Ago 9, 2010
51 Views
0 0

Tecniche anti-dirottamento in esercitazione militare congiunta Russia-Usa. Nome in codice: Vigilant Eagle

Written by

Stando a quanto riferisce Armedforces Int’l, è in corso in questi giorni un’esercitazione militare congiunta tra le aeronautiche russa e statunitense con la prerogativa di addestrare ad azioni anti-dirottamento.

Vigilant Eagle, questo il nome dell’esercitazione che si svolge tra l’8 e il 10 agosto e vede coinvolte USAF e Russian Air Forces, si caratterizza per la simulazione di un dirottamento. La prima volta in una attività esercitativa di così ampia portata.

Gli assetti del Norad (North American Aerospace Defense Command) collaboreranno con le forze russe e si concentreranno sul destino di un singolo mezzo aereo in volo attraverso l’Oceano Pacifico. All’azione parteciperanno caccia multiruolo, sistemi di allarme e controllo aviotrasportati, aerei cisterna.

L’obiettivo è quello di far interagire e cooperare diversi paesi interessati dal passaggio dell’aereo dirottato.

Lo scenario della Vigilant Eagle, secondo quanto riferisce Armedforces Int’l, prevede il dirottamento di un aereo commerciale per mano di terroristi durante un volo intercontinentale. L’intervento degli assetti esercitati per un primo assessment della situazione scatta a causa del silenzio comunicativo dell’aereo dirottato.

Per il Norad si tratta di una esercitazione congiunta destinata a sviluppare la cooperazione tra la Russian Federation Air Force e lo stesso North American Aerospace Command nella prevenzione di possibili atti di terorrismo.

Un’opportunità per “individuare, tracciare, identificare, intercettare e seguire in piena cooperazione un aereo in volo attraverso confini internazionali”, secondo quanto dichiarato dallo stesso Norad lo scorso 2 agosto.

Fonte: armedforces-int.com

Foto: armedforces-int.com

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza