Feb 17, 2012
41 Views
0 0

Maltempo, si riduce l’impiego dell’Esercito a conclusione dell’emergenza. I numeri dell’intervento

Written by

La fase di emergenza maltempo si è conclusa. Con essa si riduce a un quinto l’impiego totale di uomini dell’Esercito Italiano, e di circa la metà quello dei mezzi, ancora impegnati in alcune delle località più colpite.

Dallo scorso 3 febbraio sono stati impiegati in tutto oltre 2mila militari e circa 500 automezzi ed equipaggiamenti speciali, tratti da 35 reggimenti dislocati sul territorio nazionale. A oggi restano circa 400 militari e 200 mezzi ancora impegnati nelle zone maggiormente danneggiate dall’emergenza maltempo, come si apprende dallo stato maggiore dell’Esercito.

Il personale dell’Esercito è intervenuto in 21 province del territorio nazionale, tra le Marche, l’Emilia Romagna, il Lazio, l’Abruzzo, la Basilicata, la Puglia, la Campania e la Calabria, impiegando gli assetti specialistici del genio e il personale delle unità operative che ha utilizzato mezzi tattici di normale impiego nei principali teatri operativi, quali il cingolato BV206  (foto) e il veicolo multiruolo Lince.

Il concorso richiesto alla Forza Armata ha riguardato soprattutto operazioni di ripristino della viabilità, interventi per il recupero di cittadini rimasti isolati, la fornitura di servizi essenziali, quali l’elettricità, il combustibile e l’acqua, e la messa in sicurezza di alcune aree urbane e arterie stradali.

Tra i mezzi messi a disposizione figurano infatti anche le macchine per il movimento terra e complessi traino, i veicoli cingolati a trazione totale, le autocisterne di grande capacità e i gruppi elettrogeni, oltre a numerosi automezzi equipaggiati per il movimento su itinerari innevati.

La flessibilità di impiego, l’impegno e il lodevole operato espressi in favore delle aree investite dalle abbondanti nevicate delle ultime due settimane sono stati elogiati dal Capo di stato maggiore dell’Esercito, il generale Claudio Graziano (foto), che si è complimentato con il personale della Forza Armata.

Attestazioni di stima alla Forza armata sono giunte anche dal Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che ha voluto ringraziare in particolare i militari della Scuola di Fanteria di Cesano che, nella notte del 3 febbraio scorso, hanno soccorso e offerto accoglienza a centinaia di passeggeri rimasti bloccati sulla linea ferroviaria Roma-Viterbo.

Tutta l’emergenza maltempo con l’intervento dei militari in Paola Casoli il Blog.

Articoli correlati:

Maltempo, continua il supporto dell’Esercito alle prefetture in emergenza. Ecco i reparti intervenuti (6 febbraio 2012)

Maltempo, prefetture in emergenza hanno chiesto l’intervento dell’Esercito Italiano (6 febbraio 2012)

La Difesa non spala la neve – By L’Anacoreta (13 febbraio 2012)

Fonte: stato maggiore dell’Esercito

Foto: stato maggiore dell’Esercito

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza