Ampio Raggio premiata dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale

“Massima soddisfazione per la Onlus Ampio Raggio per il premio ricevuto dal MAECI [Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, ndr] – scrive la stessa Ampio Raggio in un comunicato stampa – A seguito del rinnovo delle postazioni informatiche impiegate dal personale in servizio alla Farnesina, il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale ha deciso di riutilizzare il materiale dismesso in altre attività di pubblica utilità. Si tratta di 610 computer HP 6300, completamente funzionanti e corredati di monitor, tastiera e mouse”.

Lo scorso 21 marzo il Ministero ha reso pubblico un bando per l’assegnazione del materiale a titolo gratuito a enti, organismi pubblici o di pubblica utilità, pubblicizzato anche sui principali canali social della Farnesina, quali Facebook, Twitter e Instagram.

La scadenza del bando era stata fissata per il 5 aprile 2019. Molte le domande pervenute: associazioni di volontariato, istituti scolastici, comuni e pro loco per un totale di oltre 2.800 manifestazioni di interesse, valutate poi sulla base dei requisiti presenti nel bando; un’apposita commissione nominata dal direttore generale per l’amministrazione, l’informatica e le comunicazioni, composta da funzionari in servizio presso la Direzione Generale.

L’esito delle valutazioni effettuate si è rivelato positivo per Ampio Raggio, che è stata nominata vincitrice della selezione pubblica e dunque assegnataria di ben 250 postazioni informatiche da destinare ad attività umanitarie, formative, educative, assistenziali e sociali, soprattutto in favore di minori e giovani dell’associazione campana. In particolare, l’obiettivo è la realizzazione di sale informatiche nelle strutture scolastiche presenti in paesi del Medio Oriente, in situazioni di costante disagio causato da conflitti e conseguente povertà.

Alla consegna del materiale sono stati sottoscritti verbali di cessione gratuita, firmati dal Consegnatario dei beni informatici del Ministero e dalla giovane Onlus campana, la quale, successivamente, ha proceduto al ritiro, a proprie spese, di tutto il materiale, grazie al supporto della protezione civile, dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia presieduta dal tenente generale Vincenzo De Luca.

Il ritiro è stato effettuato dal responsabile della Protezione Civile di Roma, Maurizio Terlizzi, in sinergia con i volontari.

Massima soddisfazione anche per il capo della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia, il brigadiere generale Silvio Sebbio, il quale non ha esitato a fornire supporto per l’operazione.

Tutte le attività inerenti la consegna gratuita delle postazioni informatiche in questione, sia quelle amministrative, sia quella logistiche e operative, sono state gestite dall’Ufficio VII della Direzione Generale per l’amministrazione, l’informatica e le comunicazioni, presso cui è incardinato l’ufficio del Consegnatario dei beni informatici del MAECI.

“Al vertice della Direzione Generale vi è il dott Emanuele D’Ulizia, dirigente amministrativo, figura ugualmente utile per lo svolgimento delle attività”, scrive Ampio Raggio.

Il ringraziamento forte del presidente, il dott Antonio Pio Autorino, per la realizzazione di questa attività, utile a favorire la cultura, i processi di cooperazione in ambito nazionale e internazionale, va al responsabile della logistica del MAECI, Stefano Olivotto, al Direttore Generale del MAECI, Emanuele D’Ulizia, agli organi di valutazione del Ministero, ai funzionari che hanno consentito lo svolgimento logistico dell’attività, agli organi di Protezione Civile che si sono impegnati per il ritiro e lo stoccaggio di tutto il materiale.

Fonte e foto: Ampio Raggio