cyber warfare

Cyber Defence: oggi alla Cecchignola un seminario sulla difesa informatica. Presenti i ministri della Difesa dell’Italia, dell’Estonia e il sottosegretario Difesa della Lettonia

Oggi 30 ottobre, a Roma, nella Città Militare della Cecchignola, si tiene il seminario sulla difesa informatica “The Role of Cyber Defence to Protect and Sustain EU” organizzato nell’ambito delle attività del ministero della Difesa in occasione della Presidenza di turno italiana del Consiglio dell’ Unione Europea.

Il convegno, attraverso interventi e dibattiti, offrirà una possibilità per discutere sulle sfide e le prospettive future nel settore dello sviluppo industriale sulla sicurezza informatica a protezione e sostegno dell’economia europea.

Il consesso, aperto dal Ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, vedrà la partecipazione del Ministro della Difesa dell’Estonia, Mr.Sven Mikser, del Sottosegretario alla Difesa lettone, Mr.Janis Sarts, e del Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

All’evento interverranno, inoltre, il Director Capability, Armament and Technology dell’Agenzia di Difesa Europea (EDA), Air Commodore Peter Round, alte cariche istituzionali e rappresentanti del mondo industriale impegnati nel campo della sicurezza informatica.

Articoli correlati:

Cyber Warfare in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: nextme

Italia e Israele, colloqui tra i Capi di stato maggiore della Difesa: l’amm Binelli Mantelli riceve il gen Gantz, incontro sulla cooperazione bilaterale in cyber warfare e terrorismo internazionale

Il Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, ha ricevuto il 5 novembre scorso, a Palazzo Caprara, il suo omologo israeliano, generale Binyamin Gantz.

Nel corso dell’incontro, avvenuto in un clima di fattiva collaborazione, il Capo di stato maggiore della Difesa israeliano ha ringraziato le Forze Armate italiane per lo straordinario impegno profuso nella stabilizzazione delle diverse aree di crisi.

Al centro del colloquio, la cooperazione bilaterale, in particolare nell’ambito dell’addestramento congiunto, delle capacità Cyber Warfare e degli equipaggiamenti militari.

È stata, inoltre, sottolineata l’importanza di uno scambio informativo nel contrasto ai traffici illeciti e al terrorismo internazionale, in particolare nell’area mediorientale, anche con riferimento alla missione UNIFIL.

In servizio con le Israel Defence Forces (IDF) dal 1977, il generale Gantz è stato nominato Capo di stato maggiore della Difesa nel febbraio 2011.

Fonte e foto: stato maggiore Difesa

USA, la lista ai tagli alla Difesa: ecco come Panetta ristruttura le Forze Armate statunitensi

L’elenco dei tagli che Leon Panetta, segretario alla Difesa degli Stati Uniti, intende applicare alle Forze Armate statunitensi è orientato alla ridefinizione di un sistema militare più snello, in una parola “small”.

Un’iniziativa che consente di impiegare più energie in Asia e in Medio Oriente, aree oggi di particolare interesse per gli americani.

Nel 2013, secondo quanto riportato da varie fonti (AFP, BBC, Reuters), inizieranno i primi sostanziali cambiamenti.

L’esercito subirà una diminuzione in termini di personale: dai 570mila militari del 2010 si dovrà arrivare a 490mila, entro settembre 2017. I Marine passeranno da 202mila a 182mila nello stesso periodo.

L’Asia costituisce  la priorità nei pensieri degli americani, vista la crescita della Cina. Per questo i 75mila militari in Giappone e in Corea del Sud resteranno al loro posto. Non solo, Marine verranno spediti in Australia e Singapore sarà un punto di riferimento per i pattugliatori.

Intanto si fa strada l’idea di un nuovo bombardiere in grado di “penetrare le sofisticate difese del nemico e colpire sulle lunghe distanze”.

Per quando riguarda l’Europa, delle quattro brigate pesanti attuali – tre in Germania e una in Italia – ne resteranno due. Mente Rota, in Spagna, ospiterà le navi lanciamissili statunitensi.

Le forze aeree vedranno una riduzione di gruppi di volo per un totale di circa 120 aerei in meno. Anche la flotta destinata ai trasporti verrà ridotta: 27 C-5A e 65 C-130 verranno ritirati. Stop anche per 38 C-27.

In mare sette incrociatori e due navi anfibie saranno presto ritirati, a vantaggio di basi agili in virtù di maggiore prontezza nelle emergenze.

L’arsenale nucleare non subirà variazioni, solo rallentamenti nei progetti già iniziati. Mentre il settore della cyber warfare sarà il privilegiato, con investimenti per la realizzazione di capacità offensive e difensive.

Chi invece si troverà a fronteggiare penalizzazioni consistenti saranno i veterani, che dovranno sostenere costi maggiori per la loro salute.

Fonte: AFP, Reuters, BBC

Foto: BBC

NRDC-ITA si esercita sulla cyber security. Concluso il seminario Eagle Mercury 2011

Il NATO Rapid Deployable Corps – Italy (NRDC-ITA) di Solbiate Olona, comandato dal generale Giorgio Battisti, ha ospitato nei giorni scorsi il seminario Eagle Mercury 2011 dedicato alla sicurezza informatica e alla difesa dai cosiddetti cyber attack.

Il 12 e il 13 luglio si sono alternati nella caserma Ugo Mara a Solbiate Olona, presso la sede del corpo di reazione rapida della Nato, conferenzieri provenienti dal settore militare e dalle industrie della Difesa e produttrici di hardware e software.

Nel corso della due giorni dedicata esclusivamente all’approfondimento delle tematiche relative ai sistemi di comando e controllo (C2) e all’analisi dell’evoluzione delle problematiche della sicurezza informatica, è stato presentato anche il calendario esercitativo fino a tutto il 2013.

Questi gli interventi:

il COTIE di Anzio ha trattato le Training Activities e la Cyber Defence;

gli specialisti delle comunicazioni di NRDC-ITA hanno preso in esame i sistemi C2 in ambito ISAF, su piano nazionale e NATO;

NCSA (NATO Communication and Information System Service Agency) è intervenuta su How NCSA can support operations and exercises in NATO environment;

CISCO ha trattato la Cyber Security e il Complex Project Management;

Thales ha sviluppato il tema relativo alla Tactical satellite communication e il C2;

Selex è intervenuta sulla Cyber security;

Microsoft ha parlato di Lifecycle data centre concept and security.

Articoli correlati:

Computer Information System (CIS)-study period alla Divisione Acqui (25 marzo 2011)

Le Forze Armate cinesi investono sulla guerra cibernetica (1° giugno 2011)

Il cyber terrorismo è una minaccia paragonabile a un attacco missilistico (19 ottobre 2009)

Cyber-guerra: gli Usa vogliono una digital warfare force (5 maggio 2009)

Fonte: PAO NRDC-ITA

Foto: PAO NRDC-ITA