Ago 5, 2016
144 Views
0 0

TAAC W (RS): NH90 e Mangusta in soccorso di 11 civili stranieri attaccati a nord di Herat

Written by

20160804_TAAC W_RS_medevac Herat (3)Soccorsi italiani per un gruppo di undici viaggiatori a nord di Herat, in Afghanistan. Un comunicato stampa del Train Advice Assist Command West (TAAC W), datato 4 agosto, riferisce dell’attività di recupero e soccorso effettuata tramite due elicotteri NH90 e due A129 del Task Group Fenice, con a bordo personale sanitario, e del personnel recovery a favore di un gruppo di undici persone che viaggiavano a nord di Herat a bordo di un pullman oggetto di un attacco armato.

Il personale italiano, giunto sul luogo dell’attacco dopo essere stato attivato dalle autorità militari afgane, ha provveduto alle prime cure mediche e al trasporto dei feriti presso l’aeroporto di Herat, dove è poi stato predisposto il trasferimento nell’ospedale militare Role 2 del contingente italiano che opera in Afghanistan nell’ambito della missione Resolute Support (RS).

20160804_TAAC W_RS_medevac Herat (2)I medici del contingente italiano hanno prestato le cure necessarie a stabilizzare tre pazienti e per estrarre alcune schegge dal loro corpo, mentre i restanti otto hanno subito lesioni lievi. Nessun ferito è stato giudicato in pericolo di vita.

Il gruppo di undici persone ha dichiarato di essere in Afghanistan per turismo, ha precisato il portavoce italiano del TAAC W raggiunto telefonicamente da Paola Casoli il Blog: sono di nazionalità inglese, americana, olandese, e tedesca.

Le undici persone, che si trovavano a bordo di un pullman a circa cento chilometri a nord di Herat quando sono state fatte bersaglio dell’attacco, hanno riferito di essere in viaggio nella regione alla scoperta del patrimonio storico e archeologico dell’Afghanistan. Erano scortati dalla polizia afgana.

20160804_TAAC W_RS_medevac Herat (5)Il portavoce del TAAC W ha anche riferito che tutte le 11 persone sono state prelevate da un C130 americano e trasferite nella base americana di Bagram subito dopo aver ricevuto le cure dei medici del contingente italiano a Herat.

Dell’attacco ne ha parlato il francese Le Figaro, che cita Agence France Presse (AFP), attribuendo  la responsabilità ai talebani e precisando che il pullman è stato preso di mira a Chisht-e-Sharif, nella provincia di Ghor, a metà percorso tra Bamyan e Herat.

La polizia afgana ha risposto al fuoco “uccidendo parecchi talebani”, secondo quanto riferisce Le Figaro che riporta le parole del portavoce del governatore di Herat, Jilani Farhad.

Gli assetti Aeromedical Evacuation – MEDEVAC e di personnel recovery del Comando NATO sotto guida italiana, attualmente su base brigata Pinerolo alla guida del gen Gianpaolo Mirra, sono sempre pronti all’impiego in brevissimo tempo.

20160804_TAAC W_RS_medevac Herat (4)“Le vite umane, di qualsiasi nazionalità, rimangono una priorità assoluta per i peacekeeper italiani”, sottolinea il comunicato del TAAC W che ha dato notizia dell’evento.

La notizia di Le Figaro: “Afghanistan: un convoi de touristes attaqué” (Par lefigaro.fr/Mis à jour le 04/08/2016 à 10:32 Publié le 04/08/2016 à 10:04)

Articoli correlati:

Il TAAC W (RS) in Paola Casoli il Blog

La brigata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: TAAC W (RS)

20160804_TAAC W_RS_medevac Herat (1)

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate