Giacomo Lipari

UNIFIL, Libano: passaggio di responsabilità al comando del task group ITALAIR nel corso della Medal Parade

Ieri, 16 aprile, nel quartier generale della missione delle Nazioni Unite in Libano, a Naqoura, il tenente colonnello pilota Pier Luigi Verdecchia ha ceduto il comando del 41° task group ITALAIR al collega Maurizio Sabbi, comandante subentrante del 42° task group.

Una rappresentanza di peacekeeper delle 37 nazioni della missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) ha assistito al passaggio di consegne tra i due comandanti sulla linea di volo della task force (TF) ITALAIR, alla presenza dell’Head of Mission e Force Commander, generale Paolo Serra, e del comandante della TF ITALAIR, colonnello Giacomo Lipari.

La cerimonia militare si é svolta nell’ambito della Medal Parade per il conferimento della medaglia UNIFIL al personale del 41° task group ITALAIR, in riconoscimento dell’eccellente contributo fornito alla pace e alla stabilità del sud del Libano nei sei mesi del mandato.

Nel corso della cerimonia, il generale Serra, dopo aver ricordato i caduti che nel 1997 persero la vita nell’adempimento di una missione di volo nei cieli del Libano, ha espresso parole di profondo apprezzamento per la meritoria opera svolta dagli equipaggi e dal personale di supporto della task force, impegnati con grandissima professionalità nel quadro del delicato mandato contenuto nella risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Nei sei mesi di missione il personale del 41° task group ITALAIR ha fornito supporto elicotteri a UNIFIL svolgendo un ampio spettro di missioni, garantendo un continuo servizio di trasporto sanitario di emergenze, per un totale di 7 missioni. Nel corso del mandato sono state effettuate oltre 480 ore di volo e numerose missioni di ricognizione e di collegamento.

La task force ITALAIR è l’unità di volo interforze che opera in Libano dal lontano 1979 e impiega elicotteri AB-212 dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), su base 2° reggimento Aviazione Esercito Sirio, ed equipaggi di volo dell’Esercito Italiano, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare.

Articoli correlati:

La TF ITALAIR di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il TG ITALAIR di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte: UNIFIL MPIO

Foto: ITALAIR PIO/Cap. Giuseppe Marino

UNIFIL, Libano: celebrazione della Madonna di Loreto, patrona degli aviatori

Si sono tenute martedì scorso, 10 dicembre, nella base di Naqoura, sede del comando della missione di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) nel sud del Libano, le celebrazioni per la ricorrenza della Madonna di Loreto, Santa Patrona degli aviatori.

Per l’occasione il personale della Task Force ITALAIR, comandata dal colonnello Giacomo Lipari, e il colonnello Corrado Cicerone, quale senior impiegato in teatro dell’Aeronautica Militare, hanno organizzato una cerimonia religiosa, ufficiata dal cappellano militare del contingente italiano, don Fausto, all’interno dell’hangar della linea di volo del 41° Task Group.

Durante l’evento, alla presenza delle autorità civili e militari della missione di UNIFIL, è stata benedetta l’icona della Celeste Patrona, inviata al tenente colonnello Pier Luigi Verdecchia, comandante del gruppo di volo di ITALAIR, direttamente dal Santuario della Santa Casa.

La devozione del Pontefice Benedetto XV per la Madonna di Loreto lo spinse ad accogliere i desideri dei piloti della Prima Guerra Mondiale e a proclamare, il 24 Marzo 1920, la Beata Vergine quale Celeste Patrona di tutti gli aeronaviganti.

Le celebrazioni hanno coinvolto tutto il personale dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), dell’Aeronautica Militare e della Marina Militare.

La cerimonia si é conclusa con la benedizione di un elicottero AB-212 della Task Force ITALAIR e con un momento di raccoglimento dedicato a tutti i caduti dell’aria, suggellato dalla lettura della Preghiera dell’Aviatore e della Preghiera dell’Aviazione dell’Esercito.

Fonte e foto: UNIFIL MPIO, ITALAIR PIO

UNIFIL, Libano: CASEVAC della task force ITALAIR salva la vita a casco blu belga

La Task Force ITALAIR, unità di volo che opera nell’ambito della missione di UNIFIL sotto il Comando del generale Paolo Serra, ha portato a termine con successo una missione di evacuazione sanitaria (CASEVAC) a favore di un casco blu di nazionalità belga colpito da grave malore.

Ricevuto l’allarme, spiega il comunicato stampa di UNIFIL, l’elicottero dell’Aviazione dell’Esercito (AVES) è decollato prontamente dall’eliporto di Naqoura, sede sia del comando di UNIFIL che della Task Force ITALAIR, e ha raggiunto la postazione UN all’interno dell’area di operazione dove il militare belga era in servizio.

Il peacekeeper in emergenza sanitaria, una volta raggiunto, è stato imbarcato sull’AB-212 dall’AMET (Air Medical Evacuation Team) francese, che opera insieme al personale del 41° Task Group ITALAIR, e immediatamente trasportato all’ospedale indiano di Naqoura.

La prontezza operativa del personale del 41° Task Group ITALAIR e del team medico francese ha consentito con un intervento preciso e tempestivo di stabilizzare il paziente. L’ottimo lavoro di squadra è il risultato anche delle attività addestrative congiunte svolte in precedenza, che hanno permesso di condurre la missione con sicurezza ed efficacia, contribuendo in maniera determinante alla salvaguardia della vita del collega belga.

La Task Force ITALAIR, comandata dal colonnello Giacomo Lipari, supporta ininterrottamente dal 1979 la missione delle Nazioni Unite in Libano, garantendo il servizio di evacuazione sanitaria 24 ore su 24 in tutta l’area di operazione, ma anche effettuando voli di ricognizione, ricerca, trasporto e missioni a sostegno della popolazione locale.

Articoli correlati:

La TF ITALAIR di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO, ITALAIR PIO

UNIFIL, Libano: da Nave Doria equipaggi di volo della Marina Militare in visita a TF ITALAIR. Primo atterraggio EH101 su eliporto di Naqoura

Nei giorni scorsi, fa sapere il comunicato stampa di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), piloti, tecnici specialisti e operatori di volo della nave Doria hanno visitato la Task Force ITALAIR di Naqoura, comandata dal colonnello Giacomo Lipari.

Il cacciatorpediniere Andrea Doria della Marina Militare Italiana è recentemente passato in forza alla MTF (Maritime Task Force) di UNIFIL con il compito di supportare le LAF (Lebanese Armed Forces) nel monitoraggio delle acque territoriali libanesi.

Il personale della componente aerea di nave Doria ha raggiunto la base, sede della Task Force e del comando di UNIFIL, a bordo di un elicottero EH-101. Accolti dal comandante del 41˚ Task Group ITALAIR, tenente colonnello Pier Luigi Verdecchia, gli equipaggi hanno partecipato a una breve illustrazione delle capacità e dei compiti della task force e a un inquadramento operativo comune a chi è chiamato a operare nella terza dimensione del teatro libanese. Successivamente il personale della Marina Militare ha visitato le strutture del Task Group ITALAIR, con particolare attenzione all’organizzazione della linea di volo e dell’hangar manutenzione aeromobili.

La visita ha anche testimoniato un suggestivo momento storico in quanto, in occasione dell’evento, si è assistito al primo atterraggio di un EH-101 Merlin della Marina Militare sull’eliporto di Naqoura. L’occasione è stata pertanto propizia per suggellare i rapporti di fratellanza che legano gli equipaggi delle diverse Forze Armate italiane.

Le due unità di volo sono infatti chiamate a operare insieme per il perseguimento dei comuni obiettivi di UNIFIL definiti dalla Risoluzione 1701 sotto il comando del generale Paolo Serra, confermando ancora una volta l’ottimo affiatamento delle Forze Armate italiane nelle operazioni fuori area.

Articoli correlati:

UNIFIL, Libano: cerimonia di ingresso nel dispositivo di UNIFIL per Nave Andrea Doria della Marina Militare Italiana. Consegnati i baschi blu a tutto l’equipaggio (17 ottobre 2013)

Libano, UNIFIL: Nave Doria entra a far parte del dispositivo navale di UNIFIL a seguito tensioni nel Mediterraneo orientale (11 ottobre 2013)

Fonte e foto: UNIFIL MPIO; ITALAIR PIO

UNIFIL, Libano: arrivato il sesto elicottero AB-212 per la Task Force ITALAIR

È arrivato due giorni fa in Libano, presso la task Force ITALAIR di UNIFIL(United Nations Interim Force in Lebanon), il sesto elicottero AB-212 dell’AVES (Aviazione dell’Esercito).

L’operazione di immissione in teatro operativo, fa sapere il comunicato stampa di UNIFIL, si è conclusa con successo.

L’arrivo di questo sesto aeromobile consentirà di incrementare ulteriormente le capacità operative della Task Force ITALAIR, garantendo una migliore flessibilità di impiego e una maggiore disponibilità di assetti dell’unità di volo italiana che supporta la missione di UNIFIL.

Partito dal 2° reggimento dell’Aviazione dell’Esercito Sirio, e arrivato al porto di Beirut con un vettore navale, l’AB-212 è stato preso in consegna dal personale del 41° Task Group ITALAIR che si è recentemente rischierato in teatro sotto il comando del tenente colonnello Pier Luigi Verdecchia.

Una volta terminata la delicata procedura di sbarco, effettuata in una adeguata cornice di sicurezza tecnica e operativa, l’elicottero dalla livrea bianchissima segnata solo dalle insegne delle Nazioni Unite è stato ispezionato e preparato per raggiungere in volo la base di Naqoura, sede della Task Force ITALAIR e anche del Comando di UNIFIL.

Da oltre trent’anni ITALAIR supporta ininterrottamente la missione delle Nazioni Unite in Libano garantendo il servizio di evacuazione sanitaria 24 ore su 24 in tutta l’area di operazione, ma anche effettuando voli di ricognizione, ricerca, trasporto e missioni a sostegno della popolazione locale.

La storica componente di volo di UNIFIL é oggi una Task Force interforze che, sotto il Comando del colonnello Giacomo Lipari, impiega elicotteri AB-212 dell’AVES e personale specializzato dell’Esercito, dell’Aeronautica e della Marina Militare.

Articoli correlati:

La TF ITALAIR in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO; ITALAIR PIO

UNIFIL, Libano: Task Force Italair ha ricordato l’equipaggio scomparso sedici anni fa. Le foto

Sono stati commemorati ieri, 6 agosto, ad Al Tiri, nel Libano del sud, dai loro colleghi della Task Force Italair, gli elicotteristi scomparsi sedici anni fa durante una missione di volo.

In quella tragica giornata persero la vita il capitano Antonino Sgrò, il capitano Giuseppe Parisi e il maresciallo capo Massimo Gatti, oltre a due passeggeri, l’appuntato dei Carabinieri Daniel Forner e il sergente irlandese John Lynch.

La cerimonia di suffragio in onore ai caduti nel tragico evento ha avuto luogo alla presenza del generale Paolo Serra, Force Commander e Head of Mission di UNIFIL, di numerose autorità civili e militari libanesi, di una rappresentanza del contingente irlandese e del personale della Task Force Italair, comandata dal colonnello Giacomo Lipari.

Il generale Serra ha ricordato i caduti sottolineando il valore del loro tributo e ha espresso il suo apprezzamento al personale di Italair per il significativo contributo apportato alla missione UNIFIL.

L’unità di volo, che assicura ininterrottamente la capacità aerea di UNIFIL, è costituita da uno squadrone di elicotteri dell’Aviazione dell’Esercito (AVES) e da equipaggi di volo dell’Esercito Italiano, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare.

Articoli correlati:

Dopo la commemorazione in Libano dei caduti di Italair, il comune di Vitorchiano dedica una via al maresciallo Gatti. Le foto (3 ottobre 2012)

Italair di UNIFIL in Paola Casoli il Blog


Fonte: UNIFIL MPIO, ITALAIR PIO

Foto: CMC Fabio Baccello

UNIFIL, Libano: TOA al task group di ITALAIR, il tenente colonnello Innecco passa il comando al collega Ingrosso

Ieri, 29 aprile, a Naqoura, nel Libano del sud, il tenente colonnello Giuliano Innecco ha ceduto il comando del Task group di Italair, unità storica di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), al collega Vincenzo Ingrosso.

La cerimonia militare di conferimento al personale italiano della medaglia ONU, si e’ svolta al Comando di Italair alla presenza del Force Commander di UNIFIL, generale Paolo Serra, e del comandante di Italair, colonnello Giacomo Lipari.

Il colonnello Lipari, nel corso della medal parade, dopo aver ricordato i caduti di Italair che nel 1997 persero la vita nell’adempimento della missione sui cieli del Libano, ha definito la medaglia ONU un segno di meritato riconoscimento all’eccellente contributo per la pace in Libano e ha sottolineato come “dal 1979 i nostri elicotteri di Italair svolgono costantemente un ruolo importante nella condotta delle operazioni di UNIFIL”.

Nei sei mesi di missione, Italair ha effettuato oltre 372 ore di volo e 4 attività di evacuazione sanitaria a favore dei caschi blu di UNIFIL.

Italair opera da 34 anni a supporto di UNIFIL con attività di ricognizione, trasporto medico, ricerca e soccorso e di supporto logistico.

La componente interforze di UNIFIL della terza dimensione è composta da una task force di elicotteri AB212 dell’Aviazione dell’Esercito Italiano (AVES), su base 2° reggimento AVES Sirio, nonché da equipaggi di volo dell’Aeronautica e della Marina Militare Italiana.

Articoli correlati:

ITALAIR di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte: UNIFIL – MPIO

Foto: UNIFIL – MPIO