Dic 18, 2014
137 Views
0 0

La Eagle Shore 2014 si conclude con il primo sbarco anfibio della storia all’Idroscalo di Milano: coinvolti il reggimento Artiglieria a cavallo, i Lagunari e la Pozzuolo del Friuli

Written by

Il reggimento Artiglieria a cavallo ha concluso, oggi pomeriggio, 18 dicembre, l’esercitazione di sbarco anfibio Eagle Shore 2014 presso l’Idroscalo di Milano.

Per la prima volta nella storia, grazie al protocollo di intesa stipulato tra l’Esercito Italiano e la Provincia di Milano, i militari dell’Esercito Italiano hanno condotto una suggestiva esercitazione nel bacino dell’Idroscalo milanese.

L‘assessore al Turismo e alla Comunicazione della Provincia, Marilena Ganci, ha sottolineato in occasione dell’evento l’importanza della sinergia tra le istituzioni e l’Esercito.

I militari, agli ordini del colonnello Luca Franchini, comandante del reggimento Artiglieria a cavallo, sono stati impiegati per due settimane in attività di pianificazione e condotta di operazioni anfibie. Ieri, 17 dicembre, e oggi, 18, hanno effettuato nel bacino dell’idroscalo addestramento al movimento in acqua con imbarcazioni.

All’esercitazione hanno partecipato oltre 150 uomini e donne del reggimento Artiglieria a cavallo, un’aliquota di militari del reggimento Lagunari Serenissima e personale della brigata Pozzuolo del Friuli, da cui i due reggimenti dipendono.

Dal 2008 il reggimento Artiglieria a cavallo è inserito nella Capacità nazionale di proiezione dal mare, ovvero una forza da sbarco di reazione rapida, a livello brigata,  costituita da reparti interforze e trasportata da navi.

L’Esercito Italiano impiega per questa capacità, oltre al reggimento Artiglieria a cavallo,  altri reparti della brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, tra cui  il reggimento Lagunari Serenissima, il 3° reggimento Genio guastatori di Udine e il reggimento di Cavalleria Genova (4°) con sede a Palmanova, Udine. La Forza di Proiezione dal Mare è stata impiegata in missione per la prima volta durante l’operazione Leonte in Libano.

I militari delle Voloire, sempre fedeli alle tradizioni ma proiettati verso il futuro, sottolinea il comunicato stampa, si sono schierati in configurazione anfibia, dimostrando l’evoluzione della specialità dell’artiglieria quale strumento moderno in grado di operare nei moderni scenari operativi.

Fonte e foto: reggimento Artiglieria a cavallo

Article Categories:
Forze Armate · Libano