Gen 18, 2014
56 Views
0 0

L’ascesa cinese in Asia Centrale/1, Boccalon-Mentesana-Sollero

Written by

Introduzione della tesi L’ascesa cinese in Asia Centrale, di Annalisa Boccalon – Valentina Mentesana – Agnese Sollero.

L’interesse cinese per l’Asia Centrale è un fenomeno recente, ma per questo non privo di un certo interesse. Nell’approccio cinese a questa regione si ritrovano i principali vettori del corso esterno di Pechino e l’area in questione, per molti versi, si è dimostrata un formidabile “laboratorio” per la politica cinese.

Sicurezza ed economia sono i settori in cui si sviluppa maggiormente la presenza della Cina in Asia Centrale, due settori che hanno immediati riflessi negli affari interni del Paese. Da un lato, la ricerca di nuovi mercati e l’obiettivo della sicurezza energetica sono fattori imprescindibili per sostenere e amplificare lo sviluppo economico cinese; dall’altro, la stabilità al di là dei confini è percepita come il miglior alleato nella guerra alla spinte centrifughe dell’ovest.

Il presente elaborato, dunque, si prefigge lo scopo di delineare i tratti principali della politica cinese in Asia Centrale tenendo conto delle direttrici appena citate: sicurezza ed economia.

Si procederà tracciando, innanzitutto, un quadro generale dei recenti sviluppi della politica estera cinese e degli strumenti di cui si serve il gigante asiatico per affermare e approfondire la sua presenza in Asia Centrale, non senza non esaminare il cuore geografico dei rapporti tra Cina e Asia Centrale: lo Xinjiang.

Nella seconda parte, ci si concentrerà sul settore energetico e sulla politica cinese in tale settore. In seguito al boom economico, Pechino si sta dimostrando sempre più assetata di risorse e ha trovato nell’area centroasiatica dei partner pronti a soddisfare i suoi appetiti. In questa parte, saranno presentati i tratti principali dell’operato delle aziende petrolifere cinesi e i risultati della loro partnership con le repubbliche ex-sovietiche.

Infine, si cercherà di analizzare la dinamica instauratasi tra Cina e Russia in Asia Centrale.

Mosca è una controparte imprescindibile per i giochi centroasiatici cinesi e un attore con cui Pechino è tenuta a confrontarsi, vista la secolare presenza economica, politica e culturale russa nell’area.

A tale proposito, inoltre, si delineeranno le caratteristiche principali della cooperazione dei due attori all’interno della Shanghai Cooperation Organisation e si cercherà di comprendere se i due vicini asiatici possano avere degli interessi in comune o se la corsa al Centro Asia li porrà in diretta contrapposizione.

Seguirà La politica estera cinese, di Valentina Mentesana

Immagine fornita dalle autrici