Mag 27, 2016
74 Views
0 0

L’Associazione Voloire fa i conti in tasca alla Difesa: il reggimento conviene resti a Milano con un risparmio di milioni di euro

Written by

Voloire_Expo“I dati sono inconfutabili” spiega in un comunicato stampa del 26 maggio l’Associazione Nazionale Voloire, che si batte affinchè il reggimento Artiglieria a cavallo non venga trasferito da Milano a Vercelli.

“Il costo totale mensile di un militare in sede – spiega il comunicato – è di circa 350 euro, mentre quello di un militare proveniente da fuori sede è di oltre 1.200 euro. Qualsiasi impiego di soldati a Milano provenienti da altre sedi costerebbe 4 volte in più del normale. Calcolando l’impiego ad esempio di 300 soldati delle Voloire nell’Operazione Strade Sicure di Milano, il risparmio per l’amministrazione sarebbe di oltre 3.000.000 di euro all’anno rispetto a personale esterno”.

“Dal dopo EXPO – prosegue l’Associazione –  utilizzando 600 militari provenienti da altre regioni, attualmente provenienti dal Friuli, sono stati spesi oltre 4.000.000 di euro in più rispetto all’utilizzo delle Voloire, che sono state congelate ed escluse dall’operazione Strade Sicure per il trasferimento previsto dopo le elezioni di giugno”.

L’Associazione Nazionale delle Voloire chiede ora urgentemente l’intervento del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Ministro della Difesa Roberta Pinotti (“non ancora intervenuti nonostante le 6 interrogazioni parlamentari”, si legge) per bloccare questo provvedimento, aggravato ulteriormente dall’attuale delicata situazione interna che impone di non effettuare spending review sulla sicurezza dei cittadini, specialmente in città strategiche come Milano.

In una situazione di ristrettezze economiche vengono oggi utilizzati simulatori per garantire l’addestramento del personale direttamente in sede, mentre le aree d’addestramento di Bellinzago Novarese e Candelo Massazza sono tutte equidistanti sia da Milano che da Vercelli.

In proposito l’Associazione riporta nel suo comunicato una dichiarazione dello Stato maggiore della Difesa: “Il piano di razionalizzazione delle sedi delle unità delle Forze Armate è esclusivamente legato a motivi di risparmio, per garantire in situazione di ristrettezze economiche un adeguato addestramento del personale. In particolare si prediligono sedi che dispongano di idonee aree nelle vicinanze dove svolgere efficacemente e a costi ridotti le previste attività addestrative che consentano ai militari di assolvere in sicurezza i compiti istituzionali.”.

Con queste dichiarazioni, sottolinea l’Associazione, viene confermato ancora una volta quanto il provvedimento di trasferimento del reggimento Artiglieria a cavallo non coincida con una esigenza legata al risparmio delle risorse dello Stato e sia dunque totalmente in contrasto con quanto dichiarato: “per garantire infatti risparmio, sicurezza, efficienza ed addestramento a costo 0, è attualmente obbligatorio che il reggimento rimanga a Milano”.

Le Voloire – viene ricordato – hanno raggiunto una capacità di addestramento anfibio proprio grazie all’utilizzo di una piscina interna alla caserma e alla presenza del bacino dell’idroscalo di Milano. Praticamente sotto casa.

Articoli correlati:

L’Associazione Nazionale Voloire in Paola Casoli il Blog

Fonte: Associazione Nazionale Voloire

Foto d’archivio Esercito Italiano

Article Categories:
Forze Armate