Lug 22, 2015
139 Views
0 0

KFOR, Kosovo: i doni del contingente italiano per il Ramadan

Written by

Un momento della donazione al consiglio delle comunità  islamicheIl contingente militare italiano su base 132° reggimento Carri, di Cordenons, Pordenone, inquadrato nel Multinational Battle Group West (MNBG-W) di KFOR, ha effettuato nei primi dieci giorni di luglio donazioni di abiti, biancheria e calzature a favore delle Comunità islamiche di Pec/Peja e di Decani/Decan, due municipalità nell’ovest del Kosovo.

Il materiale è stato raccolto in Italia grazie all’impegno di diverse associazioni ed enti nazionali, fa sapere il comunicato stampa del contingente italiano di KFOR: “È stato consegnato durante il Ramadan in omaggio alla tradizione islamica che prevede di rivolgere, in questo mese sacro, specifiche attenzioni alle persone più bisognose”, si legge.

La cooperazione civile - militare dona materiale alla  comunità islamica in KosovoAlle donazioni era presente il comandante del Multinational Battle Group West, colonnello Ciro Forte, che ha voluto sottolineare come “il successo della missione KFOR si basa anche sul rispetto per ogni cultura, tradizione e credo religioso. Il Multinational Battle Group West si adopera quotidianamente in stretta cooperazione con le istituzioni locali nel realizzare progetti a favore della popolazione, al fine di agevolarne il progresso”.

Queste attività si inseriscono in un più ampio programma di progetti che l’unità multinazionale a guida italiana ha iniziato in Kosovo. Nei giorni precedenti, infatti, era stato consegnato materiale di cancelleria, giocattoli e abiti, donati dalla ProLoco Cordenons e dalla Consulta del Volontariato di Castenaso, Bologna, al Woman Wellness Center di Pec/Peja, un’associazione che gestisce una “casa sicura” per donne e bambini vittime di violenza domestica.

Donazione al Woman Wellness CenterArticoli correlati:

KFOR in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: MNBG-W PIO

Article Categories:
Forze Armate · Kosovo