Set 2, 2011
52 Views
0 0

Libia, lo UAV dei ribelli è la mano dal cielo

Written by

L’aereo senza pilota dei ribelli libici ci fa capire che propaganda dei media e giuramenti di buon governo – da soli – non fanno una vittoria. Ci vogliono anche i mezzi.

Se poi questi mezzi vengono dal cielo, come appunto la sorveglianza del territorio garantita dall’uso di un drone, o UAV (unmanned aerial vehicle, aereo senza pilota), ancora meglio.

Ed è esattamente ciò che hanno usato i ribelli in Libia, come si apprende da un articolo di Armed Forces International: un UAV di disegno canadese che ha giocato un ruolo chiave nelle mani degli insorti per condurre la loro offensiva contro Gheddafi.

Si chiama Aeryon Scout Micro UAV (foto Aeryon Labs Inc) ed è stato utilizzato come piattaforma di acquisizione dati, giocando indirettamente l’importante ruolo di coordinamento delle forze di resistenza contro le istituzioni libiche.

Secondo l’articolo, che cita un comunicato stampa della Aeryon con informazioni inedite, i ribelli del Transitional National Council (Tnc) hanno potuto testare più modelli di UAV progettati dall’azienda prima di scegliere lo Scout.

Nel dettaglio, il modello utilizzato dal Tnc è il frutto di un programma sviluppato tra il 2007 e il 2009. Ha quattro rotori che gli consentono di decollare e atterrare verticalmente in modo agevole, ha un diametro inferiore al metro e non fa praticamente nessun rumore mentre vola. Pesa un chilo e sette etti, ha una velocità di crociera pari a 150 chilometri all’ora e vola a 300 metri di quota. Perfetto per voli di ricognizione nel raggio di tre chilometri, con i suoi profili invisibili ai radar che lo rendono uno strumento versatile e discreto.

L’Aeryon Scout Micro UAV è stato consegnato ai combattenti del Tnc, l’organismo che rappresenta la resistenza anti-Gheddafi dal manifestarsi delle prime proteste della popolazione contro le istituzioni governative,  dalla Zariba Security Corporation, che ne ha assicurato anche il training.

Articoli correlati:

Libia: a Tripoli Gheddafi resiste in quattro quartieri. Sirte e Sabha restano per ora ai gheddafiani (22 agosto 2011)

Oh oh, mi è sembrato di vedere un Raìs – By Sugar Lady (22 agosto 2011)

Libia, BBC online: truppe di terra francesi e britanniche stanno per essere dispiegate sul territorio (20 aprile 2011)

Mare Gallicum – By L’Anacoreta (28 marzo 2011)

Libia, coalizione dei volonterosi o reality show? – By Cybergeppetto (23 marzo 2011)

Libia, coalizione a cinque Italia compresa per l’operazione Odyssey Dawn (20 marzo 2011)

Fonte: Armed Forces International

Foto: Aeryon Labs Inc /Armed Forces International

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza