Giu 24, 2013
84 Views
0 0

Si conclude in Slovacchia la Capable Logistician 2013, il training per la cooperazione logistica “più vasto degli ultimi vent’anni”. Coinvolto anche NRDC-ITA

Written by

Si conclude il 26 giugno la Capable Logistician 2013, “la più vasta esercitazione del suo genere degli ultimi vent’anni”, come l’ha definita lo stesso direttore di esercitazione, il colonnello ceco Miroslav Pelikán che a Praga dirige il Multinational Logistics Coordination Centre (MLCC), responsabile, insieme con la Slovacchia, nazione ospitante, dell’organizzazione dell’esercitazione.

La Capable Logistician 2013, che ha coinvolto dallo scorso 8 giugno circa 1.800 militari provenienti da 35 diverse nazioni NATO e partner NATO – tra cui anche personale del NATO Rapid Deployable Corps-Italy (NRDC-ITA) di Solbiate Olona – oltre all’impiego di circa 600 mezzi, ha interessato l’aspetto logistico collettivo in tutte le sue aree e l’interoperabilità tra le forze, con l’obiettivo di migliorare la cooperazione e di rilevare eventuali carenze in ambito standardizzazione e interoperabilità, inclusa l’individuazione di ridondanze. L’intera esercitazione è stata giocata nella Military Training Area (MTA) Lest e nella base aerea di Sliac, in Slovacchia.

Nelle tre settimane di esercitazione particolare enfasi è stata data alla produzione, purificazione e distribuzione dell’acqua, alla gestione di carburanti, all’immagazzinamento delle munizioni e alla distribuzione. Si tratta di aree su cui l’Alleanza Atlantica sta concentrando la propria attenzione, trattandosi di elementi chiave nel supporto alle operazioni militari, visto che l’approvvigionamento di acqua è considerata una responsabilità nazionale e che la mobilità delle truppe e la multinazionalità delle operazioni richiede una sempre maggior capacità di coordinamento e lavoro di squadra nella gestione delle stesse risorse. Le nazioni partecipanti hanno fornito assetti logistici, personale ed equipaggiamento logistico.

Il colonnello Pelikàn ha affermato con certezza che “l’esercitazione rappresenta l’opportunità di testare i progetti in ambito Smart Defence dell’Allenza (l’iniziativa della NATO che fa da cornice alla capacità di cooperazione tra alleati, ndr) e di metterli in pratica nell’attuale contesto di ridispiegamento delle forze di coalizione in Afghanistan e, naturalmente, anche alla luce dei tagli di bilancio che tutti devono affrontare”.

È indubbio che la logistica costituisca l’ossatura di ogni operazione militare, per questo la Capable Logistician 2013, una Logistic Standardization and Interoperability Field Training Exercise (IOX/FTX), ha messo alla prova la capacità delle forze a guida NATO, dislocate in area, di trovare soluzioni alle emergenze generate dalla crisi fittizia di uno scenario che ha previsto migrazioni di profughi nell’ambito di un acceso conflitto etnico.

Il ruolo di NRDC-ITA si è sviluppato nelle fasi di pianificazione, di organizzazione e di condotta dell’esercitazione, ricoprendo posizioni chiave nella struttura del Joint Logistic Support Group HQ (JLSG-HQ), il settore maggiormente sollecitato dalle richieste di supporto e assistenza, dovendo gestire forniture di materiali e movimenti nell’area di operazioni.

Fonti proprie e MLCC, NATO

Foto proprie

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate