Ott 16, 2017
86 Views
0 0

Scuola Sottufficiali: gli allievi del 18° corso Lealtà nominati Marescialli salutano Viterbo con una serie di eventi in città

Written by

“Gli Allievi del XVIII corso Lealtà della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, in occasione della recente nomina al grado di Maresciallo, hanno organizzato una serie di eventi nella città di Viterbo, che li ha visti ‘residenti’ per gli ultimi due anni”, ha fatto sapere la stessa Scuola con un comunicato stampa dell’11 ottobre.

Più in dettaglio, si apprende, il 5 ottobre ha avuto luogo il tradizionale Saluto alla città e alla cittadinanza, con la sfilata della Bandiera d’Istituto, decorata di Medaglia di Bronzo al Valore dell’Esercito e di Medaglia d’Argento al Merito Civile, e del Reggimento Allievi, in uniforme storica, per le vie del centro storico: da piazza del Plebiscito, per via Roma, piazza delle Erbe, corso Italia, piazza G. Verdi, viale G. Marconi, fino alla piazza del Sacrario, dove, con la deposizione di una Corona, sono stati resi gli onori ai Caduti della città di Viterbo.

Domenica 15 ottobre si è svolta la 10^ edizione della StraViterbo, manifestazione organizzata all’insegna dello sport e della solidarietà con il patrocinio del Comune di Viterbo.

Tre le gare in programma: “competitiva di 10 km”; “non competitiva di 5 km”; “Mini StraViterbo”, dedicata ai giovani di età compresa tra i 5 e i 15 anni.

In piazza del Plebiscito una serie di stand promozionali curati dalla Scuola Sottufficiali dell’Esercito, dalla Federazione di Viterbo dell’Istituto del Nastro Azzurro, dal Gruppo di Viterbo dell’Associazione Nazionale Alpini, dalla Sezione di Viterbo dell’Associazione Nazionale Aviazione Esercito, dalla Sezione di Viterbo dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia e dal Comitato Provinciale di Viterbo della Croce Rossa Italiana.

“Sbandieratrici e Musici della città di Viterbo” e una serie di dimostrazioni di alcune discipline sportive, tra le quali il “Metodo di Combattimento Militare” (MCM) – disciplina studiata al fine di garantire al militare, completamente equipaggiato, la sopravvivenza sul campo di battaglia senza l’impiego delle armi da fuoco – hanno completato il programma.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare i Marescialli Comandanti di plotone e i Marescialli qualificati Infermieri Professionali.

L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.

Al termine del processo di formazione della durata triennale, i Marescialli Comandanti di plotone conseguono la laurea in “Scienze politiche e delle relazioni internazionali”, presso l’Università degli studi della Tuscia, mentre i Marescialli qualificati infermieri professionali la laurea in “Infermieristica”, presso l’Università Roma Tor Vergata.

Articoli correlati:

La Scuola Sottufficiali in Paola Casoli il Blog

Il XVIII corso Lealtà in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali

Article Categories:
Forze Armate