Sanità militare: nel Centenario della Grande Guerra il confronto tra metodiche diagnostiche e terapeutiche medico-chirurgiche

Nella mattinata del 3 aprile scorso, presso l’Auditorium Ennio Morricone dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, alla presenza del Comandante Logistico dell’Esercito (COMLOG), gen Leonardo di Marco, ha avuto luogo il convegno storico-scientifico dal titolo “1917-2017: la Sanità Militare dalla Grande Guerra ai giorni nostri. Le ferite da guerra”.

È lo stesso COMLOG a darne notizia con un comunicato stampa.

Il convegno, organizzato dal Comando Sanità e Veterinaria del Comando Logistico dell’Esercito in collaborazione con il prestigioso ateneo romano nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, è inserito nel più ampio quadro di una maggiore collaborazione tra sanità militare e civile e ha avuto lo scopo di illustrare le metodiche diagnostiche e terapeutiche medico-chirurgiche in uso al tempo della Grande Guerra, raffrontandole a quelle attualmente praticate nei moderni contesti  operativi, con particolare riferimento alle operazioni  all’estero.

Al termine del convegno, il gen di Marco ha voluto sottolineare come tutto il personale sanitario militare ha dimostrato un grande valore nel corso del primo conflitto mondiale, contribuendo a scrivere una storia di abnegazione e di valore al fianco dei reparti, condividendone sacrifici in tutti i campi di battaglia.

“La Sanità Militare – ha sottolineato il Comandante –  continua a fornire la sua preziosa opera dal Kosovo al Libano, dall’Afghanistan alla Libia, in patria nel soccorso e nell’assistenza alle popolazioni, specie in occasione di eventi calamitosi o altre emergenze nazionali, e soprattutto quando la tempestività e l’efficacia si rivelano determinanti nel salvataggio di vite umane”.

Il Comandante Logistico dell’Esercito ha concluso il suo intervento con la considerazione che “l’organizzazione sanitaria non ha alcun tipo di confine e pertanto risulta fondamentale qualunque azione sinergica tra le sue articolazioni tesa alla condivisione di professionalità e capacità”.

I relatori di questo importante evento sono stati, per l’Esercito, tre ufficiali medici, tra cui il Capo Reparto Sanità del Comando Sanità e Veterinaria, gen. Massimo Barozzi, e tre docenti dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Gli interventi dei relatori sono stati arricchiti da due brevi filmati: il primo, incentrato sull’organizzazione del Servizio Sanitario Militare durante la Grande Guerra; il secondo, sul contributo che la Sanità Militare fornisce nell’ambito delle operazioni di supporto alla pace.

È stata infine allestita una mostra statica dove è stato possibile vedere uniformi, mezzi ed equipaggiamenti della Sanità Militare dal Primo Conflitto Mondiale a oggi e ascoltare alcuni brani della Grande Guerra suonati dalla Banda Militare del Comando Supporti Logistici di Roma.

Articoli correlati:

Il Centenario Prima Guerra in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Sanità e veterinaria in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG