Gen 27, 2012
205 Views
0 0

USA, la lista ai tagli alla Difesa: ecco come Panetta ristruttura le Forze Armate statunitensi

Written by

L’elenco dei tagli che Leon Panetta, segretario alla Difesa degli Stati Uniti, intende applicare alle Forze Armate statunitensi è orientato alla ridefinizione di un sistema militare più snello, in una parola “small”.

Un’iniziativa che consente di impiegare più energie in Asia e in Medio Oriente, aree oggi di particolare interesse per gli americani.

Nel 2013, secondo quanto riportato da varie fonti (AFP, BBC, Reuters), inizieranno i primi sostanziali cambiamenti.

L’esercito subirà una diminuzione in termini di personale: dai 570mila militari del 2010 si dovrà arrivare a 490mila, entro settembre 2017. I Marine passeranno da 202mila a 182mila nello stesso periodo.

L’Asia costituisce  la priorità nei pensieri degli americani, vista la crescita della Cina. Per questo i 75mila militari in Giappone e in Corea del Sud resteranno al loro posto. Non solo, Marine verranno spediti in Australia e Singapore sarà un punto di riferimento per i pattugliatori.

Intanto si fa strada l’idea di un nuovo bombardiere in grado di “penetrare le sofisticate difese del nemico e colpire sulle lunghe distanze”.

Per quando riguarda l’Europa, delle quattro brigate pesanti attuali – tre in Germania e una in Italia – ne resteranno due. Mente Rota, in Spagna, ospiterà le navi lanciamissili statunitensi.

Le forze aeree vedranno una riduzione di gruppi di volo per un totale di circa 120 aerei in meno. Anche la flotta destinata ai trasporti verrà ridotta: 27 C-5A e 65 C-130 verranno ritirati. Stop anche per 38 C-27.

In mare sette incrociatori e due navi anfibie saranno presto ritirati, a vantaggio di basi agili in virtù di maggiore prontezza nelle emergenze.

L’arsenale nucleare non subirà variazioni, solo rallentamenti nei progetti già iniziati. Mentre il settore della cyber warfare sarà il privilegiato, con investimenti per la realizzazione di capacità offensive e difensive.

Chi invece si troverà a fronteggiare penalizzazioni consistenti saranno i veterani, che dovranno sostenere costi maggiori per la loro salute.

Fonte: AFP, Reuters, BBC

Foto: BBC

Article Categories:
Forze Armate