onlus

La Marina Militare al Salone nautico di Genova. Oggi dibattito sullo sport e celebrazione sport del mare

Il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo. Lo sport come veicolo di valori sociali e come propellente per lo sviluppo del territorio.

Questi i concetti che l’associazione di promozione sociale Learn To Be Free Onlus (LTBF) e Marina Militare Italiana discuteranno insieme oggi al 52° Salone Nautico Internazionale di Genova per celebrare il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo.

Alle ore 15.30, nella sala stampa del quartiere fieristico del salone nautico, si svolgerà il dibattito sullo sport come veicolo di valori positivi e di crescita territoriale e come potente mezzo di inclusione sociale.

Verranno presentate, in tale occasione, iniziative di sviluppo quali la presentazione del futuro Centro sportivo di Tirana, la promozione delle attività sportive, il coinvolgimento dei giovani con un occhio sempre vigile verso la valorizzazione e la difesa delle identità proprio di ogni popolo e territorio. Inoltre verrà consegnato un riconoscimento da parte del Comitato regionale Liguria del Coni nella persona del presidente Vittorio Ottonello all’atleta Massimo Voltolina.

Presenzieranno al dibattito il Presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti, e il realizzatore del futuro Centro sportivo di Tirana nonché gestore del centro sportivo modello di Parma, Raffaele Quarantelli.

Alle 17.00, nella nave scuola Amerigo Vespucci ormeggiata nel Porto Antico di Genova, si terrà la celebrazione degli sport del mare, ricordando le imprese dell’equipaggio della Marina Militare, vincitore del Campionato nazionale ed europeo della classe J24, e la prima traversata a nuoto no-stop del Mare Adriatico, compiuta da Massimo Voltolina. Il triatleta riceverà una targa donata dalla Marina Militare.

Presenzieranno alla cerimonia il Capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e il presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti.

Articoli correlati:

La Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare Italiana

Foto: 52° Salone nautico internazionale di Genova

Basket Italia-Svezia under 18 a bordo di nave Cavour per i terremotati dell’Emilia. Oggi la presentazione a Roma

La Marina Militare Italiana e la sua unità nave Cavour torneranno a fianco della Fondazione Francesca Rava come ai tempi dell’operazione White Crane ad Haiti nel 2010. Stavolta i destinatari dell’aiuto umanitario saranno i terremotati dell’Emilia, colpiti da un devastante sisma a partire dallo scorso 20 maggio 2012.

L’iniziativa benefica è costituita da una partita amichevole di basket a bordo della portaerei Cavour tra le Nazionali maschili Under 18 di Italia e Svezia che si disputerà il prossimo 12 luglio alle 20.30 sul ponte di volo dell’unità della Marina per l’occasione ormeggiata a Taranto, presso la base navale.

L’evento viene presentato oggi 9 luglio a Roma, nella sala Giunta del CONI, a partire dalle 11.00, dove il comandante in capo della squadra navale, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, e il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), Dino Meneghin, saranno presenti alla conferenza stampa che vede per la prima volta la Federazione Italiana Pallacanestro e la Marina Militare unire le proprie competenze per dare vita a un evento unico nel suo genere e senza precedenti in Italia.

I proventi della serata saranno devoluti alla Fondazione Rava NPH Italia Onlus.

Già attiva sul fronte della raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dal sisma in Emilia, come sottolinea il comunicato sul sito della Marina, la FIP ha colto con grandissimo piacere l’invito della Marina Militare per portare la Maglia Azzurra a bordo di un’eccellenza italiana, che per l’occasione si trasformerà in un vero e proprio palazzetto con un colpo d’occhio a dir poco suggestivo. Solidarietà, gioco di squadra, rispetto per l’avversario e per le regole: emozioni e sentimenti che accomunano FIP e Marina Militare, insieme per il sociale e per provare a uscire, in maniera originale e inconsueta, dai soliti schemi che le contraddistinguono.

Articoli correlati:

L’operazione White Crane in Paola Casoli il Blog

Nave Cavour in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare

Il logo dell’evento è della Marina Militare

NRDC-ITA alla Milano City Marathon 2012 per i Bambini cardiopatici nel mondo

Otto staffette e tre maratoneti del NATO Rapid Deployable Corps-Italy (NRDC-ITA), il corpo di reazione rapida della Nato di Solbiate Olona comandato dal generale Giorgio Battisti, hanno corso i 42 chilometri e 195 metri della Milano City Marathon con i colori dell’Esercito Italiano.

L’edizione di quest’anno ha avuto luogo ieri, domenica 15 aprile, a Milano e ha visto NRDC-ITA vincere la coppa per il gruppo di partecipanti militari più numeroso del Trofeo intitolato al capitano dell’Esercito Italiano Massimo Ficuciello, milanese d’adozione, vittima di un vile attentato a Nassiriya, in Iraq, il 12 novembre 2003.

Anche quest’anno come per l’edizione passata, si apprende dal comunicato stampa di NRDC-ITA, i runners del corpo di reazione rapida hanno aderito al Charity program associato all’evento podistico, che consentiva ai partecipanti di correre per un’associazione no profit e aiutarla nel raccogliere fondi, devolvendo il ricavato a favore della Onlus Bambini cardiopatici nel mondo.

La coppa del Trofeo Ficuciello è stata consegnata al comandante del 1° reggimento Trasmissioni, colonnello Giancarlo Micheletti, dal direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti (foto PAO NRDC-ITA).

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte: PAO NRDC-ITA

Foto: PAO NRDC-ITA