Tramat

COMLOG Esercito: a 103 anni dalla Battaglia degli Altipiani il TRAMAT resta l’arma logistica per eccellenza

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, ha presenziato ieri mattina, 23 maggio, a Roma, alla celebrazione del 103° anniversario della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali (TRAMAT), “Arma logistica per eccellenza dell’Esercito”, ricorda il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa di ieri.

Alla cerimonia, svoltasi presso il Comando dei Supporti Logistici, alla presenza delle Bandiera di guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali, dell’11° Reggimento Trasporti Flaminia, del Reggimento di Manovra Interforze e dell’8° Reggimento Trasporti Casilina e del Gonfalone di Roma Capitale, sono intervenuti il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, il Capo dell’Arma dei Trasporti e Materiali, Maggior Generale Gerardo Restaino, e il Comandante dei Trasporti e Materiali, Maggior Generale Arnaldo Della Sala, oltre a numerose alte Autorità militari, civili e religiose.

Presenti anche il medagliere dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia e i labari e gli stendardi delle associazioni combattentistiche e d’arma.

Le celebrazioni sono iniziate con la deposizione di una corona al monumento degli Autieri caduti alla presenza delle autorità civili e militari. Inoltre, sono stati proiettati filmati d’epoca riportanti l’evoluzione dei mezzi e dei materiali impiegati dall’Esercito nelle diverse epoche storiche.

La ricorrenza è legata alla Battaglia degli Altipiani, che nel maggio 1916 consentì di arrestare le truppe austro-ungariche proiettate verso la pianura veneta allo scopo di aggirare il dispositivo difensivo italiano. La manovra ebbe successo anche grazie al contributo degli Autieri, che seppero trasferire in brevissimo tempo dal Fronte dell’Isonzo a quello degli Altipiani migliaia di soldati e materiali.

Al termine della cerimonia, si apprende dalla nota, alcune unità dell’Arma TRAMAT hanno condotto una dimostrazione pratica che ha evidenziato come l’Esercito, grazie alla capacità dual-use delle proprie unità, oltre all’impiego nelle operazioni sul territorio nazionale e all’estero, è una risorsa preziosa del Paese in grado di fornire, tempestivamente e con efficacia supporto alla popolazione in caso di pubblica calamità e di soccorso.

In particolare, l’esercitazione si è sviluppata attraverso l’allestimento di un posto smistamento feriti e distribuzione carburanti speditivi e di un assetto di gestione dei servizi aeroportuali.

Oggi, l’Arma dei Trasporti e Materiali assicura il sostegno alle Unità della Forza Armata in tutte le attività operative e addestrative, in Patria e all’estero.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

La Battaglia degli Altipiani in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

 

COMLOG: i cento anni del POLMANTEO

“Dall’antesignana Officina di costruzioni radiotelegrafiche, passando attraverso il 21° Stabilimento Trasmissioni, il Polo di mantenimento dei mezzi di comunicazione, elettronici e optoelettronici, ha celebrato il suo centenario”, ha fatto sapere con una nota stampa di ieri, 24 settembre, il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG).

Il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, ha presenziato a Roma alle celebrazioni del centenario della costituzione del Polo di mantenimento dei mezzi di comunicazione, elettronici e optoelettronici dell’Esercito (POLMANTEO).

Alla cerimonia, che ha avuto luogo all’interno del POLMANTEO alla presenza della Bandiera di Guerra del 44° Battaglione di Sostegno Telecomunicazioni Penne di Roma, sono intervenuti l’Ordinario militare per l’Italia, Monsignor Santo Marcianò, e alte autorità militari e civili. Presenti anche i Labari dell’Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori e dell’Associazione Nazionale Ufficiali Tecnici dell’Esercito Italiano.

Il Comandante Logistico dell’Esercito, nell’ambito del suo discorso, ha evidenziato come “all’interno del Polo siano presenti eccellenze che costituiscono un complesso di maestranze tra le più qualificate d’Europa in campo elettronico e optoelettronico” e che, come tutti i logisti, “non operano sotto le luci della ribalta, non cercano visibilità e onori ma garantiscono alle unità dell’intera Forza Armata l’assolvimento al meglio del compito, in patria e all’estero”.

Il gen De Leverano ha poi ringraziato “gli uomini e le donne di ogni ordine, ruolo grado e qualifica effettivi al Polo per il fondamentale supporto fornito alle operazioni militari che vedono coinvolta tutta la Forza Armata, vista la strategica importanza dei materiali delle telecomunicazioni, elettronici e optoelettronici e in generale dei sistemi di comando e controllo. Supporto che non viene meno neanche per le operazioni all’estero, grazie alla flessibilità e alla elevata capacità di proiezione possedute”.

L’eventodi ieri si è concluso con lo scoprimento di una targa commemorativa e la visita ai reparti e ai laboratori del POLMANTEO.

Il Polo di mantenimento dei mezzi di telecomunicazione, elettronici e optoelettronici, già Officina di costruzioni radiotelegrafiche ed elettroniche del Genio militare, è stato costituito in Roma nel comprensorio di Viale Angelico nel periodo finale della Grande Guerra, di cui quest’anno ricorre il centenario della vittoria.

L’Ente, posto alle dipendenze del Comando dei Trasporti e Materiali dell’Esercito, spiega il COMLOG, assicura l’efficienza dei materiali di telecomunicazione, elettronici e optoelettronici delle unità dell’Esercito sia in territorio nazionale che fuori area. Fornisce inoltre contributi per la progettazione e realizzazione di soluzioni per esigenze operative successive all’entrata in servizio di mezzi e di materiali in uso alle Forze Armate.

Articoli correlati:

Il POLMANTEO in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMFOPNORD il 29° raduno degli Autieri nel ricordo del primo grande autotrasporto di truppe e materiali nella Battaglia degli Altipiani

Si è svolta a Portogruaro (VE) la cerimonia conclusiva del 29° Raduno Nazionale dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia dal centenario della propria nascita, ha fatto sapere il Comando Forze Operative Nord (COMFOPNORD) con un comunicato stampa del 27 maggio.

“Fu infatti alla fine della Grande Guerra quando, nel 1918, un gruppo di reduci automobilisti, motivati dallo spirito di corpo, promosse l’iniziativa di costituire un’associazione che li rappresentasse”, ricorda il COMFOPNORD nel comunicato.

Alla cerimonia ha presenziato il Comandante Logistico dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, accompagnato dal Presidente Nazionale degli Autieri d’Italia, Tenente Generale Vincenzo De Luca.

La cerimonia è iniziata con gli onori alla massima autorità che, alla presenza della Bandiera di Guerra dell’Arma dei Trasporti (TRAMAT) e di numerose Autorità civili cittadine, tra le quali il Sindaco di Portogruaro, Maria Teresa Senatore, ha rassegnato lo schieramento formato dalla Compagnia d’Onore e dalla Banda della Scuola Trasporti e Materiali, da molte centinaia di Autieri in congedo con le loro bandiere e labari e da una rappresentanza militare.

Il giorno precedente, presso la sala Colonne del Municipio di Portogruaro, è stata inaugurata la mostra “Grande Guerra” a cura del Museo storico della Motorizzazione militare di Roma e il 5° reggimento Artiglieria Terrestre Superga di Portogruaro.

Il raduno si è svolto a distanza di una settimana dalla Festa dell’Arma TRAMAT (link articolo in calce), che quest’anno è stata celebrata a Terni lo scorso 18 maggio.

La celebrazione di quest’anno ha segnato il 102° anniversario della Battaglia degli Altipiani, evento della Grande Guerra, che si svolse dal 19 al 22 maggio del 1916.

La Battaglia degli Altipiani consentì di arrestare le truppe austro-ungariche proiettate verso la pianura veneta allo scopo di aggirare il dispositivo difensivo italiano.

La manovra ebbe successo anche grazie al grande contributo degli Autieri, precursori dell’Arma Trasporti e Materiali, che seppero trasferire in brevissimo tempo dal fronte dell’Isonzo a quello degli Altipiani Vicentini migliaia di soldati.

Fu il primo grande autotrasporto strategico di truppe e materiali, oltre 120 mila uomini spostati sull’Altopiano di Asiago, in breve tempo, per arginare l’avanzata dell’esercito austroungarico, ormai in procinto di dilagare nella sottostante pianura padana.

Tale straordinaria azione, innovativa per l’epoca, vide l’impiego contemporaneo di oltre 1.000 autocarri e creò le basi per la nascita del Servizio Automobilistico diventato oggi Arma dei Trasporti e Materiali.

