5 Torri

Le Truppe Alpine dell’Esercito all’8° Sestriere Film Festival con cortometraggio sulle 5 Torri

A quattro anni di distanza dalla prima partecipazione – nel 2014 fuori concorso con il cortometraggio “La gara regina” – le Truppe Alpine dell’Esercito tornano al Sestriere Film Festival, kermesse internazionale del film di montagna giunta all’8^ edizione, si apprende da un comunicato stampa odierno del Comando Truppe Alpine (COMALP).

Il filmato proposto quest’anno è un cortometraggio recentemente realizzato sulle 5 Torri, nel cuore delle Dolomiti bellunesi dichiarate dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, in uno scenario, estivo e roccioso, differente da quello che aveva caratterizzato il video del 2014, allora registrato in ambiente invernale, “a sottolineare le capacità dell’Esercito di saper operare a 360° nel difficile scenario montano”, evidenzia il comunicato stampa.

Eredi dei leggendari soldati che durante il primo conflitto mondiale scrissero sulle Alpi epiche pagine di storia militare e alpinistica – “dai famosi ‘Mascabroni’ del capitano Sala alle ‘pattuglie volanti’ di Sepp Innerkofler”, ricorda il COMALP – nell’anno in cui si celebra la fine della guerra gli Alpini hanno voluto far rivivere lo spirito che animò quegli uomini valorosi con una spettacolare esercitazione multinazionale interforze svoltasi sulle 5 Torri.

Un’esercitazione che ha dato dimostrazione del moderno concetto di “mountain warfare”, “evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in alta montagna che, con procedure in continuo aggiornamento, caratterizza le Truppe Alpine di oggi quale componente dell’Esercito prontamente impiegabile e idonea a operare in qualsiasi contesto ambientale e condizione climatica”, conclude il COMALP.

Articoli correlati:

L’esercitazione 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

Esercitazione 5 Torri: aperta nuova via alpinistica di decimo grado sulla Torre Grande

Alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa (CaSMD), Generale Claudio Graziano, del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, e del Comandante delle Truppe Alpine (COMALP), Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, si è svolta ieri, 4 luglio, nell’omonimo comprensorio montano – “cuore delle Dolomiti bellunesi e patrimonio dell’umanità” – l’esercitazione 5 Torri 2018 che, assieme alle Truppe Alpine dell’Esercito, ha visto impegnati soldati di 14 Paesi alleati e amici, assetti di tutte le Forze Armate nazionali e personale del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini.

Lo rendono noto il COMALP e lo stato maggiore della Difesa con un comunicato stampa di ieri, 4 luglio.

“Esercitazione tradizionale e moderna – ha affermato il gen Graziano, CaSMD, intervenuto all’avvio della 5 Torri 2018 – in cui hanno operato 14 Paesi amici e alleati alle nostre Forze Armate che si sono addestrati insieme per prepararsi a intervenire in qualsiasi condizione climatica e ambientale. Gran parte della Terra è composta da montagne e gran parte delle operazioni in questo momento in atto si sviluppano in aree compartimentate e montuose”.

Su queste vette, dove 100 anni fa era posizionato il Comando dell’artiglieria italiana, le Truppe Alpine – “eredi dei leggendari soldati di montagna che durante il Primo Conflitto Mondiale scrissero epiche pagine di storia militare e alpinistica”, sottolinea il comunicato – hanno dato dimostrazione delle proprie capacità di sviluppare in modo efficace il moderno concetto di ‘mountain warfare’, evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento ad alta quota.

“Bisogna imparare a operare in un mondo moderno e a quattro dimensioni, compreso lo spazio cibernetico, e dobbiamo continuare ad addestrare i nostri uomini e donne nel modo migliore. La palestra naturale di oggi ne è un esempio, perché là dove l’ambiente è severo si cimenta la fratellanza in armi, in amicizia, la solidarietà, la capacità di sapersi relazionare e operare in sinergia con la società e le componenti civili e quindi ad essere soldati della montagna ed alpini. Cento anni fa su queste montagne si combatté in un modo violento e spaventoso, anche con odio, perché nell’ultimo anno della Grande Guerra l’Italia comprese che una sconfitta militare avrebbe significato il tracollo di tutta la Nazione. Ma gli stessi nemici di allora sono adesso i nostri amici più forti, con gli sloveni, con i croati, con gli austriaci siamo oggi impegnati nelle operazioni internazionali, come in Libano e in Kosovo. Dobbiamo perciò tutelare quanto costruito finora, non dare nulla per scontato, tutelando in particolare quel patrimonio di valori comuni e condivisi anche con gli altri paesi, tramandati dai nostri nonni, e fare in modo che il valore più importante da custodire sia quello di un’Europa unita.”

Salutando tutte le autorità intervenute e il pubblico presente, il Comandante delle Truppe Alpine ha ricordato come “oggi, dopo oltre 100 anni, i nomi delle montagne intorno riportano alla memoria cruente battaglie, gesta eroiche ed episodi legati alla dura vita dei soldati tra i monti di cui rimangono evidenti e ben visibili tracce in tutta la zona circostante”.

Proprio per ricordare tutti quei giovani che sui monti donarono la propria vita alla Patria, personale della Sezione militare di Alta Montagna del Reparto Attività Sportive del Centro Addestramento Alpino ha aperto nei giorni scorsi una nuova via alpinistica di decimo grado sulla Torre Grande, denominata “I ragazzi del ’99”, da loro risalita ora per la prima volta in modo integrale.

La Sezione di Alta Montagna è formata da alcuni tra i migliori elementi del panorama alpinistico italiano e dalle più qualificate Guide Alpine Militari dell’Esercito e rappresenta oggi la migliore e più elevata espressione delle capacità tecniche del Centro Addestramento Alpino nell’alpinismo e nell’arrampicata sportiva di altissimo livello.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP; PI SMD

Esercitazione 5 Torri 2018: impegno multinazionale interforze per le Truppe Alpine. Foto

Si stanno perfezionando i preparativi per l’imminente esercitazione multinazionale interforze 5 Torri 2018, di previsto svolgimento il 4 luglio prossimo.

All’esercitazione, che vede le Truppe Alpine impegnate nel moderno mountain warfare dove 100 anni fa si combatteva la Prima Guerra Mondiale, parteciperanno 14 paesi.

Le dimostrazioni di progressione alpinistica e manovre di soccorso in parete (con e senza elicotteri) e della capacità di sviluppare azioni militari in un ambiente particolarmente difficile e selettivo sono aperte al pubblico: “per seguire da vicino e in sicurezza tutti i momenti dell’esercitazione, si consiglia di avere al seguito il caschetto da alpinismo” consiglia il Comando Truppe Alpine (COMALP).

Eredi dei leggendari soldati, che durante il Primo Conflitto Mondiale scrissero su queste montagne epiche pagine di storia militare e alpinistica, in questa esercitazione gli Alpini daranno particolare risalto al concetto di mountain warfare, evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in alta montagna che, con procedure in continuo aggiornamento, caratterizza le Truppe Alpine moderne quali componente dell’Esercito prontamente impiegabile e idonea ad operare in qualsiasi contesto ambientale.

Per seguire l’esercitazione il COMALP raccomanda di raggiungere la zona (rifugio Scoiattoli) entro le 09.30, parcheggiando in località Bai de Dones e proseguendo sul panoramico sentiero o con la comoda seggiovia.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

COMALP, 5 Torri: le Truppe Alpine si preparano all’esercitazione sulle Dolomiti

Le Truppe Alpine si stanno preparando all’esercitazione internazionale 5 Torri, di previsto svolgimento il prossimo 4 luglio nello splendido comprensorio omonimo, sulle Dolomiti Ampezzane.

Laddove 100 anni fa si combatteva la Prima Guerra Mondiale, da mercoledì prossimo gli Alpini daranno prova del mountain warfare contemporaneo, evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in alta montagna che, con procedure in continuo aggiornamento e dimostrazioni di progressione alpinistica, caratterizza le Truppe Alpine moderne quali componente dell’Esercito prontamente impiegabile e idonea a operare in qualsiasi contesto ambientale.

L’esercitazione prevede manovre di soccorso in parete (con e senza elicotteri) e capacità di sviluppo di azioni militari in un ambiente particolarmente difficile e selettivo.

Le attività sono aperte al pubblico con il consiglio, da parte del Comando Truppe Alpine (COMALP), di avere al seguito il caschetto da alpinismo per seguire da vicino e in sicurezza tutti i momenti dell’esercitazione.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli Il Blog

Fonte e foto: COMALP

COMALP, esercitazione 5 Torri: il moderno mountain warfare degli Alpini dal 4 luglio sulle Dolomiti Ampezzane

Le Truppe Alpine dell’Esercito saranno nuovamente protagoniste, il prossimo 4 luglio, dell’esercitazione multinazionale interforze “5 Torri 2018”, ha fatto sapere il Comando Truppe Alpine (COMALP) con un comunicato stampa del 15 giugno scorso.

Nell’omonimo comprensorio montano, nelle Dolomiti Ampezzane, dove 100 anni fa era posizionato il Comando dell’Artiglieria italiana, ed è oggi ben visibile e visitabile un autentico museo a cielo aperto della Prima Guerra Mondiale, gli Alpini daranno prova delle loro capacità nel saper operare in montagna, con appassionanti dimostrazioni di progressione alpinistica e manovre di soccorso in parete (con e senza elicotteri)  e della capacità di sviluppare azioni militari in un ambiente particolarmente difficile e selettivo.

Le attività sono aperte al pubblico, fa sapere il COMALP, che consiglia di avere al seguito il caschetto da alpinismo per seguire da vicino e in sicurezza tutti i momenti dell’esercitazione.

Eredi dei leggendari soldati che durante il Primo Conflitto Mondiale scrissero su queste montagne epiche pagine di storia militare e alpinistica, in questa esercitazione gli Alpini daranno particolare risalto al concetto di  “mountain warfare”, evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in alta montagna che, con procedure in continuo aggiornamento, caratterizza le Truppe Alpine moderne quali componente dell’Esercito prontamente impiegabile e idonea a operare in qualsiasi contesto ambientale.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

Difesa, il CaSMD gen Graziano alla 5 Torri: “cime estreme, palestra per ogni militare ma anche terra di fratellanza per l’Europa”

“L’addestramento montano è fondamentale perché la montagna è una grande palestra che forgia ogni militare nel corpo e nello spirito”.

Così il Capo di stato Maggiore della Difesa (CaSMD), generale Claudio Graziano, che insieme al Ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, ha assistito alla giornata conclusiva dell’esercitazione delle Truppe Alpine “5 Torri 2017” nella suggestiva cornice delle Dolomiti ampezzane, patrimonio dell’UNESCO e museo a cielo aperto della Prima Guerra Mondiale.

L’esercitazione rappresenta un importante appuntamento addestrativo a livello internazionale e interforze e quest’anno ha visto la partecipazione di ben 15 nazioni, di unità di tutte le Forze Armate e della Guardia di Finanza.

“La nuova minaccia terroristica – ha evidenziato il gen Grazianochiede grande prontezza ed elevato livello addestrativo che consenta alle nostre Forze armate di operare all’estero e in Italia nonché di intervenire a soccorso delle popolazioni colpite da calamità ed essere pronti e in grado di agire 365 giorni all’anno e in qualsiasi condizione, come avvenuto lo scorso inverno dopo le eccezionali nevicate in centro Italia”.

“Ciascun militare – ha aggiunto il gen Graziano – attraverso prove come quelle che abbiamo potuto apprezzare oggi, raggiunge una elevata versatilità di impiego e si confronta con il proprio coraggio, qualità necessaria per operare in un ambiente, che dal punto di vista della prova fisica, è un ambiente proibitivo e assoluto“.

Parlando poi del primo conflitto mondiale il gen Graziano ha ricordato di essere “un appassionato di storia militare e da Capo di Stato Maggiore della Difesa ho approfondito lo studio per rivivere il sentimento e la responsabilità dei comandanti di allora, di quelli che davano gli ordini ai propri soldati di venire a combattere su queste cime estreme o sul Carso.”

“Queste montagne, in cui si sono confrontati i migliori alpinisti dell’epoca, sono diventate una terra di fratellanza e questo ci dice anche che l’Europa è stata un successo, che la Prima Guerra Mondiale è stata importante per definire quello che siamo oggi e noi dobbiamo onorare i nostri nonni, ed è importante ricordare una stagione, e un’epoca, di grande sofferenza e di grande gloria“, ha concluso il CaSMD gen Graziano.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Difesa

COMALP, 5 Torri il 4 luglio: “per ora maltempo, ma da domenica bello”, assicura il ten col Bertinotti

È programmata per il prossimo 4 luglio, tra pochi giorni dunque, la 5 Torri 2017, tradizionale esercitazione del Comando Truppe Alpine (COMALP) nel cuore delle Dolomiti (link articoli in calce).

In caso di maltempo, avverte un comunicato stampa del COMALP, l’esercitazione si terrà il 5.

“Si stanno verificando forti perturbazioni piovose e al momento è tutto coperto”, ha appena spiegato telefonicamente a Paola Casoli il Blog il tenente colonnello Stefano Bertinotti, che tuttavia rassicura: “le piogge intense dovrebbero lasciare spazio a una finestra di bel tempo a partire da domenica, secondo le previsioni”.

Pronostico positivo, quindi, per una bella giornata di sole a tutto vantaggio dell’esercitazione multinazionale e interforze 5 Torri ormai al via nell’omonimo comprensorio montano, patrimonio dell’UNESCO e Museo a cielo aperto della prima Guerra Mondiale, che vedrà la realizzazione di audaci tecniche di ascensione e spettacolari manovre di soccorso in parete e un’avvincente dimostrazione tattica delle capacità delle Truppe Alpine nel saper operare in montagna.

L’evento è aperto a tutti, con afflusso entro le 09.30, e sarà trasmesso in diretta streaming sui siti dell’Esercito (www.esercito.difesa.it) e dell’Associazione Nazionale Alpini (www.ana.it) a partire dalle ore 10.

La 5 Torri, sottolinea il comunicato del COMALP, “rappresenta un importante momento di incontro e confronto con gli eserciti dei paesi alleati e amici sullo specifico tema dell’alpinismo, della sicurezza e della condotta di operazioni in montagna”.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

COMALP: torna la 5 Torri nel cuore delle Dolomiti dal 4 luglio

Il prossimo 4 luglio le 5 Torri, “museo a cielo aperto della prima Guerra Mondiale” nel cuore delle Dolomiti bellunesi patrimonio dell’UNESCO, vedranno nuovamente le Truppe Alpine impegnate in una grande esercitazione alpinistica internazionale, aperta a tutti coloro che vorranno essere presenti. È un comunicato stampa del Comando Truppe Alpine (COMALP) a darne notizia.

“Sulle 5 Torri, dove 100 anni fa era posizionato il Comando dell’artiglieria italiana – ricorda il COMALP nel comunicato –  gli Alpini e i colleghi delle Forze Armate dei Paesi alleati e amici daranno dimostrazione delle loro capacità nel saper vivere e operare in montagna, con ardite ascensioni e spettacolari manovre di soccorso in parete, con e senza l’ausilio di elicotteri, e simuleranno un’attività di combattimento in ambiente montano, tra i più difficili e selettivi del mondo”.

Articoli correlati:

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

 

Alpini Alto Adige alla 5 Torri: “veci a bocca aperta e a occhi in su”

20160707_Alpini Alto Adige alla 5 Torri 2016 (1)Gli Alpini Alto Adige del Gruppo Acciaierie – gli “Alpini Acciaiosi” – hanno assistito all’esercitazione 5 Torri organizzata dal Comando Truppe Alpine (COMALP) nel cuore delle Dolomiti, a Passo Falzarego, lo scorso 7 luglio (link articoli in calce).

“Grandi emozioni”, hanno riferito gli Alpini Alto Adige parlando della delegazione che ha assistito alla grande esercitazione multinazionale e interforze, per i “veci Alpini che hanno potuto assistere alle manovre di soccorso in parete e a manovre operative che li hanno lasciati a bocca aperta e ad occhi in su”.

Articoli correlati:

Alpini, 5 Torri 2016: 13 nazioni, Forze speciali, AVES e assetti cinofili in addestramento completo tra le rocce (10 luglio 2016)

Alpini: la 5 Torri, esercitazione militare internazionale con AVES, Ranger delle Forze Speciali e K9 (30 giugno 2016)

Alpini: a luglio la 5 Torri 2016, grande esercitazione militare internazionale e interforze aperta al pubblico (14 giugno 2016)

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Gli Alpini Alto Adige in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: ANA Bolzano

20160707_Alpini Alto Adige alla 5 Torri 2016 (3)

20160707_Alpini Alto Adige alla 5 Torri 2016 (1)

 

Alpini, 5 Torri 2016: 13 nazioni, Forze speciali, AVES e assetti cinofili in addestramento completo tra le rocce

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_057 (2)Si è conclusa nel primo pomeriggio del 7 luglio scorso, nel comprensorio montano Lagazuoi 5 Torri, nei pressi del Passo Falzarego, l’esercitazione multinazionale e interforze “5 Torri 2016”, organizzata dal Comando Truppe Alpine (COMALP) dell’Esercito, a cui hanno partecipato oltre 500 soldati provenienti da 13 nazioni.

Ne danno notizia il COMALP stesso e l’Esercito Italiano con un comunicato stampa del 7 luglio.

In molti, si apprende, hanno assistito alla dimostrazione delle capacità dell’Esercito nel saper operare in ambiente montano: ascensioni in parete di difficoltà fino all’8° grado e traversate aeree con corde statiche, alternate a tecniche di soccorso con e senza l’ausilio di elicotteri, sono state la premessa all’esercitazione tecnico-tattica in cui, oltre agli Alpini della brigata Julia, sono stati impegnati anche ranger delle Forze per Operazioni Speciali dell’Esercito, elicotteri dei reggimenti AVES Altair e Antares, personale del 17° reggimento Artiglieria contraerea Sforzesca e assetti cinofili del Centro Militare Veterinario di Grosseto.

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_057 (6)“Le 13 nazioni amiche e alleate qui presenti danno un significato speciale a questa esercitazione. – ha dichairato il Capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano – Tra queste rocce ci si addestra preparando lo spirito, temprando la forza e forgiando il coraggio”.

Nel ringraziare le autorità presenti e il pubblico affluito in zona di esercitazione, il generale Federico Bonato, comandante delle Truppe Alpine, ha sottolineato come “la partecipazione di tante Nazioni, con cui vi è condivisione di valori, rappresenta per tutti un’eccezionale opportunità per scambiare pareri ed esperienze, confrontandosi in un settore – quello dell’alpinismo – in continua evoluzione e in un ambiente – quello della montagna – da tutti ricercato perché fornisce un addestramento completo”.

CMCS Paolo MASSARDI

Articoli correlati:

Alpini: la 5 Torri, esercitazione militare internazionale con AVES, Ranger delle Forze Speciali e K9 (30 giugno 2016)

Alpini: a luglio la 5 Torri 2016, grande esercitazione militare internazionale e interforze aperta al pubblico (14 giugno 2016)

La 5 Torri in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP; Esercito Italiano

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_057 (4) - Copia

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_057 (3)

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_057 (1)

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_5

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_2

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_1

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica

20160707_5 Torri_Gen. C.A. Bonato e Gen. Graziano

20160707_5 Torri_Esercito Italiano_Il pubblico

20160707_5 Torri_COMALP_Il Capo di SMD saluta uno dei partecipanti

20160707_5 Torri_COMALP_Ex-Alpinistica_031 (5)

20160707_5 Torri_COMALP_Ex-Alpinistica_031 (4)

20160707_5 Torri_COMALP_Ex-Alpinistica_031 (3)

20160707_5 Torri_COMALP_Ex-Alpinistica_031 (2)

20160707_5 Torri_COMALP_Ex-Alpinistica_031 (1)

20160707_5 Torri_COMALP_Ex-Alpinistica

20160707_5 Torri_COMALP_Autorità durante l'Esercitazione

20160707_5 Torri_COMALP

201607070_5 Torri_COMALP_Ex-Tecnico-Tattica_6