Ferragosto

Esercito: oltre 18mila i militari impegnati in attività operative a Ferragosto, in Italia e all’estero

Oltre 18.000 soldati dell’Esercito saranno impegnati anche a Ferragosto in attività operative, in Italia e all’estero”, ha fatto sapere l’Esercito con una nota stampa di oggi, 14 agosto.

In dettaglio, spiega la nota, sono circa 4.000 i militari dell’Esercito che operano all’estero, in 14 paesi, in missioni sotto egida ONU, UE e NATO, in attività di assistenza alle Forze Armate e di sicurezza locali, volte alla stabilizzazione delle aree di crisi e a fornire una maggiore cornice di sicurezza all’Italia.

Sul territorio nazionale, intanto, continua anche in questi giorni l’attività di rimozione macerie nei comuni del cratere sismico del centro Italia dove, a oggi, sono state demolite oltre 600 strutture e rimosse oltre 150.000 tonnellate di macerie.

Quasi 7.000 uomini e donne dell’Esercito, prosegue la nota stampa, sono dislocati in Italia, in concorso alle Forze dell’Ordine, nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, contribuendo direttamente alla sicurezza della popolazione.  A oggi, il costante impegno dei nostri soldati ha consentito il controllo e l’identificazione di circa 3.200.000 persone, l’arresto di circa 16.000 individui e il sequestro di oltre 2,3 tonnellate di sostanze stupefacenti.

Agli oltre 11.000 impegnati nelle operazioni in corso, si aggiungono altri 7.000 soldati che si trovano in stato di prontezza per esigenze nazionali e internazionali, per un totale di circa 18.000 militari.

Tra questi, particolarmente attivi in questo periodo sono gli assetti dell’Aviazione dell’Esercito (AVES) che, in concorso alla Protezione Civile, sono impegnati nella campagna antincendio boschiva.

“Agli uomini e alle donne dell’Esercito, alle loro famiglie e in particolare ai soldati in servizio, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, rivolge con orgoglio il proprio ringraziamento e plauso per la dedizione, il senso di responsabilità e la professionalità con cui affrontano, anche in questi giorni, il proprio delicato compito”, conclude l’Esercito nella nota stampa.

“Un impegno costante svolto con dedizione e professionalità”.

Gli hashtag per parlarne sui social: #noicisiamosempre #dipiùinsieme #AlserviziodelPaese

Fonte e foto: PI SME

Marina: a Ferragosto continua l’impegno nel Mediterraneo, in Oceano Indiano e in Atlantico per la tutela degli interessi strategici dell’Italia

Sono oltre 2000 i marinai impegnati a bordo delle unità navali della Marina Militare anche durante il giorno di Ferragosto, fa sapere un comunicato stampa odierno della stessa Forza Armata.

I marinai sono in navigazione tra l’Oceano Atlantico, l’Oceano Indiano e il Mar Mediterraneo per compiti connessi con gli impegni internazionali assunti dall’Italia, per la tutela e la salvaguardia degli interessi nazionali, per le attività di presenza e sorveglianza, per le campagne scientifiche e per quelle di istruzione e per la promozione del Made in Italy all’estero.

A loro e ai loro familiari è rivolto il pensiero e il saluto dell’ammiraglio di squadra Valter Girardelli, Capo di Stato maggiore della Marina Militare (CaSMM), con il “ringraziamento per l’impegno profuso 365 giorni l’anno, anche nei giorni di festa, per assicurare la difesa dei confini marittimi e delle vie di comunicazione sul mare che interessano il nostro Paese”.

Tra loro i marinai di Nave Fasan, flagship dell’operazione antipirateria Atalanta al comando dall’ammiraglio Fabio Gregori; di Nave San Giusto, flagship della missione Europea Sophia (EunavforMed) al comando dall’ammiraglio Andrea Romani, di Nave Euro in Operazione NATO Sea Guardian e a bordo delle unità navali impegnate nell’operazione Mare Sicuro.

A loro si aggiungono i futuri ufficiali e sottufficiali della Marina Militare impegnati sulle navi scuola per svolgere le campagne navali estive d’istruzione: gli allievi ufficiali della prima classe dell’Accademia di Livorno a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci, che stanno svolgendo la traversata atlantica di ritorno dal continente americano, quelli della seconda classe appena partiti con il cacciatorpediniere De la Penne, che sono alle prese con l’attività Mare Sicuro, e gli allievi marescialli in addestramento su nave Palinuro nel Mediterraneo orientale.

“Sempre pronti all’intervento a favore della collettività – fa sapere il comunicato stampa – anche gli elicotteri della Marina Militare dislocati nelle stazioni aeree di Luni, Grottaglie e Catania per spegnere gli incendi, come dimostrato dagli interventi dello scorso 12 agosto da parte di un elicottero SH-212, decollato da Catania per effettuare un prolungato intervento nelle località Costacroce nel comune di Capizzi, Messina, e a Caltagirone, Catania”, (link articolo in calce).

Articoli correlati:

Marina, interventi antincendio in Sicilia: 5 sganci d’acqua in 4 ore di volo per l’elicottero SH-212 della base di Catania (14 agosto 2017)

Fonte e foto: Marina Militare

Esercito: a Ferragosto attività operativa per 18mila soldati. Il plauso del Capo di SME, gen Errico

Oltre 18.000 soldati dell’Esercito saranno impegnati anche a Ferragosto in attività operative, in Italia e all’estero”, ha annunciato l’Esercito Italiano con un comunicato stampa del 14 agosto.

A loro e alle loro famiglie, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, gen Danilo Errico, rivolge il proprio ringraziamento e “plauso per i sacrifici, la dedizione, il senso di responsabilità e la professionalità con cui affrontano, anche in questi giorni, il proprio compito”.

Di questi, circa 7.000 presidiano il territorio, in concorso alle Forze dell’Ordine, nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, contribuendo alla sicurezza della popolazione, specifica il comunicato.

Dall’inizio dell’Operazione, il 4 agosto 2008, i militari hanno consentito l’arresto di oltre 15.500 persone, di cui 280 dall’inizio dell’anno; ne hanno controllate e identificate quasi 2.930.000, circa 290.000 solo quest’anno, e sequestrato oltre 2,2 tonnellate di sostanze stupefacenti, oltre 30 kg nell’anno corrente, specifica la Forza Armata.

Oltre 4.000 soldati, invece, sono impegnati all’estero, in 14 paesi, in missioni sotto egida ONU, UE e NATO, in particolare in attività di assistenza delle Forze Armate e di Sicurezza locali volte alla stabilizzazione delle aree di interesse strategico nazionale.

A questi 11.000 soldati si aggiungono altri 7.000, che si trovano in stato di prontezza per esigenze nazionali e di coalizioni internazionali, per un totale di 18.000 militari.

Tra questi, particolarmente attivi in questo periodo sono gli assetti dell’Aviazione dell’Esercito (AVES) che, in concorso alla Protezione Civile, sono impegnati nella campagna antincendio boschiva.

A oggi, spiega il comunicato stampa, gli elicotteri dell’Esercito hanno effettuato oltre 1.200 lanci di acqua per un totale di circa 2.800.000 litri e oltre 200 ore di volo.

Articoli correlati:

Ferragosto in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto Esercito Italiano

 

Ferragosto tra Expo, Strade Sicure, maltempo e operazioni internazionali: l’Esercito ha oltre 9mila militari impegnati anche oggi

CaSME_gen Danilo ErricoSono oltre 9mila gli uomini e le donne dell’Esercito Italiano che nel giorno di Ferragosto sono impegnati nelle operazioni in Italia e all’estero. A loro arrivano le congratulazioni del Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico.

In particolare, per quanto riguarda le principali missioni internazionali, vi sono attualmente 2.300 uomini e donne con le stellette che operano in Afghanistan (700 unità), in Libano (1000 unità), in Kosovo (350 unità) e in altre operazioni (oltre 400 unità). Nel 2015 L’Italia ha mantenuto la leadership delle due più importanti missioni in atto: KFOR in Kosovo e UNIFIL in Libano, come sottolineato dallo stesso sito istituzionale dell’Esercito Italiano.

Sul territorio nazionale, oltre 6.500 soldati garantiscono la sicurezza di località italiane, da Gorizia a Lampedusa, con l’operazione Strade Sicure in concorso alle Forze di Polizia nella vigilanza di obiettivi sensibili, dei centri per immigrati e in attività di pattugliamento di aree metropolitane. Di questi, circa 1.200 dal 1° maggio sono impegnati a Milano per la sicurezza di EXPO2015.

