Ago 5, 2021
25 Views
0 0

RC-W, KFOR: cambio al CSS Bn, il Ten Col Pastore avvicendato dal Ten Col Pagliaro

Written by

Si è svolta ieri mattina, 4 agosto, a Camp Villaggio Italia a Belo Polje, nel Kosovo occidentale, la cerimonia di avvicendamento del Comandante del Combat Service Support Battalion (CSS Bn) del Regional Command West (RC-W) nell’ambito dell’Operazione Joint Enterprise in Kosovo, si apprende da un comunicato stampa dello stesso KFOR RC-W.

Il Tenente Colonnello Marco Pastore ha lasciato il comando dell’Unità dopo un periodo di sei mesi durante il quale il CSS Bn è stato protagonista di molteplici attività, – ricorda il comunicato – “dalla pianificazione e condotta di trasporti strategici di personale, mezzi e materiali da e per la madrepatria, al mantenimento del parco automezzi e dei sistemi d’arma,  garantendo contestualmente la sicurezza sanitaria, i collegamenti telematici, il rifornimento di tutti i materiali, la gestione della base di Camp Villaggio Italia e l’impiego di tutto il personale civile autoctono”.

“Un grande onere attende il nuovo Comandante del CSS Battalion”, si legge dal comunicato, Tenente Colonnello Olindo Pagliaro effettivo al Reggimento Logistico Folgore di Pisa, quello di guidare la prestigiosa Unità attraverso gli impegni e le sfide future nel complesso contesto operativo kosovaro.

La cerimonia è stata presieduta dal Comandante del Regional Command West, Colonnello Andrea Bertazzo, che ha ringraziato tutti i soldati del CSS Battalion cedente per la professionalità, lo spirito di abnegazione dimostrato e l’impegno profuso durante l’intero mandato.

Il Colonnello Bertazzo ha poi rivolto i migliori auguri al nuovo Comandante del CSS Battalion che si accinge a proseguire il percorso iniziato dai suoi predecessori. Con tale cambio si completa il rinnovo del personale italiano impiegato nella missione NATO in Kosovo, si apprende, che vede adesso maggiormente impiegati i paracadutisti dell’Esercito effettivi alla Brigata Folgore.

Il battaglione di manovra è formato da reparti italiani, moldavi, sloveni, austriaci, croati e macedoni del nord ed è l’unità inquadrata nel Regional Command West a leadership italiana, attualmente al comando del Colonnello Andrea Bertazzo.

Gli artiglieri paracadutisti italiani, soprannominati Diavoli Gialli, si sono esercitati sulle tecniche di controllo della folla affrontando varie situazioni di criticità, quali aggressioni e disordini di piazza e gestione delle sommosse violente.

Tutte tecniche che i soldati dell’Esercito hanno imparato per contenere e prevenire i danni che potrebbero minacciare la sicurezza dei cittadini kosovari e la loro libertà di movimento, in conformità a quanto indicato dalla risoluzione dell’ONU 1244 del 1999, che autorizza il mandato della NATO in Kosovo.

L’esercitazione ha costituito il termine di un’importante fase addestrativa di teatro, che ha visto operare tutto il personale in un ciclo di attività ed esercitazioni teorico-pratiche, volte al conseguimento della Full Operational Capability (FOC), ovvero la piena capacità operativa che consentirà di fronteggiare i diversi scenari, caratterizzanti il particolare contesto d’impiego in Kosovo, conclude il comunicato.

Fonte e foto: RC-W KFOR

Article Tags:
· · ·
Article Categories:
Forze Armate · Kosovo