Dic 17, 2014
23 Views
0 0

UNIFIL, Libano: il comandante gen Portolano incontra il vicepremier e ministro della Difesa Mokbel. Ribadita necessità di cooperazione con LAF per evitare incidenti

Written by

Il generale Luciano Portolano, capo missione e comandante della forza di UNIFIL, è stato ricevuto ieri, 16 dicembre, dal vicepremier e ministro della Difesa, Samir Mokbel.

Al centro del colloquio la discussione sulla situazione nell’area di responsabilitá di UNIFIL e sul conseguimento della cessazione permanente delle ostilità, fissata dalla risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Al termine della riunione, il generale Portolano ha sottolineato la necessità di “continuare a lavorare a stretto contatto con le Forze Armate Libanesi e proseguire nella cooperazione strategica che ha consentito, finora, di prevenire incidenti e trovare soluzioni pacifiche’’.

Nel dettaglio, il comandante di UNIFIL ha ribadito “il massimo impegno di UNIFIL nel rafforzare le capacità delle LAF” e ha messo in risalto “l’importanza dell’intervento della Comunità Internazionale per la fornitura delle risorse necessarie per la creazione di Forze Armate in grado di adempiere efficacemente ai compiti assegnati dalla risoluzione 1701”.

Attualmente, sono in atto una serie di programmi volti allo sviluppo delle capacità delle LAF, nati da iniziative bilaterali e/o collegiali. In particolare, esistono due meccanismi che hanno dato di recente un impulso allo sviluppo della Difesa libanese in tutti settori, da quello operativo a quello logistico e addestrativo. Si tratta dello Strategic Dialogue e dell’International Support Group for Lebanon.

Lo Strategic Dialogue è un’iniziativa nata nel 2010, volta a rafforzare le LAF con specifico riferimento al mandato della risoluzione 1701. Nel 2013, è stato firmato lo Strategic Dialogue Plan che individua gli obiettivi che dovranno essere raggiunti in fasi successive per arrivare alla creazione di una forza in grado di assumere il pieno e autonomo controllo dell’area di responsabilitá.

La necessità di poter contare su un Libano stabile e in grado di fronteggiare efficacemente i risvolti della crisi siriana sul proprio territorio, non solo a sud del fiume Litani dove opera UNIFIL, è stata successivamente recepita dall’International Support Group for Lebanon, consesso internazionale creato nel 2013 a cui partecipa, tra gli altri, l’Italia, volto a supportare finanziariamente il Governo libanese per lo sviluppo mirato delle sue Forze Armate.

Articoli correlati:

 

UNIFIL: incontro tra il comandante, genPortolano, e il vicepremier e MoD libanese, Mokbel. Stabilità mantenuta nel sud del Libano nonostante gli scontri (29 ottobre 2014)

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO

Article Categories:
Forze Armate · Libano