Spada - LaPresse 01 05 2015 (Milano, Italia) Cronaca Reportage primo giorno di  Expo 2015 nella foto : reportage all'interno della manifestazione  Spada - LaPresse 01 05 2014 (Milan ,Italy) Reportage  Expo 2015 in the pic : reportage inside EXPO 2015

Nel 2015 non sono mancati gli interventi delle unità dell’Esercito nei casi di pubblica calamità e di pubblica utilità. Grazie all’addestramento, alle specifiche competenze e alla capacità dual use, l’Esercito è intervenuto con oltre 1.700 militari e mezzi speciali per il soccorso alla popolazione.

Dalla notte del 12 agosto, su richiesta della Prefettura di Cosenza, oltre 50 militari – appartenenti al 1° reggimento bersaglieri di Cosenza, al 21° reggimento Genio di Caserta e all’11° reggimento Genio di Foggia – sono a lavoro per il ripristino della viabilità e la rimozione delle macerie e dei detriti dalle strade e dalle abitazioni inondate di Rossano, in provincia di Cosenza.

Nel corso dell’anno, inoltre, l’Esercito ha continuato la sua opera di pubblica utilità e di tutela ambientale garantendo la bonifica dei residuati bellici con ben 2.250 interventi specialistici di bonifica.

Articoli correlati:

Strade Sicure in Paola Casoli il Blog

L’Esercito a Expo 2015 in Paola Casoli il Blog

Le bonifiche del Genio in Paola Casoli il Blog

La capacità dual use dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano; foto Expo è di AP/La Presse (Wired)

Marina Militare: lotta agli incendi boschivi. L’ultimo intervento a due giorni da Ferragosto

Il 13 agosto scorso, fa sapere un comunicato stampa della Marina Militare, un elicottero AB 212 della Marina è decollato dalla base elicotteri di Catania per prestare soccorso in località Calatabiano, in provincia di Catania, dove si era diffuso un incendio.

Sul posto è stata rilasciata una squadra di supporto per il contenimento dell’incendio, in cooperazione con le squadre a terra del Corpo Forestale e dei Vigili del Fuoco.

L’elicottero ha effettuato in due momenti 21 passaggi riversando acqua per contenere l’incendio.

Sono più di vent’anni che ogni estate la Marina Militare contribuisce alla lotta agli incendi boschivi sul territorio nazionale. Dal mese di giugno fino ai primi giorni di ottobre, 3 elicotteri AB-212 sono pronti a intervenire dalle basi aeree di Luni (La Spezia), Grottaglie (Taranto) e Fontanarossa (Catania), sotto il coordinamento della Centrale Operativa Aerea Unificata della Protezione Civile.

La manovrabilità degli aeromobili e la professionalità degli equipaggi di volo consentono di attaccare il fuoco anche in zone particolarmente impervie e difficilmente raggiungibili con i mezzi di terra.

Dal 2009 inoltre, in seguito a un accordo tra Ministero della Difesa e la Protezione Civile, il concorso della Marina si estende all’impiego di alcuni nostri piloti abilitati alla condotta di aeromobili civili specifici per la lotta agli incendi, come l’elicottero tipo S 64F della flotta aerea dello Stato. Continua così, da oltre 20 anni, l’impegno della Marina Militare per la salvaguardia del patrimonio boschivo e della collettività.

Hashtag #DualUse #Antincendio

Articoli correlati:

Campagna antincendio della Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Esercito Italiano, 4mila militari nelle città a Ferragosto: continua l’operazione Strade Sicure con la Marina e l’Aeronautica

Prosegue nelle principali aree metropolitane del paese l’impegno dell’Esercito Italiano nell’ambito dell’operazione Strade Sicure per il controllo del territorio.

È un comunicato stampa dello stato maggiore dell’Esercito a rendere noto che circa 4mila militari sono impiegati in attività di pattugliamento e di vigilanza a obiettivi sensibili e ai centri di identificazione ed espulsione (CIE).

Dall’inizio dell’operazione i militari dell’Esercito, in concorso alle forze di Polizia, hanno sequestrato più di 2 tonnellate di droga, 561 armi e 11.563 mezzi. I militari hanno inoltre eseguito complessivamente più di 14mila arresti, controllato circa 1 milione e 900mila persone e oltre un milione di mezzi.

L’importante impiego dell’Esercito, disposto con apposito decreto del ministero dell’Interno di concerto con il ministero della Difesa, ha confermato ancora una volta la grande versatilità della Forza Armata, oggi più che mai risorsa a disposizione del paese.

All’operazione partecipano anche 143 militari della Marina Militare e 90 dell’Aeronautica Militare.

Articoli correlati:

L’operazione Strade Sicure in Paola Casoli il Blog

Fonte: ufficio stampa Esercito

Foto: ufficio stampa Esercito