Ott 27, 2010
63 Views
0 0

La Russia di nuovo in Afghanistan

Written by

Da una parte il consiglio di Gorbaciov a ritirarsi da una sconfitta certa dai microfoni della BBC online, dall’altra la disponibilità a intervenire a sostegno della Nato da parte della Russia riportata da un articolo esclusivo dell’Independent. In mezzo, l’Afghanistan e l’impegno militare internazionale nella missione Nato Isaf.

Mentre Michail Gorbaciov parla da una videointervista della BBC online – chiedendosi quale possa essere l’alternativa al ritiro per gli US, “un altro Vietnam”, e consigliando al presidente Barack Obama di richiamare i propri uomini dalla missione militare nel Paese delle Montagne, visto che “la vittoria è impossibile” –  Mosca manifesta in linea di principio il proprio appoggio alla missione Nato Isaf .

Stando infatti a quanto riferisce il quotidiano online britannico The Independent, che ha presentato oggi l’argomento in esclusiva, la Russia avrebbe già dato la disponibilità di “qualche dozzina di elicotteri” da utilizzare in Afghanistan e sarebbe inoltre già coinvolta nell’addestramento all’Esercito Afgano e alle truppe antidroga.

L’Independent mette un accento polemico in apertura sulla richiesta di aiuto fatta dall’Occidente alla Russia dopo che lo stesso Occidente aveva supportato i mujaheddin per il ritiro delle truppe sovietiche dall’Afghanistan oltre vent’anni fa.

Guardando oltre questa lettura, l’intervento militare a fianco degli Alleati e della Nato può essere letto come l’occasione giusta per la Russia di sfruttare un momento storico favorevole per la vittoria morale nel Paese delle Montagne. Esorcizzando così il ricordo negativo che l’ex-presidente dell’ex-Unione Sovietica Michail Gorbaciov rivive ancora oggi dopo il ritiro delle proprie truppe dall’Afghanistan a fine anni Ottanta.

Di più. Da un punto di vista più razionale e meno emotivo, per la Russia si aprirebbe l’opportunità di entrare in trattativa con Obama su vari fronti, dalla politica degli armamenti alla politica estera, con la consapevolezza che il ritiro delle truppe Isaf dall’Afghanistan metterebbe in serio pericolo i fragili equilibri della regione.

Fonti: BBC online, The Independent online

Foto: ritiro truppe sovietiche, 1989 – The Independent

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate · Sicurezza