Nov 27, 2012
71 Views
0 0

Turchia – Siria: sopralluogo in corso per i Patriot della NATO

Written by

É attualmente in corso il sopralluogo della delegazione di ufficiali turchi e NATO per la definizione delle postazioni dei missili Patriot sul suolo turco a scopo difensivo nei confronti della Siria.

É stato il quotidiano turco Hurriyet ad anticiparne la notizia ieri 26 novembre, sottolineando che il posizionamento dei Patriot Air and Missile Defence Systems è considerato dalle Forze Armate Turche come mezzo di reazione a eventuali minacce aeree e missilistiche messe in atto dalla confinante Siria.

Si apprende inoltre, da fonti militari, che la NATO ha preventivamente condotto uno specifico lavoro con le forze di difesa aerea della Turchia al fine di integrare perfettamente i Patriot e di perfezionare a tale scopo la linea di comando e controllo e le regole di ingaggio.

Dal sopralluogo congiunto risulteranno posizioni e quantità di Patriot necessari, oltre al numero di militari stranieri da inviare sul posto. Per l’invio di contingenti militari addetti ai Patriot, NATO e Turchia hanno preparato un SOFA (status of forces agreement) che costituirà la cornice di intervento delle forze a difesa della Turchia, membro NATO dal 1952.

L’escalation dai primi missili siriani caduti sul suolo turco al dispiegamento dei Patriot è passato attraverso la discussione dell’articolo 4 del Trattato Atlantico (“Le Parti si consulteranno quando, secondo il giudizio di una di esse, ritengano che l’integrità territoriale, l’indipendenza politica o la sicurezza di una di esse siano minacciate”) in una riunione degli ambasciatori dei paesi NATO convocata d’emergenza lo scorso 3 ottobre.

Di fronte al timore del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, preoccupato che tale dispiegamento possa mutarsi in un coinvolgimento bellico della NATO nella regione, il Segretario generale dell’Alleanza, Anders Fogh Rasmussen, ha ribadito che tale azione “non supporta assolutamente nè una no-fly zone, nè operazioni di tipo offensivo”.

Intanto la Turchia ha ridato slancio al progetto di realizzazione di quattro fregate per il rinforzo del sistema di difesa aerea con l’obiettivo di essere integrate con il sistema Patriot. I loro radar saranno in grado di individuare minacce e di trasmetterle al sistema in tempo reale.

La prima delle quattro fregate sarà pronta nel 2016 e sarà probabilmente destinata al Mar Mediterraneo. I dati tecnici dei mezzi navali in progetto sono contenuti in un documento top secret inviato dal Comando forze navali al Sottosegretariato per l’industria della Difesa. É intanto certo che il progetto verrà sottoposto all’attenzione del primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan per la sua approvazione già il mese prossimo.

Articoli correlati:

Le tensioni Turchia-Siria in Paola Casoli il Blog

Fonti: Turkish Weekly

Foto: blog Middle East Perspectives

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza

Comments to Turchia – Siria: sopralluogo in corso per i Patriot della NATO