Giu 18, 2018
95 Views
0 0

MNBG-W KFOR, avvicendamento a Villaggio Italia: via i Paracadutisti, arrivano gli Alpini

Written by

Nella mattinata del 14 giugno scorso, alla presenza del vice Comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI), Generale di Divisione Aerea Nicola Lanza de Cristoforis, e del Comandante di KFOR, Generale di Divisione Salvatore Cuoci, ha avuto luogo l’avvicendamento al Comando del Multinational Battle Group West (MNBG-W) e del Contingente italiano dislocato presso la base di Villaggio Italia nell’ambito della missione KFOR.

Ne ha dato notizia lo stesso MNBG-W con un comunicato stampa.

Il contingente uscente, su base 185° reggimento Artiglieria Paracadutisti Folgore sotto il comando del col Ettore Gagliardi, è stato avvicendato dal contingente subentrante, su base 5° reggimento Alpini, comandato dal col Ruggero Cucchini.

Il passaggio della Bandiera della NATO, formale atto di cessione della responsabilità, è stato presieduto dal Comandante di KFOR, alla presenza di numerose autorità militari, civili, religiose.

Il gen Lanza de Cristoforis ha evidenziato l’importanza del contributo italiano nelle missioni internazionali, soffermandosi sui risultati raggiunti dai militari italiani, mentre il gen Cuoci ha sottolineato l’”Enduring Commitment” dimostrato dalle Forze impegnate nella missione in Kosovo, esprimendo sentite parole di compiacimento per la professionalità dimostrata dall’unità e per l’apprezzamento rivolto dalle istituzioni kosovare.

“Durante i sei mesi di mandato – si legge dal comunicato stampa – il contingente multinazionale, composto da circa 650 soldati provenienti da Italia, Slovenia, Austria e Moldavia, ha assicurato la libertà di movimento dei cittadini del Kosovo, garantendo un ambiente sicuro e protetto nel pluralismo delle etnie e delle confessioni religiose presenti sul territorio Balcanico”.

I militari dell’unità hanno operato con costante impegno, vigilando e proteggendo il Monastero di Decani in qualità di primi responsabili e realizzando progetti di Cooperazione Civile e Militare (CIMIC), improntati al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione.

Articoli correlati:

Il MNBG-W KFOR in Paola Casoli il Blog

Il 5° rgt Alpini in Paola Casoli il Blog

Il 185° rgt Artiglieria Paracadutisti in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: MNBG-W; PI SMD

 

Article Categories:
Forze Armate · Kosovo