Giu 27, 2012
138 Views
0 0

La salma del carabiniere scelto Braj sta per arrivare in Italia dall’Afghanistan; il ministro della Difesa Di Paola: “colpito in modo vigliacco”

Written by

Lo stato maggiore della Difesa ha reso noto che il rientro della salma del Carabiniere Scelto Manuele Braj è previsto per oggi 27 giugno, alle 10.30, presso l’aeroporto romano di Ciampino.

Manuele Braj è deceduto nella base addestrativa di Adraskan, nell’Afghanistan occidentale, la mattina di lunedì 25 giugno, in seguito a un’esplosione nella garitta di osservazione dove si trovava con altri colleghi.

Il Carabiniere Scelto Manuele Braj, 30enne di Galatina, in provincia di Lecce, effettivo al 13° reggimento Friuli-Venezia Giulia, lascia la moglie 28enne e un figlio di nemmeno un anno.

Il ministro della Difesa Giampaolo Di Paola ha manifestato le proprie condoglianze alla famiglia per la scomparsa del loro caro in Afghanistan, commentando che “Manuele è stato colpito in modo vigliacco”.

“Stava addestrando le truppe afgane contro il terrorismo – ha sottolineato il ministro – questo era il suo lavoro, la sua missione: permettere a quel Paese di difendersi da solo. E il terrorismo lo ha ucciso, proprio per impedire la nascita di un Afghanistan libero e democratico”.

Articoli correlati:

Afghanistan, RC-W ISAF: esplosione nel campo addestrativo di Adraskan, muore un carabiniere (25 giugno 2012)

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: il crest del 13° reggimento Friuli-Venezia Giulia è di araldicatarquini.it

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate