Giu 19, 2013
169 Views
0 0

UNIFIL, Libano: il ministro della Difesa, Mauro, incontra il contingente italiano

Written by

Il ministro della Difesa, senatore Mario Mauro, accompagnato dal comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze (COMCOI), generale Marco Bertolini, e dall’ambasciatore Giuseppe Morabito, è giunto oggi in visita al contingente italiano di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) nel Sud del Libano.

Il ministro, accompagnato dal comandante di UNIFIL, il generale Paolo Serra, è stato accolto nella base militare di Shama dal Comandante di Sector West, il generale Vasco Angelotti, ed è stato aggiornato sulla situazione operativa nel sud del Libano. In particolare, il Force Commander ha presentato un’analisi sulle linee evolutive della missione evidenziandone gli elementi più delicati discendenti dallo sviluppo regionale e dal delicato contesto operativo.

Nel prosieguo della visita, il ministro della Difesa ha ricevuto un briefing operativo e ha incontrato e salutato i caschi blu del contingente nazionale, su base brigata di cavalleria Pozzuolo del Friuli, sottolineando l’importanza del ruolo stabilizzatore svolto da UNIFIL nel delicato contesto regionale teso all’assolvimento del mandato contenuto dalla risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Di seguito il ministro Mauro ha incontrato i leader religiosi dell’area che hanno manifestato la propria soddisfazione non solo per i concreti risultati conseguiti nel mantenimento della stabilità, ma anche per l’approccio umano e comprensivo degli uomini e delle donne del contingente italiano a favore della popolazione del Libano.

Il ministro, dopo aver visitato la base avanzata 1-32A lungo la Blue Line, linea di demarcazione riferimento dell’avvenuto ritiro delle Forze Israeliane, si è poi trasferito nella base militare di Naqoura, dove ha incontrato una rappresentanza di soldati, aviatori, marinai e carabinieri del comando di UNIFIL rivolgendo anche a loro il messaggio di ringraziamento e saluto a nome del Governo italiano.

L’Italia contribuisce alla missione UNIFIL con circa 1.100 militari e fornisce 4 elicotteri per il supporto aereo. Complessivamente UNIFIL si compone di circa 12 mila peacekeeper provenienti da 37 differenti nazioni.

Articoli correlati:

La Blue Line in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonti: UNIFIL – MPIO, UNIFIL SECTOR WEST PIO

Foto: CMS Fabio BACCELLO

Article Categories:
Forze Armate · Libano