“Una storia lunga più di cento anni quella degli Autieri dell’Esercito, protagonisti del supporto logistico, presenti anche oggi in tutte le operazioni militari, in Patria e all’estero”, conclude il comunicato.

Articoli correlati:

TRAMAT: il Comandante Logistico gen De Leverano al 102° della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma Trasporti e Materiali (21 maggio 2018)

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Il COMFOPNORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOPNORD

TRAMAT: il Comandante Logistico gen De Leverano al 102° della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma Trasporti e Materiali

Il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, ha presenziato venerdì mattina, 18 maggio, a Terni, in Piazza della Repubblica, alla celebrazione del 102° anniversario della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali (TRAMAT), Arma logistica per eccellenza dell’Esercito.

È il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG) a renderlo noto con una nota stampa del 18 maggio stesso.

“Una storia lunga più di cento anni quella degli Autieri dell’Esercito, – scrive il COMLOG – protagonisti del supporto logistico, presenti in tutte le operazioni militari, in Patria e all’estero”.

La cerimonia ha avuto luogo alla presenza delle Bandiere di Guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali e dell’11° reggimento Trasporti Flaminia, che nell’occasione è stata decorata con la Croce d’Argento al Valor Militare.

Presenti anche i Gonfaloni della Regione Umbria, della Città e della Provincia di Terni e dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

All’evento sono intervenuti, oltre alle più alte cariche civili, militari e religiose di Terni, il Maggior Generale Gerardo Restaino, Decano dell’Arma TRAMAT, e il Maggior Generale Arnaldo Della Sala, Comandante TRAMAT.

Presenti, inoltre, tutte le maestranze del Polo di Mantenimento delle Armi Leggere, accompagnate dai propri familiari e alcune classi elementari di istituti scolastici ternani, si apprende dalla nota stampa.

Durante il suo intervento, il Comandante Logistico dell’Esercito ha sottolineato l’importanza dell’Arma dei Trasporti e Materiali, che assicura il sostegno alle unità della Forza Armata sul territorio nazionale e nei teatri operativi esteri.

“A nome del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, che mi ha formalmente delegato, e che mi ha fatto giungere un messaggio augurale per l’odierna ricorrenza, e mio personale, rivolgo oggi un sentito ringraziamento agli uomini e alle donne, di ogni ordine e grado, con le mostrine nere e azzurre. Uomini e donne che non sono sotto le luci della ribalta, che non cercano visibilità e onori ma che garantiscono all’intera Forza Armata l’assolvimento al meglio del compito, in Patria e all’Estero”, ha evidenziato il gen De Leverano.

“Esattamente come fa il Polo di mantenimento delle armi leggere di Terni, ha poi sottolineato il Comandante Logistico – dove sono presenti eccellenze che costituiscono figure di primissimo piano in campo nazionale: il personale di questo Polo, già durante gli anni della Grande Guerra (1915-1918), fu chiamato a far fronte alla incessante richiesta di produzione di armamenti imposta dalla Prima Guerra Mondiale. Il personale impiegato toccò il picco storico di 7.320 unità e la produzione raggiunse un massimo di 2.500 fucili al giorno. I legami che uniscono Terni alla fabbrica d’armi e all’acciaieria sono fortissimi, perché sono alla base dello sviluppo che determinò la crescita economica e sociale della città e la formazione di un complesso di maestranze tra le più qualificate d’Europa in campo meccanico e siderurgico: oggi la fabbrica di Terni fa rivivere questi momenti storici, ma anche le moderne attrezzature, agli studenti con visite all’infrastruttura militare, come sta accadendo in queste settimane con i giovani che si apprestano a conseguire la maturità”, ha concluso il gen De Leverano.

L’Arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito Italiano, responsabile del sostegno logistico alle unità della Forza Armata, settore nevralgico, critico e trasversale a tutte le attività operative e addestrative della Forza Armata, ha in Terni una realtà d’eccellenza di rilievo nazionale: il Polo di Mantenimento delle Armi Leggere, fin dal 1875 responsabile del mantenimento in efficienza dell’armamento leggero in dotazione alle Forze Armate Italiane, conlcude la nota stampa del COMLOG.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

Il Comando TRAMAT visitato da una delegazione militare del Kuwait nell’ambito del Piano di cooperazione della Difesa

Nei giorni scorsi, ha fatto sapere il Comando Logistico Esercito (COMLOG) con una nota stampa del 6 dicembre, una delegazione di ufficiali dell’Esercito del Kuwait, guidata dal Maggior Generale Alshanfa Ali, ha visitato il Comando dei Trasporti e Materiali (TRAMAT) in Roma.

La delegazione, accolta dal Comandante TRAMAT, Maggior Generale Arnaldo Della Sala, dopo il benvenuto ha assistito a un briefing riguardante l’organizzazione della logistica della Forza Armata.

Gli ospiti hanno poi visitato l’8° reggimento Trasporti Casilina di Roma e, nei giorni successivi, il Polo di Mantenimento delle Armi Leggere di Terni, per poi proseguire con lo Stabilimento Militare Munizionamento Terrestre di Baiano di Spoleto, in provincia di Perugia, e il Museo della Motorizzazione in Roma-Cecchignola.

L’attività, che si inquadra nel Piano di cooperazione della Difesa, è stata caratterizzata da un clima di totale cordialità e serenità. A conclusione della visita il gen Alshanfa Ali ha espresso soddisfazione e interesse per quanto visto nelle diverse realtà visitate.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG

 

COMLOG: al rgt Logistico Pinerolo il 6° seminario sulle procedure infologistiche dei rifornimenti

“Si è svolta nei giorni scorsi, presso il reggimento Logistico Pinerolo in Bari, la sesta sessione della ‘Campagna informativa nazionale sui rifornimenti’, organizzata dal Comando dei Trasporti e Materiali in favore dei reparti di stanza in Puglia, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna e Marche, fa sapere con una nota stampa odierna il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito Italiano.

All’incontro sono intervenuti il Comandante Logistico dell’Esercito, gen Leonardo di Marco, e il Comandante dei Trasporti e Materiali, gen Arnaldo Della Sala.

Il Comandante Logistico ha rimarcato la necessità di uniformare in ambito nazionale le procedure in materia di rifornimenti, stimolando i convenuti sulla necessità di utilizzare in forma più capillare e coordinata le moderne piattaforme gestionali info-logistiche in dotazione alla Forza Armata quali moltiplicatori di efficacia, soprattutto nell’ottica di razionalizzare e ottimizzare l’impiego delle risorse disponibili.

Il Comandante dei Trasporti e Materiali, nel suo intervento, ha espresso la sua determinazione nel perseguire la più ampia diffusione della cultura info-logistica in piena sinergia tra i reparti operativi e la Fascia Logistica di sostegno.

“La presenza dei vertici del Comando Logistico dell’Esercito alla sessione pugliese della campagna informativa e la partecipazione interessata dei numerosi rappresentanti del comparto TRAMAT – conclude il COMLOG nella sua nota – testimoniano il carattere di rilevanza attribuito allo sviluppo della cultura info-logistica, dei sistemi informativi e gestionali e del diuturno confronto e scambio professionale tra le articolazioni del comparto logistico della Forza Armata”.

Articoli correlati:

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG

Esercito: avvicendamento alla direzione del Polo nazionale rifornimenti di Piacenza, il gen Loria ha avvicendato il gen Barbera

“Si è svolta questa mattina, 10 novembre, nella Caserma Giuliani di Piacenza, sede del Polo Nazionale Rifornimenti Motorizzazione, Genio, Artiglieria e NBC, la cerimonia di avvicendamento del Direttore tra il Brigadier Generale Pietro Barbera, cedente, e il Brigadier Generale Dionigi Maria Loria, subentrante”, ha fatto sapere con una nota stampa dello stesso giorno il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG).

Alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose cittadine e di rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, sono intervenuti il Comandante Logistico dell’Esercito, gen Leonardo di Marco, e il Comandante dei Trasporti e Materiali, gen Arnaldo Della Sala.

Il gen Pietro Barbera cede la direzione del Polo dopo quasi due anni di permanenza per prendere il comando di un altro ente dell’area logistica della Forza Armata, si apprende, mentre il gen Loria ha lasciato da poco l’incarico di Director of Logistics presso lo European Union Military Staff (EUMS) in Bruxelles.

Il Polo Nazionale Rifornimenti è stato costituito il 1° novembre 2014 per riconfigurazione del Magazzino Centrale Ricambi Auto (MACRA), ente logistico da oltre cinquant’anni dislocato nel territorio piacentino e da cui ha ereditato tradizioni e competenze.

Nell’anno 2015 ha assunto alle proprie dipendenze il Parco Materiali Motorizzazione, Genio, Artiglieria e NBC di Peschiera del Garda, in provincia di Verona, e il Parco Mezzi Cingolati e Corazzati di Lenta, Vercelli, diventando di fatto, nell’ambito dell’organizzazione logistica dell’Esercito, l’unico Polo di Rifornimento per i materiali di competenza dei reparti dislocati sul territorio nazionale e nei teatri operativi all’estero.

In particolare, spiega il COMLOG, il Polo provvede alla gestione e alla distribuzione di veicoli commerciali, tattici e tattico-logistici, dei Sistemi d’Arma, delle Artiglierie, nonché della loro ricambistica e alle attrezzature necessarie per la manutenzione; effettua anche il rifornimento dei materiali di rafforzamento, per la sorveglianza del campo di battaglia e per la difesa NBC.

Articoli correlati:

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG

Esercito, i 101 anni degli Autieri: cerimonia nello storico Polo di Mantenimento Pesante Nord di Piacenza

L’Arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito ha celebrato a Piacenza, nella storica cornice del Polo di Mantenimento Pesante Nord, il 101° anniversario della sua costituzione, fa sapere un comunicato stampa dell’Esercito del 26 maggio scorso.

Alla celebrazione del 101° anniversario della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali (TRAMAT), Arma logistica per eccellenza dell’Esercito, ha presenziato il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), gen Danilo Errico.

È una storia lunga più di cento anni quella degli Autieri dell’Esercito, oggi Arma dei Trasporti e Materiali, protagonisti del supporto logistico, presenti in tutte le operazioni militari, in Patria e all’estero.

La cerimonia ha avuto luogo alla presenza della Bandiera di Guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali, del Gonfalone della Città e della Provincia di Piacenza e dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

All’evento sono intervenuti, oltre alle più alte cariche civili, militari e religiose di Piacenza, il Comandante Logistico dell’Esercito, gen Leonardo di Marco, il gen Gerardo Restaino, Decano dell’Arma TRAMAT, e il gen Arnaldo Della Sala, Comandante TRAMAT.

Presenti, inoltre, tutte le maestranze dei due stabilimenti militari della città, accompagnate dai propri familiari e alcune classi elementari di istituti scolastici piacentini.

Durante il suo intervento, il CaSME ha sottolineato l’importanza dell’Arma dei Trasporti e Materiali che assicura il sostegno alle Unità della Forza Armata sul territorio nazionale e nei teatri operativi esteri, fornendo altresì concorso in casi di pubblica calamità per il sostegno della popolazione civile come in occasione del terribile terremoto che, lo scorso anno, ha messo in ginocchio l’Italia centrale.

“Si tratta di un impegno oneroso – ha dichiarato il CaSME gen Errico – nel solco delle tradizioni e frutto di una non comune dedizione e di un silente quotidiano lavoro, che vi ha fatto guadagnare la stima della comunità nazionale e il rispetto dei commilitoni e costituisce il miglior viatico per poter raggiungere sempre nuovi successi che si concretizzano anche grazie al prezioso e competente contributo del personale e delle maestranze civili che, peraltro, celebrano oggi la loro giornata di festa”.

“Professionisti che, in costante e perfetta sinergia, affiancano i loro colleghi in uniforme, confermandosi a pieno titolo parte integrante della “grande famiglia” dell’Esercito, nonché componente essenziale per l’assolvimento di tutti i suoi molteplici e delicati compiti”, ha poi concluso il gen Errico.

L’arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito Italiano, responsabile del sostegno logistico alle unità della Forza Armata, settore nevralgico, critico e trasversale a tutte le attività operative e addestrative della Forza Armata, ha in Piacenza due realtà d’eccellenza di rilievo nazionale: il Polo di Mantenimento Pesante Nord, costituito con la denominazione di “Officina di Costruzione di Artiglieria” il 1º luglio 1911, enucleato dalla Direzione di Artiglieria sita dal 1863 nell’area del Castello Farnesiano, e il Polo Nazionale Rifornimenti Motorizzazione, Genio, Artiglieria e NBC, costituito con la denominazione di “Magazzino Principale Ricambi” nel 1940.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito

COMLOG: cambio al vertice, via il gen Vieceli arriva il gen di Marco

20161007_comlog_cambio-gen-vieceli-gen-de-marco-2Lo scorso 7 ottobre, a Roma, nella Scuola Trasporti e Materiali (TRAMAT), ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante Logistico tra il gen Adriano Vieceli e il collega Leonardo di Marco alla presenza del Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), gen Danilo Errico, fa sapere lo stesso Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG).

Il gen Adriano Vieceli, che termina il servizio attivo, nel suo discorso di commiato ha posto l’accento sulla fattiva e rafforzata collaborazione con il comparto industriale con cui, attraverso un’accresciuta collaborazione basata sullo scambio informativo, si sono conseguiti notevoli vantaggi nella programmazione dei fabbisogni e nell’aderenza logistica alle esigenze operative dell’Esercito.

20161007_comlog_cambio-gen-vieceli-gen-de-marco-1Il CaSME gen Errico ha espresso gratitudine al gen Vieceli, rimarcando l’esemplare lavoro svolto in un momento di profonda trasformazione e revisione della Forza Armata che ha imposto l’implementazione e l’organizzazione di modifiche concettuali e strutturali, incentrate soprattutto sulla necessità di dotare le brigate di manovra di maggiori capacità logistiche e di supporto al combattimento.

In particolare, il gen Errico ha sottolineato come, data la maggiore parcellizzazione degli impegni operativi che impone comunque alla componente logistica un maggiore sforzo, sia stato non solo possibile ma addirittura si continui a garantire in ogni caso la piena sostenibilità di tutti i reparti e le unità dell’Esercito.

“L’opera di questo Comando di Vertice – ha sottolineato il CaSME – è stata rivolta al miglioramento di tutte le principali attività logistiche, ricercando soluzioni che puntano tanto al raggiungimento di una maggiore efficienza quanto a una riduzione delle spese”.

20161007_comlog-discorso-del-gen-c-a-vieceliIl COMLOG è uno dei comandi di vertice dell’Esercito Italiano a cui è devoluta l’organizzazione logistica della Forza Armata mediante i Comandi Trasporti e Materiali, Commissariato, Sanità e Veterinaria, Tecnico, il Policlinico Militare di Roma Celio e il Nucleo Ispettivo Centrale.

Il COMLOG assicura il supporto logistico di tutti i comandi e le unità dell’Esercito sia in patria sia all’estero, garantendo la cura del personale e il mantenimento dei mezzi e materiali in uso. Fornisce inoltre concorso in casi di pubblica calamità per il sostegno della popolazione civile.

Articoli correlati:

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Il Policlinico Militare Celio in Paola Casoli il Blog

Il CaSME in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG

20161007_comlog_discorso-del-gen-c-a-errico

20161007_comlog_cambio-gen-vieceli-gen-de-marco-4

20161007_comlog_cambio-gen-vieceli-gen-de-marco-3

20161007_comlog_cambio-gen-vieceli-gen-de-marco-5

Esercito, TRAMAT: i primi cent’anni degli Autieri, protagonisti della Battaglia degli Altipiani

20080522_festa TRAMAT_Esercito Italiano - sAlle 10.15 di oggi, 18 maggio, nella Scuola Trasporti e Materiali (TRAMAT) dell’Esercito sarà celebrato il centesimo anniversario della fondazione dell’Arma Logistica dell’Esercito alla presenza dei vertici della Forza Armata, fa sapere l’Esercito con un comunicato stampa.

La ricorrenza è legata all’aspra Battaglia degli Altipiani che, nel maggio 1916, consentì di arrestare le truppe austro-ungariche proiettate verso la pianura veneta allo scopo di aggirare il dispositivo difensivo italiano. La manovra ebbe successo anche grazie al contributo degli Autieri, che seppero trasferire in brevissimo tempo dal Fronte dell’Isonzo a quello degli Altipiani migliaia di soldati e materiali.

Oggi, l’Arma dei Trasporti e Materiali assicura il sostegno alle unità della Forza Armata sul terreno nazionale e nei teatri operativi esteri, fornendo altresì concorso in casi di pubblica calamità per il sostegno della popolazione civile.

All’evento presenziano il Comandante Logistico dell’Esercito, generale Adriano Vieceli, e generale Vincenzo Puri, Comandante Trasporti e Materiali.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto (d’archivio): Esercito Italiano