Sassari ha assunto il comando della Task Force Arena, unità preposta alla sicurezza e al supporto delle attività del contingente italiano avvicendando il 2° reggimento Alpini di Cuneo”.

Articoli correlati:

Il TAAC-W in Paola Casoli il Blog

Gli EAP del TAAC-W in Paola Casoli il Blog

La brigata Taurinense in Paola Casoli il Blog

La brigata Sassari in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: TAAC-W RS

 

 

Esercito: cambio alla direzione del Polo Mantenimento Pesante Sud, via il gen S.Loria arriva il gen Barbera

Si è svolta nella mattinata del 17 novembre, nella Caserma Carlo Cervelli di Nola, in provincia di Napoli, sede del Polo di Mantenimento Pesante Sud, la “cerimonia di avvicendamento del Direttore tra il Brigadier Generale Salvatore Loria, cedente, e il Brigadier Generale Pietro Barbera, subentrante”, ha fatto sapere il Comando Logistico Esercito (COMLOG) con una nota stampa.

Alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose cittadine e di rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, sono intervenuti il Comandante Logistico dell’Esercito, gen Leonardo di Marco, e il Comandante dei Trasporti e Materiali, gen Arnaldo Della Sala.

Il gen Salvatore Loria cede la direzione del Polo dopo oltre due anni di permanenza per andare a ricoprire un prestigioso incarico al Comando dei Trasporti e Materiali dell’Esercito, si apprende, mentre il gen Pietro Barbera ha lasciato da poco la direzione di un altro ente dell’Area Logistica della Forza Armata, il Polo Nazionale Rifornimenti di Piacenza (link articolo in calce).

Il Polo di Mantenimento Pesante Sud è stato istituito con decreto 13 luglio 1998 per riorganizzazione dello Stabilimento Veicoli da Combattimento e per accorpamento dell’Arsenale Esercito di Napoli, dai quali ha ereditato tradizioni ed esperienze, spiega il COMLOG nella nota.

Nell’anno 2015 ha assunto alle proprie dipendenze il 10° Centro Rifornimenti e Mantenimento di Napoli e le Sezioni Rifornimenti e Mantenimento con sedi a Palermo e Cagliari.

L’ente, grazie alle preziose competenze delle maestranze civili, provvede al mantenimento in efficienza di materiali, mezzi e relativi equipaggiamenti in dotazione alle unità dell’Esercito dislocate sul territorio nazionale e nei teatri operativi, anche mediante l’impiego di squadre a contatto, con riferimento alle artiglierie, ai veicoli blindati e corazzati, ai materiali del genio, ai veicoli cingolati per truppe alpine, alle stazioni di energia e ai relativi sistemi, compresi quelli optoelettronici e delle trasmissioni di bordo, conclude la nota.

Articoli correlati:

Esercito: avvicendamento alla direzione del Polo nazionale rifornimenti di Piacenza, il gen Loria ha avvicendato il gen Barbera (10 novembre 2017)

Fonte e foto: COMLOG

 

Esercito, brigata Pozzuolo del Friuli: anche l’80° comandante, gen Parmiggiani, ha comandato i Lagunari come il suo predecessore. Le foto della cerimonia del cambio

Si è svolta oggi, 10 novembre, nella Caserma Guella di Gorizia, sede del Comando brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, la cerimonia militare di avvicendamento alla guida della Grande Unità dell’Esercito.

Al generale di brigata Ugo Cillo è subentrato il generale di brigata Giovanni Parmiggiani, proveniente dal Comando Forze Operative Terrestri di Supporto di Verona (COMFOTER SPT), fa sapere la stessa Brigata con un comunicato stampa odierno.

Al cambio erano presenti il comandante della Divisione Friuli, generale di divisione Carlo Lamanna, il prefetto di Gorizia, Isabella Alberti, e il sindaco, Rodolfo Ziberna.

Il gen Cillo ha voluto, nel suo discorso, ricordare tutte le attività operative e addestrative che in questi due anni di comando hanno interessato la Brigata e i propri Reggimenti: dall’operazione “Leonte XXI” in Libano, all’operazione “Strade Sicure”; dal Centenario della Presa di Gorizia, al Centenario dei fatti d’arme di Pozzuolo del Friuli.

Due anni intensi che hanno consolidato i rapporti della Pozzuolo del Friuli con il territorio, non solo isontino, ma dell’intera regione, e con le città che ospitano le proprie Unità.

Il gen Parmiggiani, 80° comandante della brigata di Cavalleria, inizierà il suo mandato con numerose attività addestrative in corso e l’impegno dei reggimenti per l’operazione Strade Sicure nel nord e centro Italia.

Entrambi gli ufficiali generali – spiega il comunicato stampa – hanno comandato il reggimento Lagunari Serenissima, unità di manovra della Pozzuolo del Friuli.

Articoli correlati:

La brigata Pozzuolo del Friuli in Paola Casoli il Blog

Il COMFOTER SPT in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Pozzuolo del Friuli

Esercito, cambio al vertice della Pozzuolo del Friuli: il gen Cillo cede il comando al gen Parmiggiani

Domani, venerdì 10 novembre, a Gorizia, nella caserma Federico Guella, sede della brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, avrà luogo la cerimonia di cambio del Comandante.

Il gen Ugo Cillo cederà il comando al gen Giovanni Parmiggiani, che diventerà l’80° Comandante della brigata goriziana.

La cerimonia militare avrà inizio alle 11, con l’afflusso programmato a partire dalle 10.45.

Dopo le allocuzioni del Comandante cedente, di quello subentrante e della massima autorità, la Preghiera del Cavaliere chiuderà l’evento.

Articoli correlati:

La brigata Pozzuolo del Friuli in Paola Casoli il Blog

Il gen Ugo Cillo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Pozzuolo del Friuli

AVES, cambio comando 4° rgt Scorpione: via il col Gatto arriva il col Travaglini. Si conferma il motto “res e non verba” del Reggimento

“Passaggio di testimone al 4° reggimento di Sostegno dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), fa sapere un comunicato stampa del Comando Aviazione dell’Esercito dello scorso 3 novembre nel riferire della cerimonia di avvicendamento.

Venerdì scorso, spiega l’AVES in dettaglio, nell’hangar Magg. Gen. Tec. (Arm) Sergio Beschi di Viterbo, ha avuto luogo, alla presenza del Comandante del Sostegno dell’Aviazione dell’Esercito, Colonnello Giuseppe Troisi, la cerimonia per l’avvicendamento del comandante del 4° reggimento Scorpione tra il Colonnello Angelo Gatto, cedente, e il Colonnello Luca Travaglini, subentrante.

All’evento erano presenti, oltre alle autorità militari e religiose, la Signora Maria Concetta Micheli, prima donna pilota di elicottero in Italia e pilota militare di elicottero ad “honorem”, e la Signora Catia Gatti, vedova del Maresciallo Capo Massimo Gatti, effettivo al 4 reggimento Scorpione quando in Libano, il 6 agosto 1997, perse la vita.

Nel suo discorso di commiato, il col Gatto ha tracciato una sintesi di questo suo periodo di comando, spiega il comunicato stampa, mostrando soddisfazione per l’esperienza, la professionalità e l’impegno con cui tutti gli uomini e le donne del Reggimento hanno operato per garantire il mantenimento degli aeromobili, dei mezzi e dei materiali peculiari loro affidati.

Al suo successore ha rinnovato il compito di custode dei valori del Reggimento e ha formulato l’augurio di buon lavoro con il motto “Res” e “non Verba”, nel più nobile spirito che anima e contraddistingue tutti gli appartenenti al 4° Scorpione.

Con il passaggio della custodia dello Stendardo di Guerra del Reggimento, simbolo dei valori e riferimento nel tempo per tutto il personale del Reggimento, termina questa parentesi professionale del col Gatto, fa sapere l’AVES, che andrà a ricoprire l’incarico di Capo Ufficio Aeromobili Mezzi e Materiali Peculiari al Comando Sostegno Aviazione dell’Esercito, e inizia quella del col Luca Travaglini, proveniente dal Comando Operativo di Vertice Interforze (COI).

Articoli correlati:

Il 4° rgt AVES Scorpione in Paola Casoli il Blog

L’AVES in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: AVES

COMFOTER SUPPORTO: cambio del Comandante del Reparto Comando, Ten Col Fecchio cede il comando al collega D’Amato

Si è svolta ieri mattina, 22 settembre, nella Caserma Dalla Bona a Verona, alla presenza del Vice Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER SUPPORTO), generale di divisione Claudio Rondano, la cerimonia del cambio del Comandante del Reparto Comando: il tenente colonnello Davide Fecchio ha ceduto il comando al tenente colonnello Pasquale D’Amato.

È lo stesso COMFOTER SUPPORTO a darne notizia con un comunicato stampa.

Il tenente colonnello Fecchio andrà a ricoprire un importante incarico all’interno dello staff del COMFOTER di Supporto di Verona.

Il Reparto Comando ha il compito di supportare il Comando Forze Operative Terrestri di Supporto nei suoi molteplici compiti istituzionali e, inoltre, fornisce personale in concorso all’Operazione Strade Sicure nella città di Verona.

Articoli correlati:

Il COMFOTER SUPPORTO in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER SUPPORTO

CME Abruzzo, cambio comando: al gen De Vito subentra il gen Di Giovanni

Domani, giovedì 14 settembre 2017, alle 10.30, nella Sala Polifunzionale della caserma Pasquali – Campomizzi di L’Aquila, il Generale di Brigata Rino De Vito cederà il Comando del CME (Comando Militare Esercito) Abruzzo al Generale di Brigata Giuseppe Di Giovanni, si apprende dallo stesso CME Abruzzo.

“Il Comando Militare Esercito “Abruzzo” – spiega la Forza Armata dal sito istituzionale – è il comando territoriale che conduce le attività legate al Reclutamento, alle Forze di Completamento e alla Promozione e Pubblica Informazione sul territorio della Regione Abruzzo”.

“In tale veste è alla continua ricerca di sinergie con gli Enti locali per meglio mettere a disposizione del cittadino i servizi offerti dalla struttura militare locale”, sottolinea l’Esercito.

Articoli correlati:

CME Abruzzo in Paola Casoli il Blog

Fonte: CME Abruzzo

Foto: inabruzzo